Le 5 assicurazioni auto più economiche di Maggio 2021

Chi è in cerca di una delle assicurazioni auto più economiche di Maggio può aiutarsi in questa indagine con i servizi di comparazione online dei preventivi. Questi strumenti consentono di velocizzare le operazioni di ricerca e mettono in evidenza le caratteristiche principali di ciascun pacchetto assicurativo. Ecco quali sono le 5 polizze auto più convenienti di Maggio 2021 e qual è stata la tendenza dei prezzi dei prodotti rispetto ad Aprile

Le 5 assicurazioni auto più economiche di Maggio 2021

La scelta delle assicurazioni auto mette spesso in crisi gli automobilisti, da un lato ci sono le polizze a prezzi stracciati dall’altro però l’economicità può ritorcersi contro il guidatore in caso di sinistri. Per trovare dei pacchetti assicurativi per il tuo veicolo che ti offrano una copertura completa devi avere pazienza e perdere molto tempo .

Fare una ricerca delle migliori polizze richiede di leggere i contratti, di compilare i moduli per ottenere i preventivi del piano assicurativo inserendo i dati della tua auto e le tue informazioni personali. Ci sono poi da considerare le clausole accessorie e le particolari esigenze dei singoli automobilisti: guidano il veicolo anche neo patentati o è un’auto che conduce solo il proprietario, si vive in una zona dove accadono atti di vandalismo o è probabile che la vettura subisca danni per inondazioni o altri eventi climatici frequenti (grandinate, ad esempio).

Questi ed altri fattori concorrono a comporre il costo complessivo del premio assicurativo. Com’è possibile quindi trovare una polizza completa ma ad un prezzo competitivo? Gli strumenti che operano un confronto online delle assicurazioni rendono automatica la ricerca, tu dovrai compilare una sola volta il modulo per la richiesta del preventivo.

Con le informazioni fornite e grazie ai filtri che spunterai, l’algoritmo del comparatore di SOStariffe.it ti restituirà le polizze che rispondono ai requisiti selezionati e ti indicherà anche una classifica delle assicurazioni auto più economiche. Il servizio è gratuito e le ricerche effettuate non ti impegnano all’acquisto dei prodotti.  Il vantaggio sarà una riduzione netta dei tempi necessari ad individuare la polizza più vantaggiosa da attivare. Per fare un test puoi cliccare sul pulsante qui in basso oppure scaricare l’app di SOStariffe.it.

Confronta i preventivi e risparmia sulla polizza auto »

La top five della assicurazioni auto di Maggio 2021

Secondo i dati raccolti dal comparatore di SOStariffe.it, in base ai preventivi calcolati tramite il comparatore, le compagnie assicurative più economiche di Maggio 2021 sono le seguenti:

Assicuratore Prezzo medio RCA Variazione nelle ultime 4 settimane di ricerche
Bene Assicurazioni 214,26 euro +21,02%
ConTe 262,32 euro +3,38%
Prima 307,01 euro +0,64%
GenialClick 341,6 euro +17,34%
Linear 353,94 euro -3,91%

Come cercare il tuo premio assicurativo ideale

Per avviare la tua personale ricerca potrai inserire semplicemente la Targa della tua auto oppure potrai procedere fornendo i seguenti dati:

  • nome e cognome
  • informazioni su residenza
  • età e sesso
  • professione e titolo di studio
  • anno di conseguimento della patente

Per quanto riguarda i dati della vettura dovrai indicare qual è l’anno di immatricolazione, classe di merito del proprietario della vettura, attestato di rischio familiare, età del veicolo e livello di inquinamento . Può essere utile anche indicare se sull’auto è presente una black box, si tratta di uno strumento che registra il tuo stile di guida. Chi ha montato questo dispositivo può ottenere uno sconto sul premio assicurativo con alcune società.

Il fattore che incide in modo più pesante sul costo della tua assicurazione è la classe di merito che possiedi. Questo elemento è una sorta di voto alla tua condotta storica come guidatore, il sistema di polizze si basa su un meccanismo definito bonus-malus che consiste in pratica in premi e penalizzazioni che rispecchiano il numero di incidenti registrati dalla vettura.

La classe indica anche il grado di rischio collegato alla tua esperienza come automobilista, i neo patentati infatti partono da un dei livelli più bassi di merito (14esima classe) e ogni anno senza sinistri guadagnano posizioni. Il sistema è crescente, quindi la prima classe di merito è la migliore e quella che ti permette di accedere ai migliori premi assicurativi. L’ultimo scalino di questa sorta di classifica è la 18esima classe.

Perché la polizza auto è più costosa?

Altri fattori che hanno un ruolo importante nel determinare il costo annualmente pagato per la propria assicurazione auto è la provincia di residenza di colui che possiede l’auto. Non è un luogo comune dire che a Napoli la polizza è più costosa che in Valle d’Aosta, le società infatti nel calcolo tengono conto del grado di rischio di dover pagare per sinistri.

Ci sono poi da considerare le polizze accessorie che si vogliono attivare, queste garanzie aggiuntive rispetto alla semplice rc auto (unica protezione obbligatoria per legge) possono essere anche molto costose. Per legge un’automobilista è tenuto a sottoscrivere solo una copertura che garantisca i terzi coinvolti in un sinistro in cui è coinvolto il veicolo assicurato. Chi circola senza questo documento rischia multe molto salate, si va dagli 866 euro fino a quasi 3.300 euro.

Se non si sottoscrive l’rca auto la vettura non potrebbe neanche essere parcheggiata su strade pubbliche, l’articolo 193 del Nuovo codice della Strada è molto chiaro: “I veicoli a motore senza guida di rotaie, compreso i filoveicoli e i rimorchi, non possono essere posti in circolazione sulla strada senza la copertura assicurativa a norma delle vigenti disposizioni di legge sulla responsabilità civile verso terzi”.

La sola rc auto però non soddisfa le esigenze degli automobilisti, infatti non protegge la vettura da una serie di eventi accidentali che possono costare caro al proprietario dell’auto. Tra le principali coperture non incluse nei pacchetti standard ci sono:

  • assicurazione atti vandalici;
  • assistenza legale;
  • assistenza stradale;
  • diritto di rivalsa;
  • furto e incendio;
  • infortuni conducente;
  • polizza cristalli;
  • polizze eventi atmosferici;
  • polizza eventi sociopolitici;
  • polizza furto-incendio.

Garanzie accessorie, come sceglierle

Bisogna valutare con attenzione se il risparmio immediato di poche decine di euro al mese possa poi comportare dei costi molto elevati in caso di incidenti. Se si abita in una zona soggetta ad inondazioni frequenti è molto probabile che la sottoscrizione di una rca con la garanzia accessoria di copertura da danni dovuti a grandine, alluvioni e frane (polizza eventi atmosferici) sia sul lungo periodo vantaggiosa per il cliente.

Lo stesso si può dire se si vive in un quartiere in cui il tuo modello di auto viene puntata dai ladri per i pezzi di ricambio. La garanzia furto e incendio può rivelarsi provvidenziale, anche perché le migliori soluzioni ti offrono anche una copertura dei danni provocati dai malviventi in caso di tentativi di furto non riusciti.  Nella versione furto e incendio le migliori condizioni ti consentono di avere una garanzia anche in caso di un’esplosione dell’impianto di alimentazione.

Le polizze accessorie più popolari sono le KASKO, ne esistono di due tipologie collisioni e complete. Nel primo caso la KASKO collisioni ti permetterà di ottenere un rimborso in caso di un urto tra la tua auto e un veicolo, ma deve essere una vettura identificata. Con la KASKO completa ti permetterà di essere coperto anche qualora tu fossi responsabile dell’incidente, tra i danni che questa soluzione può garantire (dipenderà dalla tua società assicuratrice e dal contratto che firmerai) ci sono anche quelli da ribaltamento o da uscita di strada.

Gli scoperti e le esclusioni

Nel decidere quale sarà la tua prossima assicurazione tieni sempre presente che è importante leggere con attenzione due sezioni del contratto: scoperti ed esclusioni. Non tutti gli assicuratori propongono le medesime coperture con le polizze furto, incendio, le KASKO e ogni altra garanzia accessoria. Tra le principali esclusioni comprese in quasi ogni contratto ci sono la mancanza di rimborsi se il conducente guida in stato di ebrezza, oppure risulta essere senza patente o se circolava su un veicolo sottoposto ad un fermo amministrativo.

Ad essere molto diverse in genere sono sopratutto le soglie delle franchigie o scoperti, si tratta dei limiti di rimborso che spettano al conducente. Le condizioni poste possono essere a franchigia relativa o assoluta. La prima tipologia impone una cifra (o una percentuale) di rimborso a copertura dei danni che sarà a carico dall’assicurato solo se il conto complessivo delle riparazioni o dei rimborsi risulti inferiore alla franchigia. La franchigia assoluta invece è un importo o una percentuale del danno che dovrà essere pagato di tasca propria in ogni caso. La compagnia pagherà solo la cifra eccedente allo scoperto pattuito.

Per capire meglio può essere utile un esempio numerico. Con una polizza a franchigia relativa di 1000 euro, l’assicurato dovrà versare una quota del rimborso solo se le spese complessive risultassero inferiori a questa cifra altrimenti sarà tutto a carico della compagnia assicuratrice. Per la polizza assoluta invece i 1000 euro (cifra ipotetica stabilita come scoperto) dovranno comunque essere a carico dell’assicurato, quindi in caso di un conto danni di 700 euro l’assicurazione si rifarà interamente sul cliente mentre per danni superiori l’assicurato coprirà fino a 1000 euro e il resto sarà a carico della società.

Commenti Facebook: