Energia elettrica: bollette in calo del 19,8% nel 2° trimestre del 2024

Drastico calo per le bollette dell'energia elettrica nel corso del secondo trimestre del 2024. ARERA, infatti, ha annunciato il nuovo aggiornamento di prezzo per i clienti in Tutela confermando una riduzione della spesa pari al -19,8% rispetto al trimestre precedente.

In 30 secondi

ARERA ha comunicato le condizioni del servizio di Tutela per l'energia elettrica per il 2° trimestre del 2024:
  • la spesa per la famiglia tipo registra un calo del 19,8% rispetto al 1° trimestre del 2024
  • la spesa nell'anno scorrevole (luglio 2023 - giugno 2024)  è in calo del 47,7%
  • il PUN medio per il trimestre è stimato intorno a 83 €/MWh
Energia elettrica: bollette in calo del 19,8% nel 2° trimestre del 2024

ARERA ha appena comunicato l’aggiornamento, relativo al secondo trimestre del 2024, delle condizioni di fornitura per il servizio di Maggior Tutela dell’energia elettrica. Per i clienti ancora in Tutela è previsto un drastico calo della spesa per le bollette nel corso del periodo compreso tra aprile e giugno 2024, in confronto a quanto speso nel periodo precedente (gennaio – marzo). Per una famiglia tipo, si registra un calo del 19,8% per la spesa complessiva.

Da notare che l’aggiornamento trimestrale comunicato oggi da ARERA e valido a partire dal prossimo 1° aprile 2024 sarà anche l’ultimo aggiornamento dei prezzi per la Maggior Tutela per i clienti non vulnerabili. A partire dal 1° luglio 2024, infatti, i clienti appartenenti a questa categoria che non avranno scelto un fornitore del Mercato Libero passeranno al regime transitorio Servizio a Tutele Graduali. La Tutela, invece, continuerà per i clienti vulnerabili.

Secondo gli ultim i dati ARERA (aggiornati al 31 dicembre 2024), circa il 73% dei clienti domestici ha già scelto il Mercato Libero. Di conseguenza, ci sono ancora circa 4,5 milioni di clienti in Maggior Tutela che saranno interessati dall’aggiornamento delle condizioni tariffarie per il secondo trimestre (il totale effettivo è più basso in quanto bisogna tenere conto dei clienti passati al Mercato Libero in questo primo trimestre del 2024).

Scegli qui una nuova offerta luce »

Maggior Tutela: bollette luce in calo del 19,8% nel secondo trimestre del 2024

COSA HA ANNUNCIATO ARERA
1. La spesa per la famiglia tipo in Tutela cala del -19,8% nel 2° trimestre rispetto al 1° trimestre del 2024
2. Il PUN medio per il trimestre è stimato intorno a 83 €/MWh
3. Il prezzo finale dell’energia elettrica per la famiglia tipo è di 20,24 centesimi al kWh 

L’aggiornamento comunicato da ARERA, relativo al secondo trimestre del 2024 (aprile – giugno) conferma un calo del 19,8% per la bolletta dell’energia elettrica per la famiglia tipo (consumo annuo di 2.700 kWh) rispetto alla spesa registrata nel corso del primo trimestre dell’anno.

Tale calo è legato al “trend ribassista” ovvero al progressivo calo del prezzo delle materie prime energetiche sul mercato all’ingrosso. Questo calo era già iniziato sul finire dello scorso anno ed è continuato per tutto il primo trimestre del 2024 causando una riduzione della spesa per il servizio tutelato.

Considerando i livello degli stoccaggi europei e l’inverno mite, le stime per il PUN (Prezzo Unico Nazionale ovvero l’indice che regola il mercato all’ingrosso in Italia) sono pari a circa 83 €/MWh, un valore nettamente inferiore rispetto a quello registrato nei mesi precedenti (lo scorso anno si è chiuso con un PUN medio superiore a 10 €/MWh).

Da notare, inoltre, che ARERA ha confermato anche un calo del -47,7% per la spesa della famiglia tipo nell’anno scorrevole (ovvero il periodo compreso tra il 1° luglio 2023 e il 30 giugno 2024) nel confronto con i 12 mesi precedenti. La spesa in questo periodo sarà di circa 662 euro. 

Il prezzo finale dell’energia elettrica per la famiglia tipo è ora di 20,24 centesimi di euro al kWh (imposte comprese). Si tratta di un dato nettamente inferiore rispetto a quello registrato nel trimestre precedente (25,24 centesimi al kWh).

Una notizia importante anche per il Mercato Libero

Le nuove condizioni del servizio di Tutela per il secondo trimestre del 2024 sono una buona notizia anche per i clienti nel Mercato Libero. In particolare, le stime sul PUN, infatti, confermano un calo del prezzo all’ingrosso dell’energia elettrica nel corso dei prossimi mesi.

Di conseguenza, chi ha scelto o sceglierà una tariffa indicizzata al PUN potrà beneficiare di un calo del costo dell’energia al kWh nel corso del prossimo futuro. Nello stesso tempo, chi sceglierà una tariffa a prezzo bloccato potrebbe avere l’occasione di accedere a tariffe più vantaggiose, con i fornitori che potrebbero ridurre il costo dell’energia riservato ai nuovi clienti.

Ricordiamo che per scegliere una nuova tariffa luce è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it che raccoglie le proposte di vari fornitori partner. Basterà inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta) per individuare subito la tariffa giusta da attivare.

Scegli qui una nuova offerta luce »

Il commento di ARERA

Stefano Besseghini, presidente ARERA, ha dichiarato: “È il momento affinché come consumatori valutiamo il da farsi, controlliamo i nostri costi e consumi annuali, capiamo se siamo sul mercato libero o in tutela, se siamo o no vulnerabili e se il rientro in tutela sia un’opzione conveniente alla luce del passaggio automatico a luglio nel servizio a tutele graduali. Fino a oggi la maggior tutela ha permesso di offrire un prezzo efficiente, il che ha consentito di avere un benchmark per il mercato, tuttavia l’avvicinarsi della fine del servizio di tutela ricordiamo sempre che non esaurisce la tutela contrattuale, le regole e la vigilanza sul loro rispetto da parte dell’Autorità e le tutele per i consumatori in ogni fase della fornitura”.