Arriva la pubblicità su Skype

Josh Silverman, CEO di Skype, dopo l’annuncio della videoconferenza rivela che a breve il client VoIP più famoso al mondo potrebbe introdurre la pubblicità per finanziarsi e continuare lo sviluppo del software mantenendo lo stesso livello di qualità

Al momento la redditività di Skype deriva dalla vendita di credito telefonico per chiamare numeri fissi e mobili in tutto il mondo. Sono disponibili ovviamente tariffe a consumo o pacchetti in abbonamento con minuti inclusi o chiamate illimitate. A questo punto, dopo anche il ritocco a rialzo di alcune tariffe, è chiaro il sintomo che solo la rivendita di traffico non è sufficiente per rendere profittevole e sostenibile l’azienda.

La pubblicità su Skype arriverebbe in un formato innovativo: audio e video e non semplici banner pubblicitari. Potrebbero essere introdotti piccoli spot audio (forse anche con video) quando si rimane in attesa di risposta.

Il modello potrebbe risultare invasivo ma garantirebbe a Skype un modello di business molto redditizio, altamente qualificato e innovativo grazie a video e audio che riuscirebbero a veicolare moltissimo traffico verso gli inserzionisti.

Skype potrebbe rendere disponibile un collegamento verso i siti internet o addirittura instaurare dei collegamenti voce con le aziende inserzioniste per gli utenti che fanno click sulle inserzioni.

Resta ancora indefinito se la pubblicità sarà attiva per chi sottoscrive i piani abbonamento o utilizza le tariffe a pagamento.

man, CEO di Skype, dopo l’annuncio della videoconferenza rivela che a breve il client VoIP più famoso al mondo potrebbe introdurre la pubblicità per finanziarsi e continuare lo sviluppo del software mantenendo lo stesso livello di qualità

Al momento la redditività di Skype deriva dalla vendita di credito telefonico per chiamare numeri fissi e mobili in tutto il mondo. Sono disponibili ovviamente tariffe a consumo o pacchetti in abbonamento con minuti inclusi o chiamate illimitate. A questo punto, dopo anche il ritocco a rialzo di alcune tariffe, è chiaro il sintomo che solo la rivendita di traffico non è sufficiente per rendere profittevole e sostenibile l’azienda.

La pubblicità su Skype arriverebbe in un formato innovativo: audio e video e non semplici banner pubblicitari. Potrebbero essere introdotti piccoli spot audio (forse anche con video) quando si rimane in attesa di risposta.

Il modello potrebbe risultare invasivo ma garantirebbe a Skype un modello di business molto redditizio, altamente qualificato e innovativo grazie a video e audio che riuscirebbero a veicolare moltissimo traffico verso gli inserzionisti.

Skype potrebbe rendere disponibile un collegamento verso i siti internet o addirittura instaurare dei collegamenti voce con le aziende inserzioniste per gli utenti che fanno click sulle inserzioni.

Resta ancora indefinito se la pubblicità sarà attiva per chi sottoscrive i piani abbonamento o utilizza le tariffe a pagamento.

Commenti Facebook: