Perizie immobiliari per mutui, nuove regole

Presto le perizie immobiliari per mutui saranno complete, imparziali e professionali. L'ABI (Associazione Bancaria Italiana) ha emanato le Linee Guida contenenti gli standard da seguire per la definizione del corretto valore di mercato degli immobili. Le nuove regole definiscono i requisti che i periti dovranno rispettare per evitare conflitti d'interesse, false dichiarazioni e sopralluoghi sommari.

Perizie immobiliari per mutui, nuove regole

Troppi abusi e false dichiarazioni per ottenere mutui facili hanno indotto l’ABI, Associazione Bancaria Italiana, a redigere Linee Guida approfondite che rappresentino le qualità imprescindibili del perito idoneo, che dovrà essere imparziale, affidabile e professionale. Sulle perizie immobiliari per mutui entreranno in vigore nuove regole: norme che toccano da vicino i profili di responsabilità dei tecnici chiamati ad accertare il reale valore degli immobili.

Mutui immobiliari: no agli importi gonfiati

Le banche sono da sempre disposte a concedere prestiti per importi non superiori, generalmente, ad 1/3 rispetto al valore reale dell’immobile. La crisi economica che affligge da tempo le famiglie, unita al comportamento poco professionale di alcuni periti, ha comportato però il perpetrarsi di innumerevoli truffe in danno agli istituti di credito. Dalle false dichiarazioni sul valore della casa con importi gonfiati, alla presentazione di buste paga contraffatte, i raggiri nei confronti delle banche sono stati portati avanti in sordina talvolta con conseguenze devastanti (una su tutte il fallimento di alcune banche, vedi l’argomento BAIL-IN sul prelievo forzoso).

Le Linee Guida dell’ABI, si pongono in questo quadro lo scopo di porre fine ai comportamenti scorretti e imparziali portati avanti in ambito bancario dai tecnici periti, ponendo le giuste basi a garanzia delle esposizioni creditizie. Le nuove regole traggono ispirazione dalla direttiva europea mutui 2014/17/UE, e forniscono indicazioni omogenee in fatto di perizie immobiliari per mutui.

Per confrontare le proposte mutuo e trovare offerte a tasso agevolato utilizza il motore di ricerca di SosTariffe.it.
Confronta mutui bancari »

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Perizie immobiliari per mutui, cosa cambia

Le Linee guida sono state presentate a Roma pochi giorni fa dall’ABI, Tecnoborsa, Assovib e da sette ordini delle categorie professionali coinvolte, e riportano gli standard e i requisiti cui dovrà attenersi il perito nel definire il valore dell’immobile utilizzando il metodo confronti di mercato, il metodo dei costi e il metodo finanziario. Il perito idoneo potrà essere dipendente della banca o soggetto professionale esterno, ma in entrambi i casi dovrà evitare eventuali conflitti d’interesse. In particolare il tecnico non dovrà essere un agente immobiliare o aver ricoperto tale ruolo in passato, come non dovrà avere rapporti di parentela o professionali con chi richiede il mutuo. Le nuove regole chiariscono anche come il sopralluogo e la stima del valore immobiliare dovranno essere definiti in base a verifiche interne ed esterne, per evitare che alla banca siano riportati dati sommari.

casa

Ferma restando l’iscrizione del perito al ruolo della Camera di Commercio o di altro albo professionale, l’ABI consiglia alle banche di tutelarsi richiedendo prova delle competenze tecniche finalizzate alla perizia acquisendo certificazioni (come la UNI 11558:2014, ISO 17024). Chi già lavora in qualità di perito presso un istituto invece (oltre agli obblighi di aggiornamento) dovrà solo essere in possesso dei documenti comprovanti la formazioni scolastica.

Secondo l’ABI le Linee Guida sulle perizie immobiliari per mutui incideranno in modo positivo su chiarezza e trasparenza dei sopralluoghi. Resta da vedere in che modo le banche e i tecnici approcceranno ai nuovi standard, nonché il grado in cui le nuove regole potranno incidere su truffe e false dichiarazioni relative al valore degli immobili.

Offerte mutui attive

Oggi le banche propongono mutui agevolati ed economici a chi accetta piani di rimborso a 10 o 20 anni e chiede prestiti che non superino il 50% del valore dell’immobile. Confrontando le offerte mutui online è possibile ottenere tassi d’interesse bassi e condizioni flessibili, con tagli sullo spread fino allo 0.75%. I mutui Unicredit, Monte dei Paschi di Siena e Banca Mediolanum vengono incontro ai consumatori anche con erogazioni fino all’80% dell’importo totale.

Scopri l’istituto più conveniente comparando le promozioni con SosTariffe.it e risparmia pagando la rata più bassa!
Compara offerte mutuo »