Miglior conto corrente aziendale online: le offerte di Giugno 2020

Funzionalità per la gestione dei pagamenti verso i fornitori e i collaboratori e con app che permettono di semplificare le operazioni di contabilità, ecco quali sono i servizi offerti dai conti correnti aziendali. Tutte le promozioni di Giugno per chi abbia una partita IVA e per per le PMI

Professionisti e pmi, i migliori conti aziendali

Con l’approvazione della nuova Legge di Bilancio lo scorso anno è diventato obbligatorio per professionisti e imprese avere dei conti correnti aziendali. Prima del Gennaio 2020 per le aziende di piccole dimensione e gli autonomi era possibile utilizzare dei conti personali in cui si facevano confluire i pagamenti e i versamenti delle imprese o degli studi professionali.

In realtà, fino al 2008 era già stato imposto che le imprese dovessero avere dei conti dedicati a cui indirizzare i guadagni e da cui effettuare le spese aziendali. Con la legge 112 del 2008 però era stato abrogato questo obbligo.

Conti business per aziende e professionisti: gli obblighi

Con la Legge 160 del 27 Dicembre 2019 è stato quindi ristabilito il vincolo di avere un conto in cui concentrare i ricavi o in cui farsi accreditare i compensi per le attività professionali. Non sono tenute a rispettare questo vincolo solo le startup nel primo anno di vita dell’impresa.

Imprenditori e professionisti potranno avere dei conti personali, ma non potranno utilizzarli per accrediti aziendali. Inoltre gli importi del conto aziendale non potranno essere spesi per coprire costi di operazioni private.

Oltre allo specifico obbligo posto dalla Legge di Bilancio, le aziende e i professionisti sono tenuti ad avere un conto intestato all’impresa per effettuare i pagamenti fiscali con F24 o per effettuare o ricevere versamenti al di sopra dei 3 mila euro.

I pro dei conti aziendali

Ci sono diversi vantaggi nell’aprire un conto aziendale. Anche se i costi di queste soluzioni possono essere molto alti rispetto a quelli dei conti correnti privati, i conti per le aziende offrono dei servizi esclusivi e che contribuiscono a semplificare le operazioni di gestione della contabilità.

Tenere strettamente separate le entrate e le uscite di impresa da quelle personali agevola anche i controlli e la stesura dei documenti fiscali. L’inasprimento delle leggi antiriciclaggio renderebbe difficile giustificare pagamenti o accrediti a società, spesso caratterizzate da nomi di fantasia o difficilmente ricollegabili ad un unico intestatario, o per movimentazioni di importi importanti costringerebbe a segnalazioni per sospette attività.

I migliori conti business di Giugno

Con il comparatore di SosTariffe.it potete conoscere quali sono i conti correnti aziendali che offrono le migliori condizioni a Giugno 2020. Per poter analizzare solo  queste soluzioni dovrete selezionare il pulsante che contiene il simbolo della cravatta.

I profili business saranno descritti per costo annuo del canone e servizi aggiuntivi proposti ai clienti. Uno dei punti fondamentali da considerare quando si sceglie il conto per l’impresa è il tasso di interesse applicato sulle somme in giacenza. Ci sono poi le condizioni su fidi e scoperti e le commissioni sulle operazioni e sui servizi di informazione su movimenti ed estratti conto.

I fattori da non trascurare sono anche quelli pratici, ad esempio il numero di filiali presenti nel territorio in cui si opera. Oppure la possibilità di gestire le principali operazioni tramite i canali digitali o il servizio di pagamenti POS con contacless o NFC (sistema di pagamento tramite device mobili).
Scoprite il conto più conveniente per la vostra impresa

La tutela dei depositi

Per poter tutelare i vostri risparmi aziendali è bene anche valutare se aprire un unico conto aziendale o suddividere gli importi in più soluzioni. Questo aspetto riguarda le attività già avviate e che abbiano depositati più di 100 mila euro.

I conti aziendali, così come quelli privati, sono tutelati dal Fondo interbancario per la tutela dei depositi fino a 100 mila euro. Le somme superiori in caso di fallimento della banca non sono garantite. Se doveste superare questi importi nel conto aziendale sarebbe quindi prudente pensare a come essere tutelati.

I migliori conti per imprese e professionisti

Questi sono alcuni degli aspetti a cui consigliamo di prestare la dovuta attenzione quando si apre un conto e si valutano le offerte dei differenti istituti. Ecco quali sono a Giugno le migliori offerte per aprire un conto corrente aziendale:

  • N26 Freelance
  • Conto Qonto

1. N 26 Freelance

La banca online tedesca N26 offre una soluzione a canone zero per i freelance. La sua soluzione è disponibile in due versioni business: You (con polizza viaggio Allianz inclusa) e Metal. Le caratteristiche dei conti aziendali sono:

  • bonifici online gratuiti
  • prelievi gratis in Italia e UE
  • canone annuo gratuito
  • limiti massimi di prelievo giornalieri 2.500 euro sia in Italia che all’estero
  • tetto massimo di prelievo mensile 20 mila euro
  • limite di pagamento con carte 5 mila euro al giorno e 20 mila al mese
  • bonifici in 19 valute straniere al tasso di cambio reale con TransferWise

I conti N26 possono essere aperti online in pochi minuti e senza spese di attivazione. La gestione del conto è totalmente digitale e sarà necessario scaricare l’app N26 e creare il proprio profilo per poter operare.
Attivate il conto N26 per freelance

Il conto N26 Business è riservato solo ai freelance, quindi a coloro che hanno partita IVA. Con questa offerta il cliente potrà ricevere anche una carta di debito N26 Business abilitata per i circuiti Mastercard. Come incentivo viene attivata la funzione cash back sugli acquisti effettuati con la carta di debito, in pratica per ogni spesa vi sarà riaccreditato lo 0,1% dell’importo.

Si potrà anche sfruttare l’opzione Spaces, questo servizio dà la possibilità di creare dei conti virtuali paralleli all’interno del conto per organizzare dei progetti di spesa. Questa applicazione può essere utilizzata per mettere da parte dei piccoli depositi giornalieri o mensili da dedicare all’acquisto di materiali o al pagamento di fornitori, permette inoltre di gestire i budget con i vostri collaboratori.

Per i profili business è anche attiva Regole, si tratta di un’altra funzione studiata per agevolare la gestione delle somme da destinare al pagamento delle tasse. Sarà possibile effettuare dei bonifici per mettere da parte gli importi stimati. Inoltre si potrà scaricare in modo molto semplice il pdf o csv del proprio estratto conto per il commercialista.

La differenza tra il conto Business base e i due conti You e Metal sta nei servizi aggiuntivi garantiti. Con You per esempio si ha incluso nel pacchetto anche una polizza per i viaggi di lavoro con Allianz. Con la versione Metal si otterranno anche un cash back dello 0,5% sugli acquisti effettuati con la carta abbinata al conto, un’assicurazione per il vostro smartphone e un canale prioritario per comunicare con il Servizio clienti.

2. Qonto

La seconda proposta di questo mese è il conto Qonto, questa soluzione è offerta in tre differenti versioni: Solo, Standard e Premium. Il primo è un conto che può essere utilizzato da un solo utente e ha un canone di 9 euro al mese che vi offrirà:

  • una carta di  debito One
  • 20 bonifici SEPA o addebiti diretti gratis (commissione sulle altre operazioni 0.50 euro)
  • sui bonifici in valuta estera commissione dell’1%
  • prelievi 1 euro

Le carte One vi consentono di effettuare pagamenti senza commissioni in area UE, all’estero invece la commissione sarà del 2% su ogni operazione. I limiti di prelievo sono di 1000 euro in un mese, mentre per i pagamenti si potrà arrivare fino a 20 mila euro. Essendo delle carte di debito si potrà spendere solo importi pre caricati sulla carta.

Scopri il conto aziendale Qonto

Con la soluzione Standard il canone mensile passa a 29 euro e le condizioni proposte saranno:

  • 5 utenti
  • 5 prelievi gratuiti (ogni extra 1 euro)
  • 2 carte di debito
  • 2 carte di debito virtuali
  • fino a 100 bonifici gratuiti
  • 0.40 euro per i bonifici e gli addebiti diretti aggiuntivi
  • possibilità di effettuare bonifici multipli

Con il Premium il canone sarà di 99 euro al mese, questa versione vi garantirà:

  • gestione consentita ad un numero illimitato di utenti
  • 5 carte di credito One
  • 5 carte virtuali
  • prelievi gratuiti illimitati
  • fino a 500 bonifici e addebiti gratuiti (0.25 euro per transazioni extra)
  • digitalizzazione conto spese

Sono inoltre previsti dei servizi extra come accessi personalizzati per amministratori, collaboratori e contabili. Si potrà contare su un’assistenza personalizzata e su funzioni per il pre inserimento dei bonifici anche da parte dei collaboratori.

Qonto consente ai nuovi clienti di testare le sue soluzioni per capire quale sia la più adatta alle proprie esigenze. La prova vi consentirà di utilizzare il conto gratis per 30 giorni e di decidere al termine del periodo se attivare o meno il contratto con questa banca.

Oltre alla carta One, che è il prodotto associato di default ai conti, Qonto offre altre due carte di debito con limiti di spesa più alti e commissioni più basse. Le altre carte sono la Plus e X, la prima ha un canone di 6 euro al mese e l’altra di 20 euro al mese.

Con Plus avrete un limite di spesa mensile di 40 mila euro, 5 prelievi gratis e  2 mila euro come tetto massimo di prelievo in contanti. Plus porta il limite di pagamento con la carta a 60 mila euro, 3 mila euro come soglia massima di contanti prelevabili  e aggiunge un numero illimitato di prelievi gratis.

Commenti Facebook: