Rete fissa TIM: consultazione pubblica sui prezzi di accesso, ecco cosa cambia

L'AGCOM ha approvato la consultazione pubblica per l'analisi dei mercati per l'accesso alla rete fissa TIM. La proposta sarà disponibile fino al 15/9/23. Servirà poi il parere dell'Antitrust e della Commissione europea

In 30 secondi

AGCOM approva la consultazione pubblica sui prezzi di accesso alla rete fissa di TIM
  1. La fibra FTTH viene considerata come parametro di riferimento per definire i prezzi delle diverse tecnologie. Per la prima volta viene preso in considerazione un periodo quinquennale (2024-2028)
  2. La consultazione durerà fino al 15/9/23. Per l'approvazione in via definitiva servirà l'ok dell'AGCM e la notifica alla Commissione Ue
Rete fissa TIM: consultazione pubblica sui prezzi di accesso, ecco cosa cambia

Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha approvato l’inizio della consultazione pubblica per l’analisi coordinata dei mercati per l’accesso alla rete fissa TIM ai sensi dell’art. 89 del Codice delle comunicazioni elettroniche. La decisione nasce anche a seguito della separazione legale dell’operatore introdotta con la nascita di Fibercop.

Rete fissa TIM: ok dell’AGCOM alla consultazione pubblica sui prezzi di accesso

Cosa cambia per la rete fissa TIM
Cosa è successo? AGCOM approva la consultazione pubblica per l’analisi dei mercati di accesso alla rete fissa di TIM
Cosa cambia? la fibra FTTH viene considerata come parametro di riferimento per definire i prezzi delle diverse tecnologie. Per la prima volta viene preso in considerazione un periodo quinquennale (2024-2028)
Quando le modifiche diventeranno effettive? La consultazione durerà fino al 15/9/23. Per l’approvazione in via definitiva servirà l’ok dell’AGCM e la notifica alla Commissione Ue

Il testo è stato approvato dall’AGCOM con il voto favorevole del Presidente e dei commissari Laura Aria, Massimiliano Capitanio e Antonello Giacomelli e con il voto contrario della commissaria Elisa Giomi. Nel documento è inclusa l’analisi non solo dei mercati dei servizi di accesso locale e di capacità dedicata all’ingrosso (ai sensi della raccomandazione n.2020/2245/Ue) ma anche di accesso centrale o bitstream (ai sensi della raccomandazione n.2014/710/Ue).

Dall’analisi emerge che l’evoluzione registrata nei mercati, in particolare in termini di copertura per la rete fissa TIM e degli altri operatori e di vendite dei servizi, ha permesso di allargare la dimensione geografica rispetto ai precedenti studi, di cui alle delibere n.348/19/Cons e n.333/20/Cons. Per la prima volta viene preso in considerazione un orizzonte quinquennale (2024-2028) in coerenza con gli obiettivi di stabilità e le predicibilità regolamentare richiesti dalla normativa europea e dal Codice delle comunicazioni elettroniche.

L’analisi ha confermato che il mercato dei servizi di accesso centrale all’ingrosso risulta competitivo e in quanto tale non è più suscettibile alla regolamentazione ex ante. Di conseguenza è stata rimossa la regolamentazione in capo a TIM. Per quanto riguarda i mercati dei servizi di accesso locale e di capacità dedicata all’ingrosso, è stato possibile individuare le aree del Paese pienamente concorrenziali in cui sono stati rimossi gli obblighi regolamentari a carico dell’operatore rispetto alle zone d’Italia in cui è stata confermata la posizione dominante di TIM unitamente alla controllata Fibercop. In queste aree sono state invece imposte misure di rimediali previste dal Codice delle comunicazioni elettroniche. Sono state individuate anche una serie di aree, definite Comuni contendibili, in cui la concorrenza è significativa ma non sufficientemente consolidata. Qui è stato ridotto il solo obbligo controllo dei prezzi per i servizi VULA, semi-VULA, full-GPON e semi-GPON a carico di TIM e Fibercop.

Il provvedimento stabilisce il livello dei prezzi di accesso alla rete fissa TIM per le diverse architetture, avendo come modello efficiente di riferimento per la determinazione dei suddetti valori la rete FTTH. Sono state aggiornate anche le previsioni per la regolamentazione del processo di decommissioning della rete in rame dell’operatore e favorire il passaggio degli utenti verso tecnologie di categoria superiore in un contesto di tutela per il mercato e consumatori. La proposta dell’AGCOM sarà sottoposta alla consultazione pubblica fino al 15/9/23. Alla sua conclusione, per poter essere adottata in via definitiva, servirà il benestare dell’Autorità garante della concorrente e del mercato (AGCM) e la necessaria notifica alla Commissione europea.

Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL
Abbiamo preso in carico la tua richiesta!
Un nostro esperto ti contatterà per aiutarti a trovare l'offerta giusta per te.

Le migliori offerte per la rete fissa TIM di giugno 2023

Offerte fibra di TIM Navigazione Chiamate Prezzo mensile
Premium Base fino a 1 Gbps in FTTH a consumo 25,90 €/mese
TIM WiFi Power Smart fino a 2,6 Gbps in FTTH illimitate 30,90 €/mese o 25,90 €/mese per chi è già cliente di TIM per la telefonia mobile

La rete fissa TIM in base alla copertura prevede diverse tipologie di connessione. Con le sue offerte fibra ottica potete navigare con un segnale stabile e veloce in oltre 1.500 Comuni in tutta Italia in FTTH (Fiber to the Home). In alterativa è disponibile la fibra misto rame o FTTC (Fiber to the Cabinet) fino a 300 Mbps in download in base alla distanza dell’abitazione dalla cabina stradale. Potete verificare gratis la copertura su SOStariffe.it.

Una delle offerte per la rete fissa TIM più convenienti è Premium Base con navigazione senza limiti fino a 1 Gbps in download e 300 Mbps in upload in FTTH. Sono inclusi anche chiamate a consumo (19 cent al minuto + 19 cent di scatto alla risposta) e l’attivazione pari a 240 euro suddivisi in 24 rate da 10 euro al mese. Il prezzo è di 25,90 euro al mese con domiciliazione e conto online.

TIM WiFi Power Smart invece include una connessione illimitata fino a 2,5 Gbps in download in FTTH (suddivisi tra porte Ethernet e Wi-Fi) con una latenza di appena 6 ms. Avete inclusi anche chiamate illimitate (solo acquistandola online), modem TIM Hub+ Executive e la protezione di TIM Safe Web Plus per tutti i dispositivi connessi. Il prezzo è di 30,90 euro al mese con domiciliazione e conto online mentre l’attivazione è gratuita se la si acquista entro il 30/6/23 invece di 39,90 euro. Se siete però già clienti di TIM per la telefonia mobile il prezzo è di 25,90 euro al mese con domiciliazione e conto online.

Scopri l’offerta fibra di TIM »

I clienti di TIM per la rete fissa e mobile possono anche attivare TIM Unica Power per avere Giga illimitati per gli smartphone di tutta la famiglia (massimo 6 SIM anche se non intestate al titolare della connessione di casa) al prezzo di 1,90 euro al mese, che vi verranno addebitati direttamente in bolletta. Avete inclusi anche altri vantaggi come l’acquisto a rate di due smartphone al prezzo di uno con primo pagamento dopo tre mesi (con vincolo di 24 mesi per la parte mobile) o di una seconda SIM con un’offerta TIM 5G Power a partire da 9,99 euro al mese. Potete anche attivare un abbonamento di 3 mesi a TIMVISION con Disney+ e 6 mesi di Amazon Prime (poi 9,99 euro al mese).

Fino al 29/7/23 potete aggiungere alla vostra offerta per la rete fissa TIM un abbonamento di 3 mesi a TIMVISION con un piano Standard di Netflix (visione in HD su due dispositivi in contemporanea senza pubblicità). L’offerta poi si rinnova a 12,99 euro al mese.

Se avete già l’ADSL e passate alla fibra fino a 2,5 Gbps potete rottamare la linea e il vecchio modem per avere uno sconto di 120 euro, suddivisi in 5 euro al mese per 24 mesi.