Mutui: la classifica dei più convenienti con tutti i costi

Secondo una recente ricerca condotta dall'Istituto tedesco Qualità e Finanza per CorrierEconomia, i mutui più convenienti di fine gennaio sono quelli offerti da Cariparma (gruppo Credit Agricole) e di Hello Bank, (banca virtuale di Bnl del gruppo Bnp Paribas). Lo studio ha analizzato tre profili di clienti e presso in considerazione i tassi effettivi, spese per istruttoria e perizia incluse.

Mutui: la classifica dei più convenienti con tutti i costi

Secondo i risultati dell’analisi, e considerando i tassi effettivi con le spese per istruttoria e perizia, a fine gennaio 2014 i mutui più convenienti sono stati quello di Cariparma per le banche tradizionali, e quello di Hello Bank per le banche online.

Lo studio di CorrierEconomia ha preso in considerazione tre profili di consumatori, analizzando tanto mutui a tasso fisso come variabile. Di seguito riportiamo alcuni dei principali risultati secondo i calcoli inclusi nell’indagine.

Miglior mutuo per un impiegato statale

L’indagine ha utilizzato come primo profilo quello di un impiegato statale, con reddito mensile di 2.800 euro, che chiede 140mila euro per finanziare in 20 anni l’acquisto di una casa da 230mila euro.

In questo caso non ci sono stati differenze significative tra le condizioni delle banche tradizionali e di quelle online. Per questo profilo, Cariparma prevede un tasso variabile del 3,05% e uno fisso del 5,43%; Webank è il miglior mutuo online in questo caso, con tassi d’interesse rispettivamente del 3,07% e del 5,44%.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Miglior mutuo per un lavoratore autonomo

Nello studio si è analizzato anche il caso di un lavoratore autonomo, ovvero in possesso di partita Iva, con reddito familiare di 3.000 euro mensili che chiede 170mila euro per acquistare la stessa casa di 230mila euro. I risultati sono stati gli stessi che per il lavoratore statale.

E’ importante però sottolineare che oggigiorno questo soggetto troverebbe moltissime difficoltà in accedere a questo mutuo senza ulteriori garanzie.

In effetti, per i lavoratori autonomi la fase istruttoria è difficile da superare; come spiegato dall’indagine, il valore Ltv (loan to value, rapporto tra prestito e garanzia ipotecaria) è del 74%, e quindi al di sotto del massimo consentito dalla legge bancaria (80%) ma comunque troppo vicino alla soglia. In più, il rapporto tra rata mensile e reddito (per il mutuo a tasso fisso oltrepassa i 1.000 euro) raggiunge il 33%, un valore per il quale le banche rifiuterebbero la richiesta.

Nel caso del tasso variabile, la rata non supererebbe i 200 euro, ma molte banche temono un aumento dei tassi e perciò si fanno i calcoli sempre sul tasso fisso.

Migliori mutui per un giovane single con lavoro a tempo indeterminato

Il terzo profilo analizzato è quello di un giovane single che guadagna 1.700 euro al mese e ha un posto a tempo indeterminato in banca. Questo soggetto vorrebbe richiedere 70mila euro da rimborsare in 25 anni per comprare un piccolo appartamento in città che costa 100mila euro.

Per questo caso il valore Ltv è elevato ma non ci sono particolari problemi perché la rata è affrontabile; nel caso del mutuo a tasso fisso si aggirerebbe intorno ai 400 euro mensili. Tra le banche tradizionali la miglior proposta è quella della Popolare di Novara con un ottimo tasso fisso del 5,14%; volendo rivolgersi ad una banca online, il miglior mutuo è di Hello Bank, con un fisso di quasi 40 centesimi in più rispetto l’offerta della Popolare di Novara.

Infine, lo studio ha stabilito una classifica finale, sulla base della media dei tassi praticati per i tre profili e così i migliori sono stati, come già detto, Cariparma e Hello Bank.

Commenti Facebook: