Monoraria e bioraria: la doppia opzione dell’energia elettrica

Al momento della stipula di un nuovo contratto di energia elettrica per cambio fornitore o per nuova erogazione due sono le proposte che ci si trova davanti, che rappresentano le due macro categorie delle forniture elettriche ossia le tariffe monorarie e biorarie.

Tale suddivisione nelle tariffazioni di erogazione dell’energia elettrica è stata introdotta con la liberalizzazione del mercato relativo alla fornitura dell’energia che ha consentito di differenziare le varie proposte commerciali in base alle tipologie di servizio proposto.

Riassumendo: se prima della liberalizzazione del mercato l’energia elettrica aveva un costo fisso indipendentemente dalla tipologia e orario di erogazione ora si può scegliere a quale mercato far riferimento andando quindi a selezionare la tariffa più conveniente e l’offerta che ci permette di risparmiare di più sui consumi domestici. Il comparatore gratuito di SOS Tariffe mette a disposizione tutte le informazioni relative ai contratti più vantaggiosi che si possono stipulare in questo periodo permettendovi di selezionare quelli più adatti alle vostre esigenze per costo e tipologia.

confronto tariffe energia elettricaQuali sono le principali differenze?

Tariffa monoraria

La tariffa monoraria prevede l’erogazione di energia elettrica ad un unico prezzo indipendentemente dall’orario e dal giorno della settimana di erogazione. Queste tariffe hanno il vantaggio di permettere di non spendere troppo se si utilizzano elettrodomestici nelle ore centrali della giornata caratteristica che ovviamente cambia per le tariffe biorarie. Per attivare una tariffa monoraria è indispensabile passare al mercato libero dell’energia in quanto per il mercato a maggior tutela sono previste solo tariffe biorarie.

Quando conviene una tariffa monoraria?

Una tariffa monoraria per l’erogazione di energia ha evidenti vantaggi per chi sta molto in casa e utilizza elettrodomestici in tutte le ore del giorno. Con questa tariffa infatti si va a stabilire un prezzo fisso per l’energia permettendo quindi di non avere picchi di spesa in determinati orari.

Tariffa bioraria

La tariffa bioraria è senza dubbio quella più diffusa tra chi è titolare di una fornitura di energia elettrica visto anche il decreto leggere del gennaio 2012 che prevede il passaggio a biorarie standard (ossia l’energia viene a costare meno nei fine settimana e nelle ore serali con un rincaro per le ore centrali della giornata) di tutte le tariffe facenti riferimento al mercato a maggior tutela (ossia che non risente delle variazioni di costo dell’energia ma fa invece riferimento ad un prezzo stabilito dall’Autorità per l’Energia).
I requisiti per poter usufruire dei vantaggi di una tariffa bioraria sono pochi ossia è sufficiente essere titolare di una fornitura e avere installato un contatore di nuova generazione in grado di monitorare gli orari di consumo dell’energia.

Quando conviene una tariffa bioraria?

La tariffa bioraria è senza dubbio l’ideale per lavoratori che comunque non sono in casa durante la giornata e quindi concentrano nelle ore serali i consumi di energia e l’utilizzo di elettrodomestici. Oltre alle tariffe borarie esistono anche tariffe multiorarie con ulteriori suddivisioni per fasce di consumo. Il vantaggio delle tariffe biorarie è tangibile nel momento in cui andiamo ad assecondare i nostri consumi quindi è opportuno fare un’accurata analisi delle proprie abitudini energetiche prima di procedere al cambio di tariffa.

Confronta tariffe Energia Elettrica

Quali sono le offerte più vantaggiose disponibili ad oggi?confronto tariffe luce

Per definire vantaggiose delle offerte non si può procedere al mero confronto dei prezzi ma prendere in considerazione le abitudini di consumo e le tipologie di energia di cui si ha bisogno.

Il comparatore gratuito messo a disposizione da SOS Tariffe consente di confrontare le varie tariffe a disposizione permettendo anche di scegliere in base ai tagli di consumo e in base a tutte le altre segmentazioni energetiche possibili.

Andiamo a vedere in base ai fornitori quali sono le tariffe più convenienti:

Enel Energia

Enel propone varie tipologie di contratto che fanno riferimento sia al libero mercato che a quello a maggior tutela e che permettono di scegliere fra diversi “tagli” di consumo. Oltre alle tariffe monorarie e biorarie a disposizione interessanti sono anche quelle che prevedono la’pprovigiaonmaneto energetico da fonti di energia rinnovabili (ossia green).

Confronta tariffe Enel

 

Edison

Anche Edison suddivide la sua proposta per fasce di consumo consentendo quindi di scegliere la tipologia di servizio più indicata. Tra le tariffe monorarie e biorarie da non perdere sono quelle che prevedono zero spese di attivazione e che offrono numerosi vantaggi agli utenti che scelgono di attivarle via web.

Confronta tariffe Edison

Eni

A prezzo bloccato sono le offerte attualmente attivabili per Eni che prevedono una tariffa monoraria e una bioraria indicizzata AEEG.

Confronta Tariffe ENI

a2a energia

Interessanti sono le tariffe di a2a che consentono di assicurarsi le forniture di energia verde in base a due tipologie di tariffe ossia monoraria e bioraria.

Confronta Tariffe a2a

DSE

Anche DSE punta all’energia green per le sue tariffe che si differenziano fra loro per quantità di energia erogata e che prevedono vantaggi esclusivi per chi attiva la fornitura interamente via web.

Confronta tariffe DSE

Acea

Interessanti anche le proposte di Acea alcune delle quali includono nell’erogazione dell’energia anche la polizza per gli impianti.

Confronta Tariffe Acea

Scegliere il giusto fornitore può aiutarci a risparmiare notevoli somme nell’arco dell’anno per questo è fondamentale prendere in considerazione tutte le possibilità del mercato. Buona scelta e buona fornitura!

Commenti Facebook: