Il bonus mobilità si può spendere su Amazon?

Una guida completa al nuovo bonus mobilità, questo incentivo è stato creato con il Decreto Rilancio ma la piattaforma per ottenere i rimborsi e gli sconti, fino a 500 euro, è stata resa disponibile dal 3 Novembre. Ecco in quali negozi fisici e virtuali è possibile acquistare le bici, i monopattini e gli altri prodotti con il voucher del Governo

Il bonus mobilità si può spendere su Amazon?

Il 3 Novembre in poco meno di 24 ore sono andati esauriti i fondi messi a disposizione dallo Stato per acquistare bici, monopattini, o servizi di mobilità condivisa. Il Governo,  tra le misure per il sostegno alle famiglie durante l’emergenza Covid, nel Decreto di Maggio 2020 ha introdotto un indennizzo pari al 60% della spesa sostenuta per acquistare veicoli o abbonamenti a mezzi di mobilità alternativa.

  • Tra i prodotti per cui è possibile ottenere un rimborso, fino al massimo di 500 euro per cittadino, ci sono:
  • bici elettriche
  • biciclette tradizionali
  • bici a pedalata assistita
  • hoverboard
  • segway
  • servizi di sharing (esclusi quelli delle automobili)
  • monopattini

La misura è stata stabilita per incentivare gli utenti a muoversi con mezzi alternativi in modo da decongestionare gli autobus, i tram e le metropolitane. Nelle grandi città il sovraffollamento sui mezzi di trasporto pubblico è stato un veicolo di contagio, supportare i cittadini nell’acquisto di mezzi ecologici e per lo spostamento di singoli o piccoli gruppi è uno dei motivi ufficiali dell’introduzione del bonus.

Rinnovo del bonus con la Legge di Stabilità 2020

I 215 milioni di euro previsti nel Decreto di Maggio sono stati già richiesti dai cittadini, il 3 Novembre l’apertura della piattaforma buonomobilita.it ha visto nel giro di 24 ore andare esauriti i fondi destinati ai voucher o ai rimborsi. Il Ministero dell’Ambiente ha invitato chi non fosse riuscito ad ottenere il corrispettivo dell’acquisto effettuato, o a prenotare il proprio sconto, a conservare le fatture.

Nella nuova Legge di Bilancio, che dovrà essere approvata entro la fine dell’anno, il Governo prevede di rinnovare il bonus trovando nuove coperture. Come si legge anche nel messaggio che appare collegandosi alla piattaforma dedicata agli indennizzi: “Il Ministero dell’Ambiente considera strategiche le politiche di incentivo alla mobilità sostenibile ed in particolare alla mobilità dolce che consente di soddisfare le esigenze di mobilità in ambito urbano con minimi o nulli impatti ambientali. Per tali motivi il Ministero dell’Ambiente è impegnato nel reperire ulteriori risorse da appostare per l’annualità 2020 del Programma sperimentale buono mobilità”.

Come funziona il voucher mobilità 2020

I cittadini che tra il 4 Maggio e il 2 Novembre abbiano acquistato un mezzo di trasporto alternativo (compreso nella lista descritta in precedenza) potranno ottenere un rimborso della spesa pari al 60% del costo del prodotto. Il Governo ha posto un tetto massimo degli indennizzi di 500 euro per singolo richiedente. Sono previsti 3 tagli del voucher, da 150, 300 o 500 euro a seconda del mezzo che si decida di comprare.

In realtà, nel Decreto Rilancio questo contributo è previsto sia sotto forma di rimborso per un acquisto già effettuato che come sconto su una compera futura. Per poter richiedere l’indennizzo è necessario che chi ne fa domanda fornisca le proprie credenziali SPID, che risieda in Italia e sia maggiorenne e che presenti i documenti d’acquisto del prodotto.

La formula di sconto diretto prevede che l’utente scarichi dalla piattaforma del Ministero dell’Ambiente il voucher digitale che dovrà poi fornire al negoziante o inserire online. Sia gli esercenti fisici che le piattaforme di e-commerce sono dei canali d’acquisto validi per spendere il bonus mobilità 2020.

Per poter ricorrere alla seconda forma di bonus, quella diretta, è necessario scaricare app, il cittadino in fase di richiesta del voucher dovrà anche indicare quale mezzo o servizio vuole acquistare con il bonus. Si potrà poi presentare il buono al proprio negoziante o inserire il codice online.

I beneficiari del bonus mobilità

Hanno diritto a ricevere fino a 500 euro di sconto per l’acquisto di bici, monopattini, segway, hoverboard o abbonamenti ai servizi di mobilità condivisa i cittadini:

  • maggiorenni
  • residenti in un capoluogo di Regione o Provincia o in Città metropolitana
  • oppure, chi risiede in un comune con una popolazione superiore a 50 mila abitanti

In Italia sono state istituite lo scorso anno 14 città metropolitane, si tratta delle maggiori città della Penisola. Ecco quali sono:

  • Bari
  • Bologna
  • Cagliari
  • Catania
  • Firenze
  • Genova
  • Messina
  • Milano
  • Napoli
  • Palermo
  • Reggio Calabria
  • Roma
  • Torino
  • Venezia

Spendere il bonus nei negozi fisici

Sul portale del Ministero dell’Ambiente, buonomobilita.it/esercente/ è disponibile l’elenco completo dei negozi che hanno aderito all’iniziativa del Governo. Recandosi da questi esercenti quindi si potrà ottenere l’applicazione dello sconto diretto, oppure avendo la fattura di un negozio aderente al programma del bonus si potrà ottenere il rimborso.

Secondo i dati forniti dell’ente ministeriale sono presenti sulla piattaforma più di 500 negozi tra fisici e e-commerce.Tra le maggiori catene che danno la possibilità di spendere il voucher ci sono Autogrill, Amazon, Decathlon, Euronics, Expert, Mediaworld,  Trony, Unieuro et al.

I cittadini potranno individuare il negozio più vicino a casa inserendo il nome del proprio comune.

Cosa si può acquistare con il buono mobilità

Tra poco vedremo qual è la procedura da seguire sulla piattaforma Amazon per spendere il proprio buono. Prima però ecco in dettaglio quali sono i prodotti per cui è previsto il rimborso fino a 500 euro da parte del Ministero dell’Ambiente.

Nel decreto attuativo che ha fatto seguito al Decreto Rilancio è specificato con chiarezza che il rimborso o il voucher potrà essere speso entro il 31 Dicembre per gli acquisti effettuati tra il 4 Maggio 2020 e fine anno.  Tra la generazione del buono dal sito e l’utilizzo del voucher non potranno trascorrere più di 30 giorni, se si supera questo termine il buono verrà annullato.

I prodotti compatibili con il bonus mobilità sono:

  • biciclette elettriche o a pedalata assistita, fino a 1000 watt
  • handbike
  • segway o hoverboard
  • biciclette usate o tradizionali
  • monopattini elettrici o tradizionali
  • servizi di bike sharing, monopattini in condivisione o segway

Il Decreto esclude gli abbonamenti e le spese sostenute per utilizzare il car sharing cittadino.

Come spendere il bonus su Amazon

L’e-commerce americano ha una pagina intera dedicata al buono mobilità in cui fornisce delle precise istruzioni per ottenere lo sconto diretto sull’acquisto o per avere i documenti necessari per richiedere il rimborso.

Iniziamo da questa seconda eventualità, la pratica per avere l’indennizzo previsto richiede che il cittadino presenti la fattura dell’acquisto. Dopo aver verificato con attenzione che il prodotto comprato sia tra quelli idonei a beneficiare del buono si dovrà procedere alla stampa della ricevuta, se non lo si è fatto in precedenza.

La procedura per stampare il documento per un acquisto fatto su Amazon è la seguente:

  • accedi al profilo personale
  • clicca sui Miei ordini
  • seleziona l’ordine (si può anche utilizzare la funzione di ricerca per far prima)
  • apparirà tra le altre opzioni in alto a destra, Fattura/Ricevuta
  • cliccate su Stampa la fattura o la ricevuta d’acquisto

In caso si voglia invece sfruttare lo sconto diretto la strada da seguire è un’altra. Dopo aver scaricato il proprio voucher personale (da 150, 300 o 500 euro) sulla piattaforma buonomobilita.it ci si potrà collegare ad Amazon. Si dovrà quindi convertire il voucher in un buono Amazon e spenderlo entro il termine previsto (un mese dalla generazione sul sito del Ministero).

Amazon invita a fare attenzione al prodotto selezionato per l’acquisto, infatti la piattaforma vende sia direttamente che facendo da intermediario tra l’utente e altri e-commerce e negozi fisici. Il cliente dovrà quindi fare attenzione a che il venditore del prodotto sia tra quelli presenti nell’elenco del Ministero o che il veicolo selezionato sia venduto da Amazon.

I veicoli disponibili sulla piattaforma e idonei con il bonus sono:

  • bici tradizionali o elettriche (sia pieghevoli che non)
  • monopattino
  • segway
  • monowheel
  • hoverboard

Bonus anche a chi rottama i vecchi veicoli

Ancora non è stato definito il decreto attuativo che riguarda le rottamazioni di vecchi veicoli sia elettrici che tradizionali , ma nel Decreto Rilancio è prevista anche la possibilità di avere un indennizzo per queste operazioni. Per quel che riguarda questa parte del bonus il rimborso o lo sconto partirà dal 1° Gennaio 2021 per chi deciderà di cambiare le vecchie bici (o uno degli altri prodotti idonei al bonus) con veicoli nuovi. I termini di scadenza di questa opzione del bonus parlano del 31 Dicembre 2024.

Si potrà richiedere l’indennizzo rottamazione per le bici etc. che siano state rottamate tra Ottobre 2019 e Maggio 2020 o dal 1° Gennaio 2021 e il 31 Dicembre 2021. Nel documento il Governo ha specificato: “Il bonus potrà essere richiesto a partire dal 1 gennaio 2021 attraverso un’applicazione web. I veicoli la cui rottamazione dà diritto al bonus sono le autovetture fino alla classe Euro 3 o motocicli fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi“.

Potranno richiedere questo bonus ulteriore anche i cittadini che abbiano già utilizzato il bonus mobilità.

In breve, bonus mobilità 2020

Il bonus mobilità voluto dal Decreto Rilancio è rivolto a tutti i cittadini con residenza in Italia che sostituiscano la vecchia bici o i mezzi di mobilità alternativa a 1 o 2 ruote con un nuovo veicolo (sempre a 1 o 2 ruote) entro la fine del 2020. L’indennizzo previsto dallo Stato va da 150 a  500 euro per singolo richiedente a seconda del prodotto acquistato. Per chi decide di rottamare la vecchia bici o un altro dei prodotti idonei con il bonus mobilità entro il Dicembre 2024 è previsto un secondo contributo.

I prodotti per cui si può ottenere l’aiuto statale all’acquisto sono:

  • bici elettrica o a pedalata assistita (fino a 1000 watt)
  • bici tradizionale (nuova o usata)
  • monopattino elettrico o tradizionale
  • segway
  • servizi di mobilità condivisa

Gli acquisti possono essere effettuati online o nei negozi fisici, per controllare quale sia l’esercente più vicino a voi è disponibile un elenco interattivo sul sito del buono mobilità. Lo Stato restituirà ai cittadini il 60% della somma spesa per comprare uno dei prodotti green, il rimborso massimo potrà essere di 500 euro per persona.

Il bonus può essere richiesto da chi ha la residenza in una delle 14 città metropolitane italiane, nei capoluoghi di Provincia o di Regione e nei comuni che contano più di 50 mila abitanti. Per procedere alla richiesta del contributo è necessario essere in possesso del proprio SPID. L’identità digitale può essere richiesta sul sito di Poste Italiane o presso uno dei provider convenzionati. Una volta scaricato il voucher si avranno 30 giorni per spenderlo.

Commenti Facebook: