Bollette gas, ancora aumenti? Le previsioni per Gennaio 2022

A partire dal 1° gennaio 2022 sono entrate in vigore le nuove condizioni tariffarie per le forniture di luce e gas. Come già preannunciato nelle scorse settimane, per effetto di quest'aggiornamento, comunicato da ARERA a fine dicembre, è previsto un notevole rincaro delle bollette per i consumatori. Di seguito, andremo ad analizzare la situazione relativa alle bollette del gas dei prossimi mesi e cosa è cambiato, in particolare, per i clienti del mercato tutelato a partire dall'inizio del nuovo mese di gennaio. Successivamente, andremo a vedere come fare per tagliare le bollette del gas e ottenere un risparmio per i prossimi mesi.

Bollette gas, ancora aumenti? Le previsioni per Gennaio 2022

Sul finire del mese di dicembre, ARERA ha annunciato il nuovo aggiornamento delle condizioni tariffarie delle forniture di luce e gas. Per effetto di tale aggiornamento, si registra un aumento del +55% per la bolletta dell’energia elettrica e del +41,8% per la bolletta del gas rispetto all’ultimo trimestre del 2021 per la “famiglia tipo” (consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica, con potenza impegnata di 3 kW, e consumo annuo di 1400 Smc di gas naturale) in regime di maggior tutela.

Di seguito andremo ad analizzare, in particolare, i rincari relativi alla bolletta del gas. Durante questi mesi invernali, infatti, le bollette del gas raggiungeranno valori da record con rincari davvero elevati per le famiglie. Fortunatamente, è possibile valutare una serie di soluzioni per ridurre i costi del gas e, quindi, alleggerire le bollette. Ecco tutto quello che c’è da sapere:

Bollette del gas: il costo dell’energia raggiunge valori record a gennaio 2022

La costante crescita delle quotazioni del gas naturale sul mercato all’ingrosso si traduce in nuovi rincari in bolletta. Tali rincari verranno attenuati dai provvedimenti del Governo che, anche per il primo trimestre del 2022, ha confermato il taglio degli oneri di sistema e la riduzione al 5% dell’IVA andando, inoltre, a potenziare il Bonus Gas per le famiglie meno abbienti (tale bonus si traduce in uno sconto in bolletta). Come abbiamo visto nell’introduzione, per la famiglia tipo, l’aumento della bolletta a partire dal mese di gennaio è pari al +41.8%.

Per i clienti la cui fornitura è in regime di Maggior Tutela (noto anche come “mercato tutelato”), il nuovo prezzo della materia gas naturale che verrà applicato al gas utilizzato a partire dal 1° gennaio 2022 è pari a 0,921641 €/Smc. Il rincaro è elevatissimo. Fino allo scorso 31 dicembre 2021, infatti, per i clienti in tutela il prezzo della materia prima gas naturale era pari a 0,541416 €/Smc. In sostanza, il gas naturale, da questo mese di gennaio, presenta un costo molto più elevato. Questa crescita si tradurrà in un forte incremento dell’importo finale delle bollette.

L’impatto di tale crescita sull’importo effettivo delle bollette sarà significativo e, chiaramente, per le famiglie che registrano consumi particolare elevati si tradurrà in decine di euro in più al mese da pagare. Per i clienti del Mercato Libero, invece, il rincaro del prezzo della materia gas naturale arrivato per chi ha una fornitura nel mercato tutelato non si registrerà. Chi ha una fornitura nel Mercato Libero con prezzo bloccato, infatti, non registrerà modifiche al costo della materia gas naturale.

Chi, invece, ha una fornitura con prezzo variabile potrebbe registrare delle modifiche in base all”indice di riferimento utilizzato dal proprio fornitore (solitamente viene utilizzato l’indice TTF ma alcune offerte utilizzando il prezzo ARERA come riferimento). Per maggiori dettagli, quindi, si consiglia di contattare il Servizio Clienti del proprio fornitore per verificare il nuovo prezzo dell’energia applicato dal mese di gennaio.

Come risparmiare con le migliori offerte gas di gennaio 2022

Per poter ottenere il massimo risparmio sulle bollette del gas diventa fondamentale ridurre al minimo il costo della materia gas naturale che, come sottolineato in precedenza, è ora pari a 0,921641 €/Smc per i clienti del mercato tutelato. Chi è nel mercato tutelato deve passare al Mercato Libero scegliendo una tariffa che garantisca un prezzo della materia gas naturale inferiore a quello applicato ai clienti in regime di Maggior Tutela e valido fino al prossimo 31 marzo 2022.

Per chi ha una fornitura del Mercato Libero già attiva, invece, è importante verificare l’attuale prezzo della materia prima gas naturale e, successivamente, consultare le migliori offerte gas disponibili a gennaio 2022 per verificare gli effettivi margini di risparmio a disposizione. Nonostante i rincari e la delicata condizione del mercato energetico a livello europeo, i margini di risparmio sono notevoli.

Per poter individuare le migliori soluzioni disponibili sul mercato è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte gas, disponibile cliccando sul link qui di sotto oppure scaricando l’App di SOStariffe.it, disponibile su smartphone e tablet Android, iPhone ed iPad. Con la comparazione online sarà facile individuare le tariffe più vantaggiose e risparmiare sulle bollette.

Scopri qui le migliori offerte gas »

Il confronto online delle offerte funziona in modo molto semplice. Per avere un quadro dettagliato e preciso in merito alla spesa che si registrerà con l’attivazione di una determinata tariffa, infatti, è sufficiente inserire il dato relativo al consumo annuo della propria fornitura. Tale dato è disponibile direttamente in bolletta oppure tramite l’area clienti o l’app del sito del proprio fornitore. In alternativa, è possibile utilizzare il tool di calcolo integrato nel comparatore per stimare il dato sul proprio consumo annuo.

Inserendo questo dato, il comparatore effettuerà una stima di spesa annuale che si registrerebbe andando ad attivare ogni singola tariffa gas presente sul Mercato Libero. I dati verranno confrontati con la stima di spesa attesa per il mercato tutelato e verranno poi ordinati in base alla loro convenienza per l’utente. Per ogni tariffa, inoltre, è possibile analizzare nel dettaglio le caratteristiche a partire dalla presenza del prezzo bloccato o variabile e fino ad arrivare ad altri bonus che il fornitore potrebbe proporre.

Per ottenere assistenza nella scelta di una nuova tariffa gas è possibile chiamare al numero 02 5005 222 per parlare gratuitamente e senza impegno con un consulente di SOStariffe.it che si occuperà di fornire tutte le informazioni utili in merito all’attivazione ed alla scelta di un’offerta gas. In alternativa, è possibile utilizzare, direttamente dal comparatore, il servizio Analisi della Bolletta che consente all’utente di inviare, gratuitamente e senza impegno, una bolletta in formato digitale al team di SOStariffe.it. In breve tempo, un consulente valuterà i dati di consumo dell’utente andando a proporre le migliori tariffe da attivare.

Come tagliare anche la bolletta della luce

Quanto detto per il gas naturale vale anche per l’energia elettrica. Anche per questa fornitura energetica, infatti, da gennaio 2022 si è registrata una vera e propria stangata in bolletta con un rincaro notevolissimo rispetto al mese di dicembre 2021. Per i clienti in regime di Maggior Tutela, infatti, il nuovo prezzo della materia energia è di 0,35485 €/kWh (tariffa monoraria) oppure 0,38313 €/kWh e 0,34021 €/kWh (rispettivamente F1 e F23 per una tariffa bioraria). Il rincaro rispetto al quarto trimestre del 2021 è enorme.

Fino al 31 dicembre 2021, infatti, il prezzo della materia energia era di 0,20474 €/kWh (tariffa monoraria) oppure era pari a 0,21876 €/kWh e 0,19748 €/kWh (tariffa bioraria). È chiaro, quindi, che ci troviamo di fronte ad una situazione in cui il costo dell’energia elettrica per i clienti del mercato tutelato ha raggiunto veri e propri picchi. Esattamente come visto per il gas, i clienti del Mercato Libero dovranno verificare il prezzo attuale dell’energia applicato dal proprio fornitore per verificare la necessità di attivare una nuova offerta.

Per individuare le tariffe migliori del momento è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce:

Scopri qui le migliori offerte luce »

Come per il gas, sarà necessario fornire una stima del proprio consumo annuo (anche in questo caso il dato è disponibile in bolletta) in modo da poter individuare con la massima precisione quelle che sono le tariffe più vantaggiose disponibili in questo momento in rapporto al proprio consumo effettivo.

 Cosa serve per attivare nuove offerte luce e gas

L’attivazione di nuove tariffe luce e gas, scelte tra le soluzioni più convenienti sul mercato, avviene direttamente online, tramite una procedura di sottoscrizione accessibile dal sito del fornitore scelto. Per completare l’attivazione di un nuovo contratto servirà fornire i seguenti dati:

  • dati anagrafici dell’intestatario della fornitura
  • dati della fornitura e, in particolare, il codice POD (per l’energia elettrica) e il codice PDR (per il gas naturale); tali codici sono riportati in bolletta
  • dati di pagamento (per la domiciliazione bancaria sarà necessario fornire l’IBAN del proprio conto corrente)
  • dati di contatto

Per completare l’attivazione effettiva della fornitura sarà necessario attendere alcune settimane dopo il completamento della procedura di sottoscrizione online. Una volta completato tutto l’iter, si inizieranno a sfruttare le condizioni tariffarie più vantaggiose stabilite dal nuovo fornitore e si avrà, quindi, la concreta opportunità di ridurre al minimo i costi della bolletta. Ricordiamo che per tutta la durata della procedura è garantita la continuità della fornitura di energia e non è necessario cambiare forniture.