Aumentano i costi per le operazioni bancarie

Arrivano altri rincari per le operazioni sui conti correnti, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera Economia: molte procedure, dalle bollette al prelievo di denaro contante allo sportello, potranno infatti aumentare per una media del 20% in più rispetto alle tariffe del 2012.

Conti
Secondo una ricerca dell'Università Bocconi, cattive notizie per i correntisti

Secondo la ricerca condotta dall’Università Bocconi, quest’anno pagare le bollette allo sportello costerà 3 euro, con un aumento del 20% rispetto ai 2,5 euro del 2012; il prelievo allo sportello e non al Bancomat porterà invece un addebito di 2 euro contro i precedenti 1,5 euro. Rincari anche per l’elenco dei movimenti sul proprio conto corrente, per il prelievo dal Bancomat di un’altra banca (anche se qui l’aumento è molto piccolo, di 10 centesimi) e per i bonifici. Rimangono identici soltanto i costi per i bonifici online, la commissione per saldare la rata del mutuo e il pagamento delle tasse con il modello F24 (ancora gratuito).
Confronta offerte conti deposito
I nuovi aumenti fanno da contraltare alla situazione più rosea per i conti deposito, che dall’inizio dell’anno hanno visto l’abolizione dell’imposta di bollo fissa: una situazione che potrebbe quindi spingere a rivalutare il proprio profilo d’investimento, almeno da parte dei piccoli risparmiatori (sopra la soglia di circa 17.000 euro, infatti, l’aumento della tassazione e del tetto massimo di pagamento rende i conti deposito meno convenienti di quanto non fossero lo scorso anno).

Commenti Facebook: