Disdetta TIMvision

TIMvision è una tipologia di televisione streaming e on demand piuttosto particolare nel mercato italiano, perché si tratta dell’unico esempio, fino ad ora, in cui un operatore telefonico fisso e mobile propone un servizio di proprietà ai suoi utenti. Se l'obiettivo è quello di effettuare la disdetta TIMVision allora è utile seguire questa guida. 

Disdetta TIMvision
Confronta le offerte
TV in Streaming

Finito il mese di prova gratuito offerto da TIMvision non volete rinnovare il servizio oppure la programmazione non è più di vostro gradimento, ecco come disdire l’abbonamento alla tv on demand.

Cos’è TIMvision?

TIMvision è il servizio di televisione in streaming solitamente disponibile a titolo gratuito con tutte le offerte TIM per Internet Casa.

Sottoscrivere una di queste tariffe Internet Casa dà diritto all’accesso su qualsiasi dispositivo compatibile, tra smart TV, smartphone, tablet, PC e TV tradizionali (con il supporto di TIM Box, Chromecast, tablet e smartphone).

Ecco l’elenco dei dispositivi compatibili:

  • iOS 8.1 e superiori

  • Android dalla versione 5.0 in poi

  • Pc con Windows XP e successivi (il player Silverlight è un plugin che deve essere installato e abilitato nel browser e Adobe Flash Player) e Mac con sistema operativo da 10.4.11 in poi. Sul sito sono anche specificati i browser che supportano il servizio:

    • Firefox (vers. 60)

    • Chrome (vers. 60)

    • IE (vers. 11)

    • Edge (vers. 15)

    • Safari (vers. 10) 

  • Smart TV  Samsung (modelli 2014 e successivi), Smart TV LG (con sistema WEBOS), Smart TV Hisense e Smart TV Android.

  • Oppure con utilizzo del decoder o della Chromecast, o ancora con la console dell’X Box One si possono utilizzare anche altri device.

I decoder TIMvision

Con questo servizio infatti Tim propone anche un decoder opzionale (con canone mensile anche per chi ha un’offerta TIM Smart) che consente di visualizzare i contenuti del servizio su qualsiasi televisore, con tanto di comandi vocali e di alta definizione.

Le caratteristiche di questi nuovi dispositivi riassunte da TIM sono:

Si può scegliere tra tre differenti decoder al momento: TIMvision base, TIMvison Android Tv e TIMvision Box. Mentre il primo è un classico decoder, il TIMvision Android si ha anche accesso al pacchetto Entertainment che comprende musica e videogiochi e il Box oltre a tutto questo include la possibilità di collegarsi al sistema di domotica Smart Home.

  • Sistema operativo Android TV che consente l'accesso alle app di Google Play

  • Digitale terrestre integrato a standard DVBT2 di ultima generazione

  • Telecomando bluetooth per la ricerca vocale

  • Memoria di 32 GB

  • Processore che permette alte performance a supporto dello streaming, del gaming e di tutte le funzionalità multimediali avanzate

  • Connettività Wi-Fi dual band 2,4/5GHz: migliore copertura, velocità e stabilità necessari per i servizi video in alta definizione e per l’intrattenimento digitale

  • 4K

Gli altri servizi e l’offerta

Tra i servizi aggiuntivi di questa televisione on demand c’è anche il Parental control. Si tratta del filtro che permette di gestire i contenuti secondo le esigenze familiari o del singolo. Si usa in modo semplicissimo, basta selezionare un profilo a scelta tra rosso, giallo e verde. I colori indicano rispettivamente:

  • Rosso – Per adulti. Vedi senza PIN tutti i contenuti

  • Giallo – Minori accompagnati

  • Verde – Per tutti.

Alla consegna il decoder avrà il Parental control impostato sul livello giallo cioè quello per minori accompagnati e che blocca i contenuti per soli adulti (dovrete sbloccarli inserendo il PIN).

In tutto TIMvision offre circa 8.000 titoli tra film, serie tv, cartoni animati, documentari e così via, oltre alla visione dell’ultima settimana del palinsesto dei principali Canali Rai e La7.

TIMvision è comunque disponibile come abbonamento anche per chi non ha un’offerta TIM Smart, a un canone che solitamente è di 5 euro al mese con varie promozioni che non fanno pagare il primo rinnovo.

I metodi di pagamento tra cui si può scegliere sono: carte di credito o addebito sul conto corrente, oppure c’è anche l’addebitamento sul conto Telecom se avete linea fissa o promozioni ASDL o fibra attivate con TIM. Il tipo di pagamento selezionato andrà ad influenzare le procedure da seguire in caso di cessazione del servizio.

Come effettuare la disdetta TIMvision

Nel caso non si volesse più usufruire dell’offerta TIMvision (se questa non è legata a una tariffa TIM Smart) è possibile provvedere alla sua disattivazione. Ecco i passi da seguire per la disdetta TIMvision:

  • Collegarsi al proprio Profilo sul sito di TIMvision

  • Selezionare “Strumenti di pagamento/Carta di Credito

  • Cliccare su “Rimuovi Carta/Disattiva abbonamento

Un’alternativa è quella di chiamare il numero verde 800187800.

Se invece si è cliente TIM fisso, è necessario rifarsi alle istruzioni per la disdetta del servizio, legate a quelle dell’operatore telefonico: il modo migliore per conoscerle è chiamare il Servizio Clienti dell’operatore, al numero 187.

Se avete attivato il servizio richiedendo l’accredito sul credito della ricaricabile TIM avete tre soluzioni:

  • usare l’APP, che potete scaricare da Apple Store o dal Google Play. In questo caso dovrete accedere al profilo e disattivare TIMvision

  • Oppure richiedere che il servizio venga disabilitato chiamando il servizio clienti di TIM al 119 o al 40916

  • Disattivare il servizio direttamente dall’APP MyTIM (anche questa applicazione la trovate negli store dei vostri iPhone o Android)

Come restituire il decoder di TIMVision



Ci sono però degli adempimenti a carico del cliente anche relativamente al 
decoder, a noleggio o meno che sia. Bisogna infatti restituirlo, visto che è in comodato d’uso, entro 30 giorni.

Questi i passi da seguire:

  • Comunicare al Servizio Clienti di TIM che si provvederà alla restituzione del decoder entro i 30 giorni

  • Compilare una lettera di disdetta in cui si indica la linea fissa TIM a cui è associato il decoder più i dati dell’intestatario

  • Inviare la lettera e il decoder con raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics- Magazzino Reverse A22- Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano PV.

Sospendere il servizio senza restituire il decoder

Avete comunque anche un’altra soluzione da tener presente. Se non siete del tutto sicuri che TIMvision sia un servizio che non fa per voi e non volete cessare definitivamente l’utilizzo della tv on demand di TIM potrete ricorrere all’opzione sospensione.

Vi basterà chiamare il 187. Con questa scelta potrete sospendere i pagamenti ma non sarete costretti a restituire il decoder.

Finché non deciderete di procedere alla disattivazione definitiva del servizio potrete sfruttare la sezione a Noleggio, in pratica la tv on demand continuerà a funzionare ma pagherete il singolo contenuto invece di un fisso mensile.

Questa soluzione non prevede costi extra né in fase di sospensione né se decideste di riattivare il servizio.

[/alert]

La sospensione non può essere richiesta dai clienti che abbiano attivato i servizi TIM SMART e TIM CONNECT con decoder a noleggio e vendita rateizzata.

[/alert]

La disdetta TIMvision e TIM START

Nel caso in cui oltre a disattivare TIMvision vogliate disdire anche TIM START o un’altra delle promozioni di TIM ecco cosa fare.

Se decide di cessare il servizio entro 14 giorni dalla stipula del contratto avrete diritto a recedere senza che vi siano addebitati costi extra.

Dovrete solo andare sul sito della TIM, scaricare il modulo apposito, stamparlo e compilarlo e poi potrete decidere se inviarlo via fax al 800 000187.

Oppure mandare una copia del modulo con una raccomandata A/R all’indirizzo

 

TIM Servizio Clienti Residenziali,
Casella Postale 123,
00054 Fiumicino (Roma).

 

Se sono trascorsi più di 14 giorni dalla firma del contratto dovrete scaricare il modulo Recesso del contratto di abbonamento. La linea verrò disattivata entro un paio di settimana dalla ricezione della richiesta.

Per inoltrare la domanda dovrete compilare il modulo, firmalo e spedirlo, sempre con una raccomandata A/R, a

 

TIM Servizio Clienti Residenziali,
Casella Postale 111,
00054 Fiumicino (Roma).
 

Se nel caso del recesso immediato non dovrete preoccuparvi dei costi decidendo di chiudere il servizio della linea fissa, senza passare ad un altro operatore (in genere in quel caso i costi di passaggio sono inclusi nelle offerte) dovrete sostenere i costi per la disdetta del servizio e le eventuali penali se il recesso sia precedente al vincolo posto dal contratto sottoscritto.

Se nella vostra offerta erano inclusi dei dispositivi in comodato d’uso li dovrete riconsegnare entro un mese.

Se possibile sarebbe meglio rispedirlo nella stessa confezione in cui vi è arrivato. Nel caso del decoder di TIMvision ricordatevi di riconsegnare: decoder e cavo di alimentazione, il cavo HDMI, la guida all’installazione e il telecomando universale.

Il modulo di restituzione del prodotto lo trovate sul sito TIM o facendo una rapida ricerca su Internet scrivendo Modulo restituzione decoder TIM.

Dopo aver inserito i vostri dati personali vi saranno richiesti quelli dell’apparecchio da rendere alla società, dovrete quindi ricordarvi di segnarvi il nome del decoder e il codice seriale.

Nei forum si consiglia anche di allegare alla documentazione richiesta una copia della Tessera sanitaria e del documento di identità.

L’indirizzo a cui recapitare il tutto è: Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics- Magazzino Reverse A22- Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano PV.

La guida in breve

Per chi si fosse distratto o avesse bisogno di un riassunto, ecco in breve le linee guida per disdire il servizio di tv on demand TIMvision.

  • Se volete interrompere solo l’abbonamento alla televisione in streaming potrete disattivarla da app, dal sito o chiamando i numeri verdi (n.800187800, il servizio clienti 119 o il 40916).
  • Vi basterà rimuovere i dati inseriti come strumento di pagamento al momento della registrazione. Se invece avete attivato TIMVision richiedendo anche il decoder a noleggio, qualora vogliate disdire dovrete restituire, nei modi e nei tempi descritti nell’articolo, l’apparecchio all’indirizzo: Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics- Magazzino Reverse A22- Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano PV.

Se oltre invece volete disattivare l’offerta ADSL o fibra a cui è collegato il servizio TIMvision avete due possibilità:

  • Recesso entro i 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto (non pagate costi aggiuntivi, in caso abbiate richiesto il decoder dovrete restituirlo come tutti gli altri dispositivi associati all’offerta). L’indirizzo a cui inviare i device è riportato sopra.

  • Recesso dopo i 14 giorni (in questo caso possono esservi addebitati non solo i costi di disattivazione, ma anche eventuali penali previste dall’accordo). Siete comunque tenuti a riconsegnare i dispositivi ricevuti entro un mese dalla richiesta di disdetta.

Queste a grandi linee sono le informazioni principali di cui avete bisogno se state valutando di disattivare TIMvision. Da ricordare che se non foste del tutto certi di voler procedere alla disdetta potreste sfruttare l’opzione Sospensione.

In questo caso infatti, anche se aveste un’offerta con noleggio del decoder, potreste usufruire dei servizi della tv on demand come se si trattasse di un comune Blockbuster, pagare ciò che realmente guardate senza dover riconsegnare il materiale ricevuto in comodato d’uso.

È tutto chiaro? Ovviamente, anche una volta ultimate le operazioni potrete riattivare il servizio TIMvision senza grandi difficoltà oppure valutare tra le migliori tariffe consultabili su SosTariffe.it.

Potete attivare in pochi passi le offerte tv confrontandole con il comparatore sul sito.

Confronta le migliori offerte TVVai

 

Disdetta per cambio operatore