Disdetta Sky

Sky è uno dei provider per la pay TV più conosciuti e diffusi in Italia e nel mondo. La programmazione TV di Sky è molto varia e ampia, tuttavia è possibile richiedere la disdetta Sky facilmente, magari per passare ad un altro provider TV o streaming TV. 

Disdetta Sky
Compila il modulo
disdetta Sky

Per richiedere la disdetta Sky e, quindi, la cessazione dell’abbonamento con la Pay TV è possibile seguire un iter ben preciso che, in breve tempo, permetterà di completare questa procedura e chiudere definitivamente il rapporto con Sky evitando così di pagare il canone d’abbonamento per un servizio di cui non si ha bisogno.

Per chi è interessato ad altre soluzioni per quanto riguarda la Pay TV, inoltre, è possibile Passare ad un altro provider e attivare una nuova offerta TV scegliendo tra le tante opzioni presenti sul mercato tra cui troviamo anche le nuove proposte della TV in streaming che, a differenza degli abbonamenti “tradizionali” come quello di Sky, propongono delle soluzioni prepagate senza vincoli con la possibilità per il cliente di interrompere l’abbonamento in qualsiasi momento.

Esistono diverse modalità di disdetta Sky. L’utente deve optare per la modalità che rispecchia la sua attuale condizione contrattuale al fine di poter interrompere, nel minor tempo possibile, l’abbonamento in essere con la Pay TV. Se l’abbonamento a Sky è stato appena sottoscritto potrebbe essere possibile richiedere il “recesso entro 14 giorni” inviando a Sky l’apposito modulo.

In alternativa, è possibile richiedere la disdetta Sky alla scadenza del contratto (l’abbonamento alla Pay TV dura 12 mesi e prevede il tacito rinnovo) o ancora si potrà optare per il “recesso anticipato” oltre i 14 giorni, una soluzione che permette di interrompere nel minor tempo possibile l’abbonamento ma che può comportare diversi costi di chiusura per il cliente. Se si deve cambiare casa, non è necessario inviare la disdetta o il recesso ma è possibile optare per il Trasloco Sky.

Per ottenere via e-mail il modulo di disdetta Sky è possibile cliccare il sul tasto qui di sopra e compilare tutti i campi di richiesti. Il modulo andrà compilato in ogni sua parte ed inviato a Sky seguendo le modalità che riportiamo qui di seguito.

Come effettuare la disdetta Sky entro 14 giorni

Una prima opzione di disdetta Sky da considerare è rappresentata dal “Recesso entro 14 giorni”. Quest’opzione è disponibile per tutti i clienti che hanno attivato un nuovo contratto Sky a distanza, quindi seguendo una procedura di attivazione online o telefonica, oppure fuori dai locali commerciali di Sky, ad esempio in un pop-up store di un centro commerciale.

In questo caso, per richiedere il recesso, esercitando il cosiddetto “diritto di ripensamento”, è possibile scaricare il modulo specifico, compilarlo in ogni sua parte ed inviarlo, con una copia di un documento d’identità dell’intestatario del contratto a Sky.

Tale modulo potrà essere inviato tramite raccomandata A/R all’indirizzo:

Sky Italia S.r.l.,
Casella Postale 13057,
20141 Milano.
 

Quest’indirizzo vale sia per i contratti Sky che per i contratti Sky & Fastweb. Per quanto riguarda i contratti TIM Sky, invece, è necessario inviare la raccomandata a quest’altro indirizzo:

Sky Italia s.r.l. c/o Telecom Italia S.p.A., Servizio Clienti,
Casella Postale 111,
00054 Fiumicino (RM).
 

In alternativa, per tutte le tipologie di contratto Sky sottoscritte, è possibile procedere con l’invio del modulo tramite posta elettronica certificata al fine di ottenere il recesso. L’indirizzo PEC di Sky a cui inviare il modulo di recesso entro 14 giorni è il seguente: servizioclientisky@pec.skytv.it. La PEC dovrà essere inviata da un indirizzo di posta elettronica certificato. In caso contrario, il sistema invierà una mail d’errore e Sky non potrà gestire la richiesta.

Chiaramente, il “Recesso entro 14 giorni” può essere esercitato, esclusivamente nei casi in cui il contratto sia stato siglato “a distanza” o al di fuori dei locali commerciali, entro 14 giorni dalla firma del contratto. Se la richiesta verrà presentata successivamente, non sarà possibile effettuare il recesso.

Con questa tipologia di disdetta Sky non sono previsti costi o penali per l’utente. Con il recesso entro i 14 giorni, inoltre, verranno rimborsati gli eventuali pagamenti effettuati, compresi i costi di consegna; anche il rimborso ovviamente non comporta spese di alcun tipo.

Come fare la disdetta Sky oltre i 14 giorni

Superati i primi 14 giorni, il cliente che ha attivato un abbonamento a Sky, anche nelle formule Sky & Fastweb oppure TIM Sky, può scegliere tra due differenti opzioni per procedere con la disdetta e l’interruzione dell’abbonamento stesso.

La disdetta può essere effettuata inviando un modulo specifico, che andrà compilato inserendo alcune informazioni essenziali (i dati personali dell’intestatario del contratto, il codice cliente, l’indirizzo dell’impianto) oppure contattando direttamente Sky tramite il sito ufficiale dell’operatore o ancora tramite un apposito numero di telefono.

Ecco le due modalità di disdetta Sky oltre i 14 giorni:

  1. Disdetta Sky alla scadenza naturale del contratto

La prima opzione disponibile per i clienti Sky è rappresentata dalla disdetta Sky alla scadenza naturale del contratto. Scegliendo questa modalità di disdetta, il cliente andrà ad interrompere il rinnovo automatico dell’abbonamento, interrompendo così il contratto alla sua naturale data di scadenza.

Il contratto d’abbonamento a Sky ha, di norma, una durata di 12 mesi a partire dalla data in cui è stato sottoscritto. L’abbonamento prevede la formula del “tacito rinnovo”. Se il cliente non esprime la volontà di interrompere l’abbonamento, inviando la disdetta, l’abbonamento si rinnoverà in automatico di altri 12 mesi.

Il modulo di disdetta Sky alla scadenza naturale del contratto va inviato quando mancano almeno 30 giorni dalla data in cui l’abbonamento attualmente in corso terminerà ed andrà a rinnovarsi in automatico per un ulteriore anno.

La possibilità di effettuare la disdetta Sky alla scadenza naturale è disponibile sia per i clienti Sky che per chi ha scelto gli abbonamenti Sky e Fastweb (in questo caso il modulo è lo stesso di quello da utilizzare per l’abbonamento a Sky tradizionale) o TIM Sky.

La richiesta di disdetta può essere inviata a Sky in vari modi. La soluzione generalmente più utilizzata dai clienti è quella più “tradizionale” e prevede l’invio di una raccomandata A/R. A seconda della tipologia di abbonamento attivo, la raccomandata dovrà essere inviata ad un indirizzo specifico. Nella raccomandata da inviare a Sky va inserito il modulo di disdetta e una copia del documento d’identità in corso di validità dell’intestatario dell’abbonamento.

Ecco gli indirizzi a cui spedire la disdetta tramite raccomandata:

  • Disdetta Sky o Sky & Fastweb: SKY CASELLA POSTALE 13057 - 20141 MILANO

  • Disdetta TIM Sky: Sky Italia s.r.l. c/o Telecom Italia S.p.A., Servizio Clienti, Casella Postale 111, 00054 Fiumicino (RM)

In alternativa, è possibile inviare il modulo di disdetta, sempre affiancato da una copia del documento di identità dell’intestatario dell’abbonamento, tramite posta elettronica certificata. L’indirizzo PEC di Sky è il seguente: servizioclientisky@pec.skytv.it.

Sky mette a disposizione dei suoi clienti anche altre modalità di disdetta. E’, infatti, possibile procedere con la disdetta Sky alla scadenza naturale del contratto direttamente dall’area Fai da Te del sito Sky, collegandosi tramite il proprio Sky ID. In questo caso, tutto il procedimento di disdetta sarà effettuato in via telematica.

In alternativa, per richiedere la disdetta Sky è possibile chiamare al numero 02 917171. Il servizio telefonico non prevede la presenza di un operatore. Il cliente, infatti, dovrà interagire con un risponditore automatico che illustrerà tutti i passaggi per il completamento del processo di disdetta Sky alla scadenza naturale dell’abbonamento. Il servizio per inviare telefonicamente la richiesta di disdetta Sky è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 al costo di una chiamata su rete fissa alle condizioni previste dal proprio operatore di telefonia.

Optare per la disdetta Sky alla naturale scadenza del contratto non comporta costi aggiuntivi per il cliente. Di fatto, con l’invio di questo tipo di disdetta, il contratto non viene rinnovato andando ad esaurire tutta la sua efficacia al momento della sua scadenza. Non è, quindi, previsto il pagamento di penali o costi aggiuntivi di alcun tipo scegliendo questa soluzione.

  1. Recesso a scadenza anticipata (oltre i 14 giorni)

Se la scadenza naturale del contratto Sky è ancora lontana, il cliente ha la possibilità di procedere con il Recesso a scadenza anticipata (oltre i 14 giorni) che permetterà di interrompere il contratto in essere con Sky, a prescindere dalla sua data di scadenza naturale.

Per richiedere il recesso a scadenza anticipata, superati i primi 14 giorni di abbonamento, il cliente deve fornire un preavviso di almeno 30 giorni. In sostanza, all’invio della richiesta di recesso, l’interruzione dell’abbonamento non sarà immediata ma diventerà effettiva soltanto dopo 30 giorni.

Per richiedere il recesso a scadenza anticipata è possibile utilizzare gli stessi canali che Sky mette a disposizione per i clienti che richiedono la disdetta alla scadenza naturale del contratto. Le modalità per richiedere l’interruzione dell’abbonamento sono, quindi, le stesse.

Ricapitoliamo, di seguito, le opzioni di invio della richiesta di recesso anticipato:

  • Invio di una Raccomandata A/R contenente il modulo di recesso ed una copia del documento d’identità dell’intestatario dell’abbonamento all’indirizzo SKY CASELLA POSTALE 13057 - 20141 MILANO (in caso di recesso da un abbonamento Sky o da un abbonamento Sky & Fastweb) oppure all’indirizzo Sky Italia s.r.l. c/o Telecom Italia S.p.A., Servizio Clienti, Casella Postale 111, 00054 Fiumicino (RM) (in caso di recesso da un abbonamento TIM Sky);

  • Invio del modulo di recesso e di una copia del documento d’identità dell’intestatario dell’abbonamento all’indirizzo PEC servizioclientisky@pec.skytv.it.;

  • Fai da Te del sito Sky tramite accesso con il proprio Sky ID;

  • Chiamando al numero 02 917171 da un telefono fisso; il costo della chiamata è legato alle condizioni previste dal proprio operatore di telefonia.

Optando per il recesso a scadenza anticipata, a differenza di quanto avviene con la disdetta Sky alla naturale scadenza del contratto, il cliente potrebbe dover affrontare dei costi “di chiusura”, legati all’interruzione anticipata del contratto.

Il recesso comporta sia costi fissi, che vengono chiaramente indicati nelle condizioni contrattuali, che costi legati alla tipologia di promozione attiva ed agli sconti fruiti. Di conseguenza, è necessario valutare caso per caso quali sono i costi reali del recesso.

Se si ha la necessità di procedere con il recesso, quindi, è consigliabile contattare, in anticipo, l’assistenza clienti Sky per richiedere tutte le informazioni relative ai costi da affrontare per l’interruzione dell’abbonamento.

A seconda dei casi, i costi legati al recesso a scadenza anticipata possono essere più o meno elevati. Risulta, quindi, molto importante valutare la spesa da affrontare in caso di recesso per valutarne la convenienza rispetto alla disdetta a scadenza del contratto che presenta il vincolo di dover attendere la fine naturale dell’abbonamento per smettere di pagare il canone.

Come restituirei i dispositivi Sky dopo la disdetta

Dopo aver ricevuto la comunicazione di chiusura contratto da parte di Sky, il cliente dovrà procedere con la restituzione dei dispositivi Sky forniti insieme all’abbonamento (il decoder My Sky Wi-Fi, la smart card, la digital key, lo Sky Link, il telecomando e pure l’alimentatore). Tali dispositivi andranno restituiti entro 30 giorni dalla ricezione della relativa comunicazione.

Se non si ottempera a questo obbligo sarà necessario pagare una penale, a seconda del tipo di oggetto che si è trattenuto, fino a un massimo di:

Penale per mancata restituzione Decoder Costo in €
Decoder SD 21
Decoder HD 75
MySkyHD 150
Sky Q Black 150
Sky Q Platinum 200
Sky Q Mini 80
Alimentatore esterno del decoder SD o decoder HD o MySkyHD 30
Digital key 30
Telecomando 30
Mancata restituzione della smart card 30

Il materiale può essere restituito presso uno Sky Service; l’ubicazione di tutti gli Sky Service sparsi sul territorio nazionale è disponibile tramite il sito ufficiale Sky.

Al momento della consegna dei dispositivi, è fondamentale richiedere il rilascio della ricevuta di avvenuta restituzione. Se non si ottempera a questo obbligo sarà necessario pagare una penale, a seconda del tipo di oggetto che non è stato riconscegnato come prescritto dalle condizioni contrattuali.

Può risultare molto comodo contattare il servizio clienti Sky, prima di inviare la disdetta, richiedendo informazioni su quali dispositivi andranno restituiti in uno dei punti Sky Service una volta che si sarà registrata la chiusura del contratto d’abbonamento con la Pay TV.

Cambio casa: non c’è bisogno della disdetta, basta chiedere il Trasloco Sky

Per chi cambia casa non c’è la necessità di effettuare la disdetta o il recesso per poi attivare un nuovo abbonamento Sky. In questi casi, infatti, è sufficiente richiedere il Trasloco Sky prenotando il servizio, che comporta il trasferimento dell’intero impianto, tramite il sito ufficiale Sky.

Il Trasloco Sky deve essere prenotato almeno 15 giorni prima della data in cui si vorrebbe effettuarlo. I clienti Sky & Fastweb possono accedere al servizio tramite la MyFastPage del sito Fastweb mentre i clienti TIM Sky possono richiederlo chiamando il 187 dalla propria linea di casa. In questi casi, le tempistiche potrebbero essere differenti. È, quindi, opportuno cercare di anticiparsi il più possibile per completare il procedimento in tempo.

Confronta le migliori offerte TV Vai
Disdetta per cambio operatore