Bollette luce e gas: da aprile primo calo dei prezzi dopo 18 mesi

Dopo oltre un anno, con l'inizio del secondo trimestre del 2022, si registrerà un primo calo dei prezzi di tutela per l'energia elettrica e il gas naturale. Dal 1° aprile, infatti, la spesa per le forniture energetiche registrerà un leggero calo rispetto a quanto registrato nel corso del primo trimestre che si avvia alla conclusione. La conferma ufficiale è stata data da ARERA in queste ore. Vediamo i dettagli completi in merito a come cambieranno le condizioni tariffarie delle forniture di luce e gas dal secondo trimestre del 2022.

Bollette luce e gas: da aprile primo calo dei prezzi dopo 18 mesi

ARERA ha confermato una riduzione dei prezzi per luce e gas per la famiglia tipo (consumo annuo di 2.700 kWh di energia elettrica, con potenza impegnata di 3 KW, e consumo annuo di 1.400 Smc di gas naturale). Questo calo arriva dopo 6 trimestri di crescita consecutiva (7 trimestri se consideriamo l’andamento del prezzo del gas).  Ci sono voluti 18 mesi per registrare un’inversione di tendenza. A partire dal 1° aprile 2022, quindi, la famiglia tipo registrerà un calo del -10,2% delle bollette dell’elettricità e del -10% per le bollette del gas.

Si tratta di un calo minimo che non compensa la stangata di inizio gennaio. Per i clienti del mercato tutelato, quindi, il costo dell’energia elettrica e del gas naturale continua ad essere molto elevato. L’intervento del Governo è riuscito ad attenuare i rincari ma gli importi delle bollette anche per il secondo trimestre saranno molto elevati. Il nuovo aggiornamento tariffario di ARERA entrerà in vigore il 1° aprile e coprirà tutto il trimestre che si chiuderà il 30 giugno 2022.

Controlla i tuoi consumi e scopri il risparmio Seleziona i tuoi elettrodomestici

ARERA ha confermato, come previsto dal decreto-legge n.17/22, l’annullamento degli oneri generali di sistema in bolletta per il secondo trimestre del 2022. Da notare anche la conferma della riduzione dell’IVA al 5% per il gas che sarà valida per tutto il trimestre che inizierà ad aprile. Contestualmente è previsto un’estensione dei Bonus Luce e Gas che sarà riservato ad un numero maggiore di famiglie grazie all’innalzamento dei limiti ISEE (da 8.265 euro a 12 mila euro; per le famiglie con più di 3 figli il limite è 20.000 euro).

Riceveranno il bonus, grazie ai nuovi limiti, oltre 3 milioni di famiglie per quanto riguarda la luce ed oltre 2 milioni di famiglie per il gas. È confermato che l’automatismo di erogazione dei Bonus Luce e Gas. Le agevolazioni vengono riconosciute in bolletta in modo automatico, semplicemente dopo aver richiesto l’ISEE, in caso di rispetto dei requisiti previsti dalla normativa. Non è necessario presentare una domanda.

Per i clienti del mercato tutelato, nonostante il leggero calo dei prezzi, per massimizzare il risparmio è necessario passare subito al Mercato Libero, scegliendo le migliori offerte disponibili. La scelta può avvenire tramite il comparatore di SOStariffe.it, disponibile al link qui di sotto. Basterà inserire una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta) per individuare rapidamente le offerte più vantaggiose da attivare per massimizzare il risparmio.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Il commento di ARERA sul calo dei prezzi di luce e gas

Stefano Besseghini, presidente di ARERA, commenta così l’aggiornamento delle condizioni tariffarie di luce e gas annunciato in queste ore: “In una situazione oggettivamente straordinaria, con un conflitto in atto e una volatilità mai registrata in precedenza sui mercati energetici e alla luce delle maggiori responsabilità di verifica e controllo attribuitele, l’Autorità ha deciso di adottare misure straordinarie a favore dei consumatori, sia per il tutelato che per il libero mercato”.

Luce e Gas: aumenti record negli ultimi 12 mesi

Il leggero calo dei prezzi di luce e gas registrato a partire dal secondo trimestre del 2022 non annulla quanto avvenuto nel corso degli ultimi anni. ARERA conferma, infatti, che considerando l’anno scorrevole (1° luglio 2021 – 30 giugno 2022) e confrontando i dati con quelli dei 12 mesi precedenti (1° luglio 2020 – 30 giugno 2021) per la famiglia tipo si registrano incrementi davvero notevoli.

Per quanto riguarda l’energia elettrica, infatti, la spesa per l’anno scorrevole sarà di 948 euro con un incremento del +83% rispetto ai dati dei 12 mesi precedenti. Rincari significativi arrivano anche per il gas. In questo caso, la spesa per l’anno scorrevole è di 1.652 euro. La variazione rispetto ai 12 mesi precedenti è pari al +71%. In valore assoluto, quindi, si registra un aumento ancora maggiore rispetto alla spesa per la luce.

Come cambiano i prezzi di luce e gas da aprile 2022 per i clienti in tutela

Partiamo dall’energia elettrica. A partire dal 1° aprile 2022, infatti, il prezzo di riferimento dell’energia elettrica per il cliente tipo sarà di 41,34 centesimi di euro per kilowattora (quindi 0,4134 €/kWh). La spesa per la materia energia, componente principale della bolletta, prevede un costo di approvvigionamento dell’energia pari a 31,02 centesimi di euro (quindi 0,3102 €/kWh) in calo del -12.6%.

Ricordiamo che a gennaio 2021, quindi poco più di un anno fa, tale voce di spesa, strettamente legata al consumo, per i clienti del mercato tutelato era pari a circa 7,3 centesimi di euro. A gennaio 2022, invece, il valore era di 35 centesimi di euro. La riduzione registrata nel confronto tra il primo trimestre e il secondo trimestre del 2022 è, quindi, davvero minima rispetto all’andamento complessivo nel lungo periodo. Lo scorso anno, infatti, il prezzo dell’energia era pari a meno del 25% di quello attuale.

Per quanto riguarda il gas naturale, invece, il prezzo di riferimento per il cliente tipo in tutela è ora di 123,62 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse (quindi 1,2362 €/Smc). Il costo di approvvigionamento del gas naturale, elemento centrale della componente “spesa per la materia gas naturale” della bolletta è pari a 89,39 centesimi di euro (0,8939 €/Smc) con una riduzione del -2,2% rispetto al primo trimestre del 2022.