Sos Tariffe › News ›
ADSL

Disdetta contratto telefonico: modulo e lettera per il recesso del telefono

Quando si parla di linee telefoniche e in particolare della disdetta del contratto stipulato è fondamentale seguire passo passo le procedure previste dalla legge per essere certi di non incorrere in errori o mancanze che andrebbero a compromettere il passaggio ad un altro operatore oppure la recessione da un contratto, anche in caso di ADSL + telefono.
Disdetta contratto telefonico
Tariffe correlate
Absolute Adsl
22.95€/mese
Dettagli
Home Pack Full ADSL con Sky
29.00€/mese
Dettagli
Tutto
29.00€/mese
Dettagli

Come impone la legge per poter recedere da un contratto è indispensabile scrivere una lettera di recesso o compilare un modulo prestampato fornito dalla compagnia di telefonia mobile o ADSL che riporti tutti gli estremi del contratto, le tempistiche previste e tutti gli altri dati utili.

Tale lettera deve poi essere spedita tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Come in molti altri casi la consegna a mano della documentazione, l’invio via fax o altre tipologie di recapito rappresentano dei semplici corollari aggiuntivi che non possono sostituire l’invio via posta.

Di certo è sempre consigliato un invio anche via fax nel momento in cui parte la raccomandata per accelerare le procedure e far si che abbiano decorrenza immediata. Ovviamente l’invio del fax non è obbligatorio, la compagnia telefonica deve prendere in carico ugualmente la nostra richiesta, ma è consigliabile.

Vuoi risparmiare sulla tua ADSL?

Scopri le offerte ADSL + Telefono di oggi »

La facoltà di recesso dal contratto è prevista dalla legge 40/2007 nota come Decreto Bersani che prevede per l’appunto che per contratti riguardanti operatori di telefonia, reti televisive e di comunicazione elettronica venga concesso il diritto al contraente di recedere in qualsiasi momento dal contratto senza alcun vincolo e consente anche di passare ad altro operatore senza dover affrontare costi aggiuntivi e senza subire ritardi o sottostare a vincoli temporali.

La procedura prevista dalla legge deve essere seguita ogni volta che si decide di interrompere la propria utenza prima della fine del contratto stesso, con particolare attenzione alle tempistiche di preavviso che in alcuni casi vincolano il contratto. Alcune compagnie telefoniche inoltre prevedono che l’utenza debba essere di almeno un determinato periodo per poter recedere pena il pagamento della quota prevista.

In questo caso però sia la quota che il vincolo devono essere segnalate nel contratto al momento della stipula e non possono essere presentate in un secondo momento.

E’ importante quindi conservare sempre una copia dell’intera documentazione a cui far riferimento in caso di controversie.

Confronta altre offerte ADSL + Telefono

La lettera di disdetta dal contratto

Per poter recedere dal contratto è quindi necessario redigere una lettera di disdetta. Come già detto in alcuni casi le compagnie telefoniche stesse fornisco dei moduli prestampati da compilare che hanno il medesimo valore, ma comunque redigere una lettera di questo genere non è estremamente complicato o difficoltoso e può rendersi utile anche per altre occasioni.
Un possibile modello da seguire potrebbe essere quello seguente:

Spett. …
Via
Cap Città

Oggetto: disdetta contratto per la fornitura del servizio …

Il/La sottoscritto/a …. nato/a a … il …., residente a …. in via …., codice fiscale … intestatario del contratto n… relativo alla linea telefonica corrispondente al numero … codice cliente …
COMUNICA

di voler recedere dal contratto avvalendosi di quanto disposto dalla Legge 2 aprile 2007, n. 40, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 aprile 2007.
PERTANTO

chiede che si provveda alla disattivazione del servizio e alla liberazione della linea entro 30 giorni dal ricevimento della presente, diffidando dall’addebito di eventuali penali per il recesso dal contratto, altrimenti provvederà a tutelare i suoi diritti in sede legale.
Alla presente si allega la fotocopia del documento d’identità …. n. … rilasciato da … il ….

Luogo e data
Firma

Come si può vedere dal modello riportato ci sono degli elementi che non possono proprio mancare all’interno della lettera di recesso, pena la validità della stessa.

Innanzitutto deve essere riportato l’indirizzo esatto della sede centrale della compagnia telefonica, non quello dell’agenzia o della filiale presso la quale abbiamo stipulato il contratto.

In secondo luogo deve essere obbligatoriamente citata la legge alla quale facciamo riferimento, ossia la legge 40 del 2007, e il numero di contratto con le relative coordinate (numero telefonico e codice cliente che in alcuni casi possono coincidere).

L’ultima regola da seguire è quella di indicare i nostri dati e gli estremi dei documenti. In questo caso è opportuno informarsi prima della scrittura sulle caratteristiche dell’utenza in quanto alcune compagnie distinguono intestatario del contratto da reale utilizzatore. Se si dovessero avere dubbi sotto questo punto di vista è consigliabile contattare direttamente la compagnia telefonica che per obbligo deve fornire tutte le informazioni del caso.

I tipi di contratti infatti sono molti e vari e a volte includono anche il noleggio dell’apparecchio, conoscere tutte le procedure e i dettagli ci permetterà di non incorrere in sanzioni e penali contenuti nelle clausole contrattuali.

 

Subentro e disdetta per passaggio ad altro operatore

La legge 40 del 2007 prevede anche particolari agevolazioni per chi decide di passare ad un altro operatore telefonico. In questo caso il passaggio, in particolare negli ultimi anni, è divenuto rapido e pratico per il contraente che si trova solo a dover presentare la richiesta alla nuova compagnia scelta che si occuperà di contattare quella attuale per procedere a tutte le pratiche di migrazione della linea.

Il tempo limite viene stabilito dalla legge e sempre secondo la normativa vigente la compagnia attuale non può negare il passaggio del numero, la disdetta oppure effettuare attività di retention forzate.

Il subentro ad un’utenza telefonica viene richiesto quando deve essere cambiato l’intestatario del contratto, solitamente a causa di decesso, e deve essere richiesta sempre attraverso raccomandata a/r alla compagnia telefonica specificando cause ed estremi contrattuali.

Inserisci il tuo comune e scopri l'operatore ADSL più veloce e conveniente della tua zona:

CONFRONTA
Confronta

Commenti Facebook:

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2014