Sos Tariffe › News ›
Energia Elettrica

Come risparmiare energia elettrica in casa

Risparmiare sulla bolletta della luce è possibile. SosTariffe.it vi propone il motore di ricerca dell'energia elettrica per trovare l'offerta più conveniente ma possiamo ridurre la bolletta della luce anche ottimizzando l'uso dell'elettricità a casa. Vi proponiamo quindi dei semplici consigli che vi aiuteranno a ridurre le spesse di energia elettrica a casa, a favore della vostra economia ma anche dell'ambiente.

Come risparmiare energia elettrica a casa?
Tariffe correlate
Luce Prezzo Fisso
Prezzo bloccato
Dettagli
E-light
Prezzo bloccato
Dettagli
Prezzo Sicuro Verde
Prezzo bloccato
Dettagli

Siamo abituati a pensare che risparmiare vuol dire per forza rinunciare a qualcosa, anche faticosamente. Ma non è detto: si possono ottimizzare le prestazioni energetiche casalinghe con poco sforzo attraverso piccoli cambiamenti. Il risultato? Risparmi di oltre il 30% sulla bolletta luce. Vediamo un po’ da dove iniziare.

Consumo energetico a casa: conoscerlo è fondamentale

La prima domanda che ci dobbiamo porre è: quanta energia elettrica consumiamo? Spesso non abbiamo idea di quanti kWh di elettricità consumiamo all’anno, o quanti metri cubi di gas, o litri d’acqua…niente! Di solito i contatori si trovano in luoghi nascosti e bui, e anche se proviamo a leggerli, sono numeri espressi in unità di misure strane, spesso per noi sconosciute.

Quello che però sappiamo leggere alla perfezione è la bolletta in euro, e successivamente lamentarci del fatto che tutto aumenta, e che il colpevole è il Governo. Ma forse c’è una connessione tra il consumo e il nostro comportamento.

Il governo del Regino Unito ha voluto testare i suoi consumatori istallando contatori elettrici ben visibili nelle cucine delle case popolari. Il solo fatto di vedere in tempo reale quanto stavano consumando ha portato ad un risparmio di circa il 15% dell’elettricità.

Quindi, la prima cosa che dobbiamo fare è stare attenti al contatore per scoprire il nostro vero consumo. Intanto vi anticipiamo alcuni numeri: secondo un analisi dell’eERG, un gruppo di ricerca del Politecnico di Milano, una famiglia di tre persone dotata della tipica apparecchiatura domestica consuma circa 3200 kWh all’anno.

Facendo due conti, a 0,164432 euro/kWh (prezzo per il cliente tipo in maggior tutela aggiornato a giugno 2014), abbiamo un costo di 530 euro circa all’anno, soltanto però di consumo energetico (bisognerà poi aggiungere gli altri oneri, imposte e tasse).

Le offerte luce più convenienti

Tra l’altro, ricordate che il mercato elettrico è libero in Italia dal 2007, e quindi siamo liberi di trovare le tariffe che siano più adatte alle nostre esigenze. Finora però soltanto il 20% circa degli utenti sono passati al mercato libero. Perché? Magari dimenticate che se non fate esplicita richiesta, venite assegnati al servizio di maggior tutela, ma non è detto che sia per voi il più conveniente.

Sul nostro portale potete fare un preventivo ovvero un calcolo del vostro consumo di energia elettrica, confrontando tutte le diverse tariffe per vedere se quella che avete attualmente vi consente un risparmio oppure un aggravio dei costi.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

come risparmiare energia elettrica

Ridurre i consumi e tagliare la bolletta di un 30%

In ogni caso, oltre a scegliere la tariffa più vantaggiosa, potete fare molto di più sulla riduzione dei consumi. Vi presentiamo quindi una piccola guida con dei suggerimenti, alcuni sono i tipici consigli della nonna, ma altri sono idee alle quale magari non ci avete mai pensato, e che vi consentiranno di risparmiare perfino un 30% sulla bolletta luce.

  • Spegnete la luce che non state utilizzando. Il consiglio più scemo seppure ancora c’è gente che in pieno giorno accende le luci, per abitudine.
  • Sostituite le lampadine a incandescenza con quelle fluorescenti a basso consumo. Costano un po’ di più ma il risparmio è assicurato, e inoltre durano perfino a 10 volte di più.
  • Comprate apparecchi a basso consumo o di maggiore efficienza energetica (Classe A in su). Anche il marchio europeo “Eco-Label” garantisce un minore consumo energetico oltre ad essere compatibile con l’ambiente.
  • Spegnete totalmente gli elettrodomestici (o togliete la spina) non lasciandoli mai in stand-by
  • Eliminate della vostra vita gli elettrodomestici “non imprescindibili”, ad esempio i bollitori elettrici, che consumano circa 1500 kWh/anno. Se siete in pochi, veramente avete bisogno di una lavastoviglie? Scartate i telefoni cordless: hanno un’alimentazione constante. Preferite le sveglie e orologi tradizionali rispetto a quelle digitale che consumano energia.
  • Impostate il vostro computer nel modo “Risparmio Energetico”, per fare che lo schermo si oscuri quando non è in uso. Nel caso dei portatili inoltre togliete la batteria quando siete collegati alla rete elettrica (ridurre il consumo e prolunga la vita utile dello stesso).
  • Scollegate completamente il modem quando non lo state utilizzando. Secondo uno studio della WWF si trova tra gli apparecchi i quali consumi in stand by sono particolarmente elevati, insieme ad alcune macchine di caffè, stampanti e impianti stereo.
  • Lavatrici e lavastoviglie inoltre conviene utilizzarli sempre a carico pieno e a basse temperature. Il bianco nei vestiti si può ottenere anche impiegando detersivi che siano efficienti pur lavando in freddo. O credete che prima dell’invenzione delle lavatrici moderne la gente non indossava vestiti bianchi?
  • Se avete una tariffa bioraria, attivate gli elettrodomestici ad alto consumo tra le 19 e le 07 del mattino, nel weekend e nei giorni festivi.
  • Staccate sempre i caricabatterie delle prese una volta finita la carica (e non superate quel tempo), altrimenti, continuerà a consumare energia. Di solito, più grande e pesante è il caricatore, maggiore è il suo consumo di corrente.
  • Attenzione a frigo e congelatore: allontanarli da fonti di calore, lasciando almeno 10 cm di distanza dai muri. Impostare il termostato su temperature intermedie, sbrinare regolarmente  e controllare la normale chiusura della porta.

Dando retta a questi suggerimenti riuscirete a risparmiare di sicuro sulla vostra bolletta della luce.

Se poi volete aggiungere l’istallazione di un impianto fotovoltaico, allora potrete raggiungere a casa un bilancio elettrico positivo, inviando una frazione (perfino al 90%!) della energia prodotta alla rete elettrica. Scegliere fonti di energia rinnovabili inoltre è una buona idea in questi tempi che corrono, soprattutto nel nostro paese dopo il “no” al nucleare dell’ultimo referendum.

Più che una scelta, risparmiare energia è una nostra responsabilità, e porta solo vantaggi per ognuno di noi e l’ambiente.

Advertisement

Inserisci il tuo comune per confrontare le tariffe della luce più convenienti e scegliere quella giusta per te:

CONFRONTA
Confronta

Commenti Facebook:

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2014