Sos Tariffe ›
News

Contributo affitto 2014: come richiedere l’agevolazione per i giovani in affitto

Se avete tra i 18 e i 34 anni e dovete affittare casa, ricordate che in molte città è possibile usufruire del contributo affitto 2014. Si tratta di un bonus messo a disposizione dei comuni, rivolto ad agevolare tutti i giovani che intendono affittare casa per costituire un nuovo ed autonomo nucleo familiare. La durata e l'importo variano a seconda del Comune di residenza; la prossima scadenza è fissata per il 20 febbraio a Napoli e per il 28 febbraio in Toscana.
Contributo affitto per i giovani scade il 20 febbraio in alcune Regioni

Per il contributo affitto 2014, molti Comuni stanziano, in misura diversa, dei fondi da destinare ai giovani che intendono di costituire un nuovo nucleo familiare e devono pagare un canone di affitto. Riportiamo informazioni riguardante il contributo affitto 2014 in alcune Regioni.

Contributo affitto 2014 in Toscana

Nella Regione Toscana il contributo ha una durata di tre anni e l’importa varia tra 1.800 a 4.200 euro all’anno (minimo di 150 ad un massimo di 350 euro al mese).

Gli interessati devono presentare la domanda entro il 28 febbraio 2014 compreso. Per poter richiedere il contributo affitto 2014 bisogna:

  • avere un’età compresa tra i 18 ed i 34 anni (con priorità per la fascia 30-34 anni),
  • essere residente in Toscana da almeno 2 anni presso il nucleo familiare di origine.

L’ammontare dell’importo erogato varia a seconda della fascia di reddito e l’eventuale presenza a numero di figli. Il contributo verrà erogato in quote semestrali anticipate a seguito della presentazione di un regolare contratto di locazione.

Contributo affitto 2014 a Napoli

Il Comune di Napoli ha pubblicato un bando in cui si prevede un contributo ai canoni d’affitto, in città, pari a 2.000 euro.

In maniera simile a quella descritta per la Toscana, il contributo affitto 2014 è rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni, titolari di un contratto di affitto regolarmente registrato e appartenenti ad una fascia di reddito (proprio o della famiglia di provenienza) che non superi i 15.600 euro all’anno.

In questo caso per chiedere il contributo affitto a Napoli c’è tempo fino al 20 febbraio 2014. Per stabilire la graduatoria, è previsto un sistema di punti extra per alcuni casi particolari, come ad esempio:

  • giovane coppie iscritte al Registro comunale delle Unioni di Fatto (1 punto);
  • genitori anche single (2 punti);
  • vittime di violenze e stalking il cui status sia stato acclarato con sentenza passata in giudicato (4 punti);
  • studenti che dimostrino di non essere fuori corso (1 punto).

Il modello per la domanda è scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Napoli.

Infine, ricordiamo che ogni Regione stabilisce in maniera diversa i bandi per il contributo d’affitto; consigliamo quindi di consultare il sito web del proprio Comune o Regione per maggiori informazioni.

 

 

Commenti Facebook:

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2014