Sos Tariffe › News ›
Energia Elettrica

Contratti Enel Energia: attivazione, ripensamento e recesso. Tutto ciò che c’è da sapere

Nel mercato libero dell'energia ci sono diversi fornitori che propongono altrettante tariffe energia elettrica. Se hai scelto un'offerta Enel Energia per la luce, ti consigliamo di dare un'occhiata alle condizione dei diversi Contratti Enel Energia, e informarti bene in materia di attivazione, ripensamento e recesso. SosTariffe.it, il portale di confronto gratuito di tariffe, ti offre una serie di informazioni utili per chi desidera attivare un contratto luce con Enel Energia.

SosTariffe.it ti propone degli utili comparatori di tariffe per il settore della luce, il gas, l’ADSL, la telefonia mobile, ecc. Ma vogliamo anche offrirti tutta l’informazione di cui hai bisogno in materia di contratti e diritti del consumatore.

Per avere un panorama generale riguardo il settore dell’energia elettrica, ti consigliamo dare un’occhiata al nostro articolo Contratti energia elettrica: a cosa prestare attenzione.

Contratti Enel Energia: tutto ciò che c’è da sapere

In quest’occasione vogliamo approfondire sui contratti Enel Energia. Questo fornitore solitamente offre tariffe molto convenienti (ad esempio, con E-Light risparmi circa 90 euro all’anno, e se attivi anche la fornitura gas il risparmio sale a 210 euro all’anno); per questo motivo sono in molti gli italiani che decidono di attivare un’offerta Enel per la luce.

Scopri E-Light di Enel

1. Allaccio luce e prima attivazione

La richiesta di allaccio dell’energia elettrica presuppone un sopralluogo da parte del distributore locale Enel Energia per definire eventuali lavori a carico del cliente e per il calcolo del preventivo.

La richiesta, per tanto, può essere sia telefonica che scritta.

Il processo è composto da due fasi:

1. Preventivazione dei costi per il collegamento dell’impianto del Cliente finale alla Rete di Distribuzione;

2. Attivazione della fornitura stessa.

Per allacciare il contatore alla rete è obbligatorio che il cliente dichiari/dimostri la regolarità urbanistica dell’immobile (istanza 326 o fattura altro servizio).

La richiesta di allaccio viene immediatamente trasmessa al distributore che entro 5 giorni esegue il sopralluogo; dopo il pagamento/accettazione del preventivo e dopo eventuali lavori a carico del cliente o autorizzazioni/permessi ricevuti dalle autorità competenti, il distributore è tenuto ad eseguire i lavori entro i giorni comunicati dal distributore.

2. Passaggio a Enel Energia

Hai già un fornitore luce e un contatore elettronico? Il passaggio a Enel Energia – mercato libero – è gratuito, non occorrono modifiche al contatore o all’impianto e la continuità del servizio è garantita dall’Autorità.

Per attivare una tariffa luce di Enel, la compagnia offre il servizio on-line: Attiva il contratto.

Con questo servizio è possibile attivare a tuo nome un nuovo contratto di energia elettrica, nel caso tu abbia acquistato/affittato un appartamento/locale commerciale e debba intestare a tuo nome il contratto di energia elettrica del vecchio intestatario; ciò vale sia nel caso in cui tale contratto sia ancora attivo (voltura), sia nel caso in cui il contratto sia stato cessato dal vecchio intestatario (subentro).

In entrambi i casi , per proseguire è necessario che tu sia in possesso del numero cliente della fornitura che desideri attivare a tuo nome.

Leggi di più qui Subentro e voltura luce, come si fa?

3. Ripensamento Enel Energia

Si può disdire il contratto di energia elettrica o del gas senza penali o addebiti grazie al “diritto di ripensamento”.

Questo vuol dire che si hanno 10 giorni di tempo dalla data di stipula del contratto (o dalla data di ricezione se è stato effettuato al telefono) se esso è stato sottoscritto fuori dai locali commerciali, su internet o al telefono.

Se il contratto è stato stipulato telefonicamente, i 10 giorni partono dal momento in cui ricevi a casa il contratto scritto, come spiegato nell’articolo 2 del contratto, comma 1: “E’ fatta salva la facoltà del Cliente di esercitare il diritto di ripensamento, senza oneri, entro dieci giorni lavorativi dalla conclusione del contratto”.

Per farlo occorre inviare una raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo indicato sul contratto stesso. E’ possibile, inoltre, anticipare la propria comunicazione attraverso un fax al numero 800 997 736.

In alternativa, è possibile inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica comunicazioniclienti@enelenergia.it 

4. Recesso del contratto Enel Energia

La procedura di recesso o cessazione del contratto Enel Energia è molto semplice. L’informazione che la compagnia richiede per esercitare il diritto di recesso è:

  • numero cliente che è indicato sulla bolletta
  • indirizzo dell’abitazione dove si richiede la cessazione della fornitura
  • codice fiscale della persona alla quale è intestato il contratto
  • lettura del contatore
  • indirizzo dove inviare la bolletta di chiusura conto
  • giorno nel quale presumibilmente deve essere disattivata la fornitura.

Per maggiori informazioni e per scaricare il modulo necessario per la cessazione, consulta il nostro articolo: Disdetta Enel: modulo di recesso del contratto.

Vuoi sapere se Enel Energia è la compagnia che fa per te? Utilizza il nostro comparatore gratuito per mettere a confronto le migliori tariffe energia elettrica e trovare quella che meglio si adatta alle tue esigenze.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Tariffe correlate
Amica Web Flat Bioraria
Prezzo bloccato
Dettagli
Energia 3.0 Trioraria
Prezzo bloccato
Dettagli
Semplice Luce Enel
Prezzo bloccato
Dettagli

Commenti Facebook:

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2014