Offerte telefoniche mobile: la classifica delle migliori offerte


Il panorama delle offerte di telefonia mobile in Italia è molto variegato, e chi sta pensando di cambiare operatore – magari dopo anni di fedeltà e un canone che non è più ai livelli del mercato – si trova di fronte a una vastità di scelta che può disorientare. SOStariffe.it aiuta a mettere a confronto le offerte attualmente sottoscrivibili, sia per i nuovi clienti che per chi ha già un abbonamento in essere con l’operatore, valutandone costi, dotazione e opzioni aggiuntive.

assistenza clienti mobile

Per orientarsi al meglio è bene però avere una piccola guida che aiuti a capire quali sono i fattori da considerare per avere un’affidabile classifica delle migliori offerte di telefonia mobile: qui di seguito cerchiamo di analizzarne qualcuno, rimandando sempre al comparatore di SOStariffe.it per una trattazione più nel dettaglio delle diverse offerte proposte dagli operatori.

Di che cosa tenere conto quando si sceglie un’offerta di telefonia mobile

Ognuno ovviamente ha le proprie esigenze, ma le offerte di telefonia mobile hanno diverse caratteristiche che fanno comodo a tutti. Bilanciarle nel modo giusto, senza spendere troppo, significa davvero trovare la tariffa su misura: per questo è necessario valutare con la massima attenzione se c’è tutto quello che serve e se, viceversa, non si paga per servizi che non si useranno mai. Più nel dettaglio, è una buona idea, quando si sceglie una nuova promozione mobile, valutare almeno i seguenti aspetti:

  • costo (canone, SIM e attivazione)

  • eventuale durata minima del contratto

  • ricezione (e 5G)

  • minuti (e sms) illimitati o con soglia

  • traffico dati in gigabyte

  • possibilità di usare il tethering

  • eventuale traffico gratuito per determinate applicazioni

  • possibilità di inserire l’acquisto dello smartphone

  • promozioni per l’operatore di provenienza

  • sconti per altri servizi

I parametri delle migliori offerte mobili: prezzo, durata del contratto, ricezione

Il costo si spiega da sé, ma non c’è soltanto il canone mensile da pagare: bisogna tenere conto anche del costo di attivazione (che di norma si aggira sui 10 euro, ma qualche compagnia non lo fa pagare) e di quello della SIM (comprensivo delle eventuali spese per l’invio a domicilio tramite corriere espresso).

La presenza di una durata minima del contratto non significa ovviamente che si debba rimanere legati allo stesso operatore per chissà quanto tempo senza avere la possibilità di cambiare, o che si debbano pagare salate penali in caso di recesso anticipato: l’Agcom le ha giudicate illegali, quindi l’operatore telefonico non può accollare altri costi rispetto a quelli di disattivazione. C’è però il caso delle promozioni speciali pensate per attirare nuovi clienti, che posso contenere delle “penali nascoste”: ad esempio non si fa pagare l’attivazione ma solo con una permanenza di 12-24 mesi, e se si cambia operatore prima bisogna pagare quello che si era risparmiato.

La ricezione ovviamente è uno dei parametri più importanti: non serve a nulla avere decine e decine di gigabyte per il traffico dati e poi trovarsi sempre con una tacca o due, idem per i minuti illimitati. In genere, si può dire che la rete dei MVNO low-cost (come ho., Fastweb Mobile o Kena) sia leggermente meno performante delle reti “madri” (ad esempio TIM con Kena o Vodafone con Ho.), soprattutto in caso di guasti, ma ormai la qualità delle chiamate e della navigazione in Rete sono ampiamente paragonabili. Meglio comunque fare una verifica, se possibile, soprattutto se non si abita in centro città.

È ancora presto, ma la possibilità di utilizzare il nuovo protocollo 5G per la trasmissione dei dati diventerà nei prossimi anni indispensabile, visto che le prestazioni di cui è capace, rispetto al “vecchio” 4G, sono di gran lunga superiori. In Italia la rete 5G è già disponibile in via sperimentale in alcune città, destinate ad aumentare mese dopo mese: se si ha intenzione di sfruttare al meglio i telefonini di ultima generazione (dopo Samsung, Huawei e gli altri colossi con sistema operativo basato su Android, quest’anno anche i nuovi iPhone di Apple avranno il supporto per il 5G), può essere una buona idea scegliere già un’offerta di questo genere.

I parametri delle migliori offerte mobili: minuti, traffico dati, tethering

Per chi fa molte telefonate, avere minuti illimitati è importante (per quanto riguarda gli SMS, invece, ora la richiesta è molto minore di un tempo, grazie alle varie app di messaggistica come WhatsApp e Telegram): fortunatamente gran parte delle offerte di telefonia mobile, oggi, offre questa opportunità. Per chi invece chiama meno, o preferisce utilizzare le chiamate via internet o le videochiamate (ad esempio proprio con WhatsApp) allora può bastare una dotazione mediamente generosa di minuti, se fa risparmiare qualcosa.

Cruciale, invece, è oggi il traffico dati espresso in gigabyte, ed è anche la dotazione cruciale su cui si sfidano le varie promozioni presso i diversi operatori, in particolare da quando è arrivata sul mercato Iliad con le sue offerte low cost da ben 40-50 gigabyte al mese. Qui non ci sono dubbi: più giga ci sono meglio è, compatibilmente con la ricezione e il prezzo. Inoltre stanno comparendo (a prezzi non popolari, ovviamente) anche le prime offerte con Giga illimitati, esattamente come se si trattasse di un’offerta Internet casa. Perciò, se non si usano troppo il PC e il telefono fisso a casa e si abita in una zona dove il 4G “prende” bene, potrebbe essere il caso di valutare se fare un investimento e – controllando se viene supportato il tethering, come vedremo tra poco – rinunciare del tutto a una rete casalinga.

Il tethering, infatti, permette di utilizzare uno smartphone proprio come se fosse un modem/router, creando una rete wireless a cui si possono collegare gli altri dispositivi di casa: ovviamente bisogna stare attenti a non superare la soglia della propria promozione, se c’è, e la stabilità o la velocità non sono ancora paragonabili a quelli della fibra ottica, ma con l’ormai prossimo avvento del 5G per moltissimi sarà un’opportunità molto seria. Ormai quasi tutti gli operatori supportano il tethering, ma se si ha intenzione di usare seriamente il proprio telefonino come una rete “di riserva” è necessario assicurarsi che sia così.

I parametri delle migliori offerte mobili: le opzioni aggiuntive

Le ultime caratteristiche da tenere presenti sono la possibilità, disponibile con diversi operatori, di avere traffico dati illimitato non tout court, ma per applicazioni specifiche: ad esempio la messaggistica, ma anche la musica, i social e così via. Si tratta di offerte che sono orientate a un target di solito piuttosto preciso (in particolare gli under 30) e possono essere un buon compromesso tra una costosa tariffa “tutto compreso” e una generica low cost.

Molto apprezzata è ormai da molti anni la possibilità di inserire uno smartphone nell’offerta, pagandolo a rate ed evitando così di dover sborsare in una volta sola il prezzo solitamente piuttosto elevato per i modelli di fascia più alta. Di norma il numero di rate è 24 o 30, e può esserci o meno l’obbligo di corrispondere un contributo iniziale, soprattutto per gli smartphone delle marche migliori e con caratteristiche top. Nel caso in cui si decida il recesso anticipato dall’offerta prima della fine del finanziamento, si è ovviamente tenuti a finire di pagare il dispositivo, e in base alle disposizioni dell’Agcom è possibile scegliere se pagare in una volta sola quanto rimane oppure continuare con le rate anche se si è già clienti altrove.

Ogni operatore può mettere a punto delle offerte personalizzate a seconda dell’operatore di provenienza del nuovo possibile cliente, che di norma viene raggiunto tramite SMS con un’offerta particolare, in grado di essere appetibile, per le sue caratteristiche o per il costo, rispetto a quella attualmente attiva presso l’operatore d’origine (ad esempio, l’utente di una low-cost può ricevere un’offerta per una low-cost di un altro operatore a un canone mensile più basso o con una dotazione superiore di gigabyte per il traffico dati.

Infine, a completare il quadro ci sono gli sconti per altri servizi o i mesi omaggio di abbonamento: Netflix, Tidal, Spotify, NOW TV, Disney+ sono solo alcune tra le possibilità che si presentano ai nuovi clienti di un’offerta mobile, in particolare quelle premium, con un numero variabile di mesi in omaggio e in qualche caso anche uno sconto perpetuo sull’abbonamento mensile.

Vodafone, le migliori offerte per chi non vuole limiti per il traffico dati

Vodafone è stata una delle prime compagnie a proporre le offerte di telefonia mobile con Giga illimitati: la soluzione ideale, come si è visto, per chi fa un uso massiccio di Internet o per chi addirittura sta pensando di rinunciare a Internet fisso per utilizzare il proprio smartphone come router grazie al tethering. Così, oltre alle normali offerte a consumo, Vodafone ha messo a punto Infinito, disponibile in tre versioni: normale, Gold Edition e Black Edition, tutte e tre con minuti, sms e gigabyte illimitati. La differenza tra le tre offerte (che hanno un costo paragonabile a un’offerta in fibra casalinga) sta nella quantità di dati in roaming, nei servizi aggiuntivi inclusi e nella velocità massima raggiungibile: 2 Mbps, 10 Mbps e senza limiti.

Da segnalare che le offerte Vodafone, insieme a quelle di TIM, hanno i voti più alti per quanto riguarda la ricezione, e sono tra le più gettonate non solo nei contesti urbani ma anche nelle zone più difficili da raggiungere.

TIM, tante opzioni per tutte le età

TIM è un’altra tra le compagnie che propone offerte con Giga illimitati, già con il supporto al 5G: è il caso di TIM Advance 5G Unlimited. Ma una delle particolarità dell’operatore è la quantità di tariffe riservate a determinate tipologie di utente: sia i giovanissimi (come TIM Junior, dotato di particolari opzioni per assicurarsi che i più piccoli non finiscano su siti non adatti alla loro età) che gli Under 30 (le varie versioni di TIM Young, con Giga illimitati per i social, le chat e la musica) e anche gli Over 60 (TIM 60+). Come per Vodafone, la ricezione qui è ai massimi livelli, e per questo si tratta di una scelta raccomandata se si abita in zone dove altri operatori hanno difficoltà.

Wind 3, la fusione che guarda già al 5G

Quando Wind e 3 si sono unite, è nato un colosso in grado di mettere paura sia a Vodafone che a TIM. Oggi Wind Tre propone, in quanto a telefonia mobile, diverse offerte di cui una già 5G Ready, Unlimited, con Giga illimitati; le altre (Medium, Large, XLarge) si pongono a metà tra le low-cost e quelle di TIM e Vodafone, con una misura variabile di Gigabyte e sempre minuti illimitati. Anche Wind 3 mette a disposizione offerte pensate per i giovani (divisi in Under 30, Under 20, Under 14, a prezzi molto convenienti) e per gli over 60.

Fastweb Mobile, il MVNO semplice

Dopo essere stata la pioniera della fibra ottica in Italia per le connessioni fisse, Fastweb qualche anno fa ha lanciato anche la sua linea di offerte per la telefonia mobile, che ha via via semplificato per arrivare alla tariffa di oggi: minuti illimitati e 50 GB di traffico Internet per un prezzo paragonabile a una low-cost, senza dover pagare né la SIM né costi di attivazione, sia per i già clienti che per i nuovi clienti. Fastweb Mobile è un MVNO, cioè – a differenza degli operatori visti finora – un operatore “virtuale” che sfrutta la rete mobile di TIM.

Le low-cost: Iliad, Kena, Ho., Spusu

Imbattibili dal punto di vista del costo, ma con minuti illimitati e decine di gigabyte, le offerte di telefonia mobile low-cost hanno cambiato il panorama italiano, in particolare con l’arrivo dalla Francia di Iliad, che ha riproposto anche da noi la sua formula di successo: pochissimi euro al mese di canone e dati quasi illimitati. Vodafone e TIM sono corse ai ripari rispettivamente con Ho. e Kena, operatori virtuali (MVNO) che seguono lo stesso modello di Iliad, e chi vuole combinare basso costo e tanti Gigabyte – magari al prezzo di qualche servizio supplementare in meno, e di una ricezione non sempre ottimale nelle zone non urbane – di solito sceglie una di queste.

Ultima arrivata in Italia è Spusu, che si distingue dalla concorrenza per la riserva dati: se rimangono SMS, minuti o dati inutilizzati alla fine del mese, il mese successivo li si potrà avere ancora a disposizione sotto forma di Giga per il traffico dati.

PosteMobile: per il Black Friday torna l'offerta da 30 GB a 4,99 Euro al mese

Con la settimana del Black Friday che si avvia verso il culmine, PosteMobile lancia la sua offerta per questo periodo di sconti. Sino a domenica 29 novembre, l'operatore di telefonia mobile permetterà a tutti i nuovi clienti di attivare l'ottima offerta Creami WOW Weekend 30 GB, una delle tariffe più vantaggiose a meno di 5 Euro al mese. La nuova proposta di PosteMobile arricchisce le tariffe promozionali disponibili in questo periodo di Black Friday.

Offerte WindTre con telefono senza anticipo: le promozioni di novembre 2020

WindTre permette di acquistare a rate e senza anticipo i migliori modelli di smartphone top di gamma di produttori come Apple, Samsung, Huawei e Xiaomi. Scopri le tariffe dedicate dell'operatore italiano e il costo previsto per ogni dispositivo

Amazon Pharmacy: come funziona il servizio di consegna farmaci di Amazon

Una grande novità è in arrivo nel mondo degli acquisti online: si tratta di Amazon Pharmacy, piattaforma sulla quale sarà possibile acquistare direttamente online i farmaci generici e che è destinata a rivoluzionare un settore caratterizzato da grande immobilismo. Vediamo come funziona di preciso il nuovo prodotto di Jeff Bezos e quali sono le tempistiche entro le quali sarà attivo.