Risparmiare energia elettrica in casa: le migliori 10 idee di oggi


Dotarsi di un impianto con pannelli fotovoltaici da installare sul tetto, e auto-consumare per i bisogni della famiglia tutta l’energia prodotta, è un’ottima strategia di risparmio energetico.

Ma l’efficienza energetica della nostra casa passa anche da tanti piccoli accorgimenti nella nostra routine quotidiana, soprattutto per quanto riguarda l'utilizzo dell'energia elettrica

Illuminazione: preferire il led

Sostituire le lampadine alogene o a incandescenza che abbiamo in casa con luci a basso consumo o a led. Comprese le serie luminose per addobbare l’albero di Natale. Vanno bene anche le lampadine fluorescenti compatte

Durano anche 8 volte più delle lampade a incandescenza e consumano fino al 70% in meno.

Negli ambienti in cui si ha bisogno di massima illuminazione, sostituire gli interruttori con i regolatori di intensità luminosa o con interruttori automatici che si azionano solo in presenza umana.

Tinteggiare le pareti con colori chiari e usare il più possibile la luce naturale del sole.

Curare la manutenzione dell’impianto fotovoltaico

Prevedere ciclicamente il lavaggio delle superfici dei pannelli dai depositi di polvere e sporco che ne riducono l’efficienza.

I costi per la manutenzione oscillano sulla base a grandezza e posizionamento tra gli 80 e i 300 euro.

Evitare lo stand-by degli apparecchi elettrici

Lasciare in stand-by i piccoli elettrodomestici per settimane o mesi incide sui consumi.

Spegnere il led rosso dei nostri apparecchi: televisore, macchina del caffè, forno a microonde, pc, lettori musicali e tutti gli altri.

Allontanare il frigo dal muro

Separare il frigorifero dalla parete di fondo su cui è appoggiato, anche solo di 10 centimetri. L’intercapedine che si crea tra l’apparecchio e il muro ne agevola il funzionamento.

La porta del frigo va aperta il minimo indispensabile e richiusa con cura.

L’apparecchio va collocato nel punto più fresco della cucina, lontano da fonti di calore, regolando il termostato su posizioni intermedie. Verificare il buono stato delle guarnizioni della porta e sbrinarlo con frequenza. Almeno una volta all’anno, pulire le serpentine del condensatore.

D’estate, programmare il climatizzatore

Il condizionatore, anche se usato solo d’estate, può trasformarsi in un apparecchio energivoro. Preferire la funzione di deumidificatore, dove presente, all’aria fredda. Non dimenticarlo mai acceso. Anziché lasciarlo andare in modalità continua, programmarne sempre il funzionamento.

Scollegare il caricabatterie di tablet e cellulare dopo l’uso

Il caricatore dei nostri device (smartphone, tablet e pc) va disconnesso dalla presa appena il dispositivo ha raggiunto la carica e, soprattutto, se l’apparecchio non è più collegato al cavo.

Controllare la potenza assorbita dagli apparecchi

Gli apparecchi elettrici non vanno mai accesi contemporaneamente per evitare sovraccarichi: il contatore potrebbe non reggere e far saltare la corrente.

Accertarsi del consumo di ciascun elettrodomestico in watt (W), leggendo la targhetta che ne indica la potenza o il libretto di istruzioni.

Lavatrice e lavastoviglie, farne un uso intelligente

Al momento dell’acquisto, se possibile, preferire apparecchi di classe energetica elevata. Utilizzare la lavatrice a basse temperature. Separare il bucato in base al tipo di tessuto e di sporco e scegliere con cura il programma. Evitare di utilizzare la lavastoviglie per pochi tegami ed escludere la fase di asciugatura.

Tv, forno, ferro da stiro e aspirapolvere, come usarli al meglio

Il televisore va collocato su un piano stabile e a 10 centimetri dalla parete. Se abbiamo un forno elettrico durante la cottura bisogna aprire lo sportello il minimo indispensabile.

Lo scaldabagno va installato vicino al punto di utilizzo e regolato a 45°C in estate e a 60°C in inverno. L’aspirapolvere non va mai lasciato acceso a vuoto.

Stirare all’inizio i vestiti più sottili, lasciando alla fine quelli più spessi quando il ferro è più caldo, per recuperare tutto il calore.

Optare per un termostato intelligente

In commercio esistono termostati intelligenti per la caldaia che, grazie al monitoraggio delle temperature (esterna e interna), e delle nostre abitudini di utilizzo ci aiutano a ridurre i consumi.

Costo impianto fotovoltaico 20 kW: quanto costa e come funziona 

Gli impianti a energia solare sono sempre più abbordabili, anche quando si tratta di taglie “robuste” come i 20 kW: questi sistemi sono diffusi nelle piccole e medie aziende, nelle grandi ville ma anche in quelle case che, per risparmiare, hanno deciso di convertire tutti i loro consumi di gas – dal riscaldamento all’acqua calda sanitaria – in elettrici.

Costo impianto fotovoltaico 6 kW: quanto costa e come funziona 

Con una spesa media sotto i 10.000 euro, anche un impianto fotovoltaico da 6 kW – più che sufficiente per una famiglia numerosa – oggi è una prospettiva molto conveniente per chi vuole risparmiare sull’energia elettrica, in particolare tenendo conto delle detrazioni al 50% che spettano di diritto a chi opta per questo tipo di impianto.

Offerte impianti fotovoltaici: come tagliare la bolletta della luce 

Tagliare la bolletta della luce usufruendo delle varie offerte per l’acquisto e l’installazione di un impianto fotovoltaico è sempre più conveniente per chiunque abbia la possibilità di installare i pannelli solari sul tetto della propria casa. È però necessario analizzare costi e risparmi nel modo più accurato possibile, visto che l’investimento rimane ingente.
Mi piace

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - Corso Buenos Aires 54, 20124 Milano - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2019
Il servizio di intermediazione assicurativa è offerto da Sos Broker srl con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS
ed iscritto al RUI con numero B000450117, P. iva 08261440963. PEC
Il servizio di mediazione creditizia per mutui e prestiti è gestito da FairOne S.p.A., iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215, P. IVA 06936210969 TrasparenzaInformativa