Prestiti Imprese: finanziamenti per aziende fino a 300mila €

Ti aiutiamo a trovare i tassi più bassi e i finanziamenti più adatti alle tue esigenze di business

Dati inseriti correttamente

Grazie per l'interesse dimostrato!

Un nostro consulente ti contatterà per fornirti maggiori dettagli sulla piattaforma

Zero commissioni

Credimi, partner di SosTariffe.it, offre un servizio di consulenza gratuito e senza impegno. Compila il form fornendo pochi, semplici dati e verrai ricontattato.

Consulenza personalizzata

Scoviamo per te le migliori soluzioni in relazione alle tue esigenze di business: se stai valutando ora di metterti in proprio, vuoi rilevare un’attività già avviata o stai optando per un franchising.

Ottieni fino a 2 milioni di euro

e fai decollare il tuo progetto professionale scegliendo il finanziamento più adatto alle tue esigenze.

Prestiti aziendali

Crisi, ma anche progetti di espansione dell’attività o rinnovamento del parco macchine, una nuova politica green o una nuova idea su cui si vuole investire. I motivi per cui si può decidere di chiedere un prestito possono essere diversi e le aziende non devono per forza rivolgersi agli istituti di credito solo in momenti di difficoltà.

Prestiti finalizzati e non finalizzati

Prima di recarsi in banca o di sottoscrivere online il piano di finanziamento ci sono delle informazioni utili da conoscere. Ci sono due tipologie di prestito alle imprese e alle famiglie: quelli finalizzati e non finalizzati.

I primi sono dei piani che possono essere richiesti ma per cui è necessario esplicitare il motivo della richiesta del prestito. Le somme di denaro ricevute con queste formule di prestito sono vincolate, possono dunque essere spese soltanto per operazioni coerenti con lo scopo dichiarato per ottenere il finanziamento di un progetto.

I prestiti finalizzati non vi consentono di ricevere direttamente il denaro, le somme sono destinate direttamente presso i fornitori indicati in fase di contratto. Sono delle soluzioni di prestito che possono essere proposte anche dagli stessi fornitori a cui vi rivolgete per acquistare dei beni o dei servizi per realizzare il vostro progetto.

Non si tratta di un tipo di prestito esclusivo per le aziende, può infatti essere richiesto da ogni cittadino che non abbia pendenze come cattivo pagatore. Si devono fornire i dati relativi al reddito e alle garanzie disponibili. Dati i vincoli e i limiti questi finanziamenti sono in genere contraddistinti da tassi di interesse molto bassi.

Prestiti non finalizzati: maggiore libertà ma interessi più alti

I limiti posti dal prestito finalizzato lo rendono adatto per chi cerchi dei piani di prestito specifici per la propria impresa. La soluzione migliore per le aziende è però in genere il prestito non finalizzato. In questa formula vengono meno le imposizioni di spesa legate ad un progetto o acquisto specifico. Le somme richieste con questo prestito sono accreditate direttamente sul conto del dealer e non si è vincolati all’acquisto di nessun bene o materiale presso dei negozi o fornitori. 

Si dovrà fornire all’istituto una dimostrazione del reddito disponibile, i documenti richiesti sono una busta paga, o la pensione oppure l’ultima dichiarazione dei redditi. Potrebbe anche essere richiesto di indicare un garante che, in caso di difficoltà nella restituzione del denaro, si possa fare carico del debito. Con soluzioni di finanziamento non finalizzato sono proposti dei tassi di interesse più elevati, soprattutto quando si sottoscrivono dei contratti che non prevedono garanzie o vincoli.

Qualche esempio di prestito

La quantità di denaro che si può ricevere con le differenti soluzioni di prestito è collegata alla tipologia di imprese posseduta e al fatturato annuo su cui si può fare affidamento. Per una Spa o Srl con meno di 250 dipendenti e con un fatturato compreso tra 250 mila euro e 50 milioni si può ottenere un prestito fino a 5 milioni in 5 anni. Una clausola molto vantaggiosa di questo prestito è che la restituzione delle somme ricevute inizierà ad un anno dal primo accredito.

Diverse possono essere le soluzioni dedicate alle piccole e medie imprese o proposte di factoring. Con prestiti agevolati e sostenuti dal Fondo di garanzia del Mise se si possiedono i requisiti corretti si ottiene la concessione di una garanzia pubblica. Con questa formula si possono ottenere tra 50 mila euro e 2 milioni e mezzo e il finanziamento ha una durata massima di 96 mesi.

Cos'è il factoring e a chi si rivolge

Le soluzioni factoring sono destinate invece alle imprese che lavorano con le pubbliche amministrazioni e con grandi aziende. Questi prestiti sono destinati a quelle aziende che hanno difficoltà nel riscuotere i crediti e che abbiano dei contratti di forniture continuative. Le imprese che lavorano con le PA si trovano spesso in difficoltà e i tempi di pagamento di molti enti sono molto dilazionati creando serie difficoltà alle aziende che forniscono beni e servizi.

Le formule di questi prestiti sono particolari. Ad esempio, si può richiedere all’istituto un anticipo di crediti futuri e si cede alla banca una percentuale sul valore del contratto.  Ci sono poi soluzioni che mirano a smobilizzare i crediti commerciali ma per cui la banca non si fa carico di eventuali perdite. Sono in ogni caso dei prestiti che consentono alle imprese con contratti con tempi lunghi di pagamento di avere un flusso di liquidità più regolare e subito disponibile.

Condizioni agevolate per le imprese

I finanziamenti verso le imprese hanno delle particolari condizioni sia di erogazione che di restituzione delle somme erogate. Spesso sono anche soluzioni agevolate e con coperture speciali da parte del Ministero dello Sviluppo che cerca di incentivare la crescita del tessuto imprenditoriale nazionale.

In questa pagina potete inserire i vostri dati ed essere ricontattati per valutare quali siano le soluzioni migliori per la vostra impresa e per le vostre necessità di finanziamento. Compilando il form e acconsentendo al trattamento dei dati potrete conoscere i migliori prestiti per la vostra impresa. Un esperto vi illustrerà le opzioni e le condizioni in linea con il vostro profilo.

I prestiti per le pmi sono pensati per permettere alle imprese di poter mantenere elevata la propria competitività in periodi di crisi o per accrescere la propria attività. Consentono di rinnovare il parco macchinari, ad esempio, o di ampliare il numero di dipendenti o di acquistare un magazzino più grande in vista della sottoscrizione di un contratto.

Risposte anche in soli 3 giorni

La valutazione delle domande di finanziamento è molto veloce, si può ottenere una risposta anche in pochi giorni. È necessario però essere molto scrupolosi nella presentazione della documentazione e possono essere richiesti anche i documenti fiscali dell’ultimo biennio dell’azienda.

In caso si progetti di nuove attività o di imprese in fase embrionale è importante presentare un business plan accurato e che riesca a mostrare le potenzialità dell’azienda. Sarà infatti questo documento oltre alle garanzie fornite ad essere valutato dall’istituto per accettare o rifiutare la domanda di finanziamento.

Prestiti a breve, medio o lungo termine

Un’ultima informazione utile per un’impresa che debba valutare qual è il tipo di finanziamento più adatto alle proprie esigenze riguarda i termini di accesso al credito. I prestiti possono essere a breve, medio o lungo termine.

I primi sono quelli adatti a situazioni di necessità di liquidità immediata, di solito sono richiesti quando la società si trova a dover sostenere delle spese impreviste e per cui c’è bisogno di somme precise di denaro. In genere si tratta di prestiti di importi più o meno contenuti e hanno una durata inferiore a 18 mesi.

I prestiti a medio e lungo termine hanno come minimo una durata di 18 mesi e sono pensati per sostenere l’impresa in progetti più impegnati, ben studiati e sono più personalizzabili. Il tasso di interesse in entrambi i casi può essere fisso o variabili a seconda degli accordi tra l’istituto di credito e l’impresa.

Il consiglio di un esperto

Per valutare quali siano i migliori preventivi di prestito che le banche possono garantire alla vostra azienda potete utilizzare il servizio di SosTariffe.it. Il sito vi fornirà in modo gratuito e senza alcun impegno d’acquisto le informazioni sui prestiti per le imprese più in linea con la vostra società e con il vostro progetto di crescita.

Orientarsi tra tutte le offerte, i fondi a disposizione e le formule di prestito può essere complesso. Può comunque tornare utile qualche regola di base che è bene applicare prima di firmare qualsiasi contratto:

  • chiarire qualsiasi punto dubbio del contratto
  • conoscere il tasso reale di interesse che si dovrà pagare
  • avere chiari i termini di pagamento del credito
  • conoscere le penali se si sforano le scadenze di pagamento
  • sapere quanto flessibilità è garantita

E anche se può sembra superfluo ribadirlo leggere sempre con estrema attenzione il contratto prima di firmarlo.

Documentazione necessaria

Per ottenere informazioni affidabili e precise è necessario fornire un’informazione quanto più precisa e dettagliata possibile sulle condizioni economiche dell’impresa e sui motivi o gli obiettivi che si intende raggiungere. Una startup riceverà, com’è ovvio, un trattamento diverso da un’impresa in attività da un decennio se il proprietario è ritenuto un buon pagatore.

In ogni caso è bene raccogliere tutto il materiale utile prima di recarsi in filiale o di inoltrare una richiesta di prestito di impresa online. Si devono avere a portata di mano:

  • codice fiscale
  • documento di identità
  • partita iva (se si possiede)
  • CUD o busta paga
  • Business plan (per richieste finanziamento startup o progetti)
  • Informazioni e documenti dell’eventuale garante del prestito
Eccezionale
Basata su 2510 recensioni
18 ore fa
Veramente cortesi e dis...

Veramente cortesi e disponibili . Consigli disinteressati e precisi . Veramente un ot...

Giuseppe

Valutata 4.7 su 5 sulla base di 2510 recensioni su