WindTre pronta a scendere in campo contro ho. Mobile

Gli operatori italiani studiano le contromosse per rispondere all’arrivo in Italia del nuovo soggetto low-cost di proprietà della francese Iliad, ho. Mobile, la cui rete è già apparsa nella ricerca manuale degli smartphone in molte città come Roma e Milano. Dopo gli operatori virtuali di TIM e Vodafone, anche WindTre avrebbe intenzione di lanciare una nuova iniziativa per scongiurare l’esodo di clienti. Ma ci sono solo ancora pochi mesi di tempo.

Le contromosse degli operatori italiani contro il debutto di Iliad in Italia

Il debutto di Iliad in Italia

Non manca molto per l’esordio anche in Italia di Iliad, l’operatore francese ultra-low cost che dovrebbe dare un notevole scossone al mercato della telefonia mobile nostrana (secondo Fitch, Vodafone, TIM, WindTre perderanno il 5% nei prossimi anni proprio a causa dell’aggressività commerciale di Iliad e della sua notevole liquidità).

Il nome del nuovo soggetto da noi sarà ho. Mobile e proprio in questi giorni sta già testando la sua rete, identificata anche dalla ricerca manuale dei comuni smartphone con il codice 222.50 e creata grazie alla tecnologia del ran sharing e agli accordi con WindTre, oltre a una serie di antenne indipendenti.

In varie città d’Italia (tra cui Roma e Milano) è comparsa la nuova rete, segno che basteranno pochi mesi per poter approfittare di tariffe particolarmente convenienti e vedere secondo molti, anche la fine della famigerata tariffazione a 28 giorni, capace di scatenare le ire anche dell’Agcom.

Le risposte degli operatori italiani

E gli operatori italiani? Di certo non staranno a guardare mentre ho. Mobile conquista clienti. In particolare, pare che WindTre abbia in serbo un’iniziativa volta proprio a contrastare il successo di Iliad, su cui non si sa ancora nulla: secondo una fonte vicina all’azienda citata da Reuters, si starebbe operando un rifinanziamento di circa 10 miliardi del debito proprio per un misterioso “progetto nel cassetto” anti-ho. Nobile.
Confronta le offerte WindTre »
Anche TIM e Vodafone hanno studiato contromosse, la prima con il lancio Kena Mobile, operatore virtuale low-cost basato sulle proprie reti, fra poco anche su 4G, e la seconda con V.E.I., altro gestore full MVNO a basso costo.

Ho. Mobile, ancora qualche mese

Di certo il tempo non è molto: si parla addirittura di novembre di quest’anno come data possibile per il lancio dell’operatore di Iliad, o al più febbraio 2018, quindi eventuali strategie di contrasto per queste date dovranno essere già operative o perlomeno pronte a partire.

Intanto, riserbo assoluto anche per quanto riguarda le tariffe di ho. Mobile, anche se si è parlato di un piano base (intorno ai 200 minuti e 2 GB di Internet) a circa 2 euro al mese) e almeno altri due, con 30 GB di traffico dati a partire da 10 euro al mese. Al mese, appunto, perché Iliad non propone la tariffazione quadrisettimanale diventata di moda in Italia, soprattutto considerando la censura dell’Agcom. Ma bisognerà ancora aspettare per verificare la veridicità di queste voci.

Commenti Facebook: