Windows Phone 8.1: l’aggiornamento porta con sé l’assistente intelligente Cortana

Cortana è una delle principali novità introdotte da Microsoft in Windows Phone 8.1. A illustrarne le capacità durante il keynote di apertura della BUILD 2014 è stato Joe Belfiore, vicepresidente Windows Phone Program Management & Design presso l’azienda di Redmond.

Microsoft ha illustrato le funzioni e le capacità in dote a Cortana
Ecco Cortana, l'assistente intelligente di Windows Phone sviluppato da Microsoft

Se gli utenti di iPhone possono chiedere a Siri e se i proprietari di smartphone equipaggiati con Android possono contare su Google Now, nelle settimane a venire anche quanti dispongono di un cellulare intelligente con a bordo Windows Phone potranno interagire con un assistente intelligente.

Vai alle offerte per i Windows Phone Nokia

Nell’annunciare le novità introdotte da Microsoft in Windows Phone 8.1, infatti, Joe Belfiore ha illustrato le funzioni di Cortana, l’assistente intelligente il cui nome muove da una IA (Intelligenza Artificiale) di Halo, la celebre serie di sparatutto in prima persona pubblicata proprio da Microsoft e sviluppata prima da Bungie Studios e poi da 343 Industries.

Cortana è stata in grado di fornire risposte piuttosto accurate alle domande poste da Belfiore con linguaggio naturale. Le sue capacità muovono da Bing e dalle informazioni provenienti da servizi di terze parti, come Yelp, per esempio.

Cortana promette inoltre di fornire informazioni pertinenti che muovono dai messaggi di posta elettronica, dai contatti, dagli interessi dell’utente e da altri dati che hanno a che fare con il medesimo. Non vi sarebbe alcun bisogno, peraltro, di suggerire a Cortana i propri desideri, perché l’assistente intelligente di Microsoft sarebbe in grado di individuarli sulla base delle azioni eseguite dall’utente.

Sarà però possibile, per gli utenti di Windows Phone 8.1, suggerire a Cortana ove prendere le informazioni, spiega Brad Chacos di PCWorld. Sarà in altri termini possibile impedire o abilitare l’accesso dell’assistente intelligente a determinate informazioni, attraverso le impostazioni di un correlato sistema denominato Notebook. A tutela della privacy, quindi.

Cortana è già intelligente a sufficienza per capire quando un nuovo appuntamento in calendario confligge con un promemoria inserito in precedenza dall’utente, e per suggerire a quest’ultimo di modificare le date scelte, aggiunge Chacos.

Cortana debutterà in versione beta dapprima negli USA, per poi raggiungere Canada, Regno Unito e Cina nei mesi a venire. Gli sviluppatori avranno modo di integrare i comandi vocali di Cortana nelle applicazioni destinate a raggiungere Windows Phone Store o già disponibili presso lo stesso.

Commenti Facebook: