Wind, risultati del primo trimestre 2010

Il Cda Wind si è riunito ieri per l’approvazione del progetto di bilancio del primo trimestre del Gruppo. Tra i principali risultati Wind evidenzia:

  • Ricavi totali a 1.385 milioni di euro, in aumento del 1,2% rispetto al primo trimestre 2009, trainati dalla crescita del 2,3% dei ricavi da servizi; ricavi da servizi mobili in crescita del 4,9%
  • EBITDA raggiunge 498 milioni di euro, in crescita del 2,0% rispetto al Q1 2009; margine al 35,9%
  • Utile netto di gruppo pari a 3 milioni di euro rispetto ad un utile di 59 milioni di euro registrato nel primo trimestre 2009
  • Indebitamento finanziario netto a 8.411 milioni di euro
  • Clienti telefonia mobile superano i 18,8 milioni, in crescita del 9,3%
  • Clienti telefonia fissa voce a 2,9 milioni, in aumento del 7,0%, trainati dalla forte crescita dei clienti diretti che arrivano a 2,1 milioni
  • Clienti broadband in crescita del 18,1% a 1,71 milioni

Wind_Q1_ita

L’ARPU della telefonia mobile per il primo trimestre è di 16,1 euro, diminuita rispetto all’anno precedente (16,8 euro), hanno partecipato a causare questa diminuzione i tagli sulle tariffe di terminazione e altro fattore ma non meno importante la crescente competitività del mercato. Per quanto riguarda i servizi invece, l’ARPU ha raggiunto quota 18,2% crescendo rispetto al primo trimestre 2009 di due punti percentuali.

Wind, grazie anche alla costituzione di Wind Retail, ha inoltre continuato l’operazione di investimento nella propria rete distributiva con l’obiettivo di svilupparla e ingrandirla.

si è riunito ieri per l’approvazione del progetto di bilancio del primo trimestre del Gruppo. Tra i principali risultati Wind evidenzia:

  • Ricavi totali a 1.385 milioni di euro, in aumento del 1,2% rispetto al primo trimestre 2009, trainati dalla crescita del 2,3% dei ricavi da servizi; ricavi da servizi mobili in crescita del 4,9%
  • EBITDA raggiunge 498 milioni di euro, in crescita del 2,0% rispetto al Q1 2009; margine al 35,9%
  • Utile netto di gruppo pari a 3 milioni di euro rispetto ad un utile di 59 milioni di euro registrato nel primo trimestre 2009
  • Indebitamento finanziario netto a 8.411 milioni di euro
  • Clienti telefonia mobile superano i 18,8 milioni, in crescita del 9,3%
  • Clienti telefonia fissa voce a 2,9 milioni, in aumento del 7,0%, trainati dalla forte crescita dei clienti diretti che arrivano a 2,1 milioni
  • Clienti broadband in crescita del 18,1% a 1,71 milioni

Wind_Q1_ita

L’ARPU della telefonia mobile per il primo trimestre è di 16,1 euro, diminuita rispetto all’anno precedente (16,8 euro), hanno partecipato a causare questa diminuzione i tagli sulle tariffe di terminazione e altro fattore ma non meno importante la crescente competitività del mercato. Per quanto riguarda i servizi invece, l’ARPU ha raggiunto quota 18,2% crescendo rispetto al primo trimestre 2009 di due punti percentuali.

Wind, grazie anche alla costituzione di Wind Retail, ha inoltre continuato l’operazione di investimento nella propria rete distributiva con l’obiettivo di svilupparla e ingrandirla.

Commenti Facebook: