Wimax disponibile nelle Marche

La banda larga arriva nelle Marche: quattro operatori locali (Servili, Milliway, Picchio in Rete, Tecnogeneral) e Wavemax a breve lanceranno le soluzioni broadband con tecnologia wimax per portare internet a tutti e superare il digital divide.

La copertura (antenne e centrali) sta iniziando in queste settimane per fornire i servizi in banda larga attraverso il Wimax sia la pubblica amministrazione, sia i privati che le imprese. La tecnologia wimax dovrebbe permettere anche un risparmio alle famiglie rispetto alle tradizionali offerte adsl, evitando di pagare il canone telecom.

wimax_banda-larga

La copertura Wimax è già stata attivata ed è in sperimentazione nei seguenti Comuni:

Monte San Martino, Serrapetrona, San Ginesio e Camporotondo (Macerata)
Acqualagna, Apecchio, Cantiano, Frontone (Pesaro/Urbino)
Acquasanta Terme, Maltignano, Roccafluvione e Venarotta (Ascoli Piceno)
Monterubbiano, Ortezzano, Campofilone, Monte Rinaldo (Fermo)
Monte Roberto, San Paolo di Jesi, Maiolati Spuntini, Castelbellino (Ancona)

Wavemax, che si occuperà di cablare gran parte delle zone, è una società umbra che ha ottenuto la licenza regionale WiMax a seguito della gara bandita dal Ministero delle Comunicazioni per diritti d’uso nazionali WiMax nelle frequenze 3.4-3.6 GHz (banda 3.5 GHz) per la regione Marche.

rga arriva nelle Marche: quattro operatori locali (Servili, Milliway, Picchio in Rete, Tecnogeneral) e Wavemax a breve lanceranno le soluzioni broadband con tecnologia wimax per portare internet a tutti e superare il digital divide.

La copertura (antenne e centrali) sta iniziando in queste settimane per fornire i servizi in banda larga attraverso il Wimax sia la pubblica amministrazione, sia i privati che le imprese. La tecnologia wimax dovrebbe permettere anche un risparmio alle famiglie rispetto alle tradizionali offerte adsl, evitando di pagare il canone telecom.

wimax_banda-larga

La copertura Wimax è già stata attivata ed è in sperimentazione nei seguenti Comuni:

Monte San Martino, Serrapetrona, San Ginesio e Camporotondo (Macerata)
Acqualagna, Apecchio, Cantiano, Frontone (Pesaro/Urbino)
Acquasanta Terme, Maltignano, Roccafluvione e Venarotta (Ascoli Piceno)
Monterubbiano, Ortezzano, Campofilone, Monte Rinaldo (Fermo)
Monte Roberto, San Paolo di Jesi, Maiolati Spuntini, Castelbellino (Ancona)

Wavemax, che si occuperà di cablare gran parte delle zone, è una società umbra che ha ottenuto la licenza regionale WiMax a seguito della gara bandita dal Ministero delle Comunicazioni per diritti d’uso nazionali WiMax nelle frequenze 3.4-3.6 GHz (banda 3.5 GHz) per la regione Marche.

Commenti Facebook: