Vodafone: arrivano le femtocelle?

Pochi giorni dopo il lancio di iPhone nel mercato UK Vodafone ha introdotto l’importante novità delle femtocelle per garantire l’erogazione del traffico dati e ridurre il congestionamento della rete.

In poche parole, la femtocella è un piccolo dispositivo che si collega ad una linea a banda larga e permette di migliorare la copertura e il segnale. La femtocella sfrutta la connessione ADSL per veicolare i dati senza distinzione del traffico effettuato (voce, sms o navigazione).

Il cellulare si collega ad una mini antenna garantendo sempre un’ottima copertura: il vantaggio è tutto per il cliente in quanto gli operatori potranno applicare tariffe molto più convenienti per il traffico generato sulla propria femtocella.

L’idea nasce nel 2002 nei laboratori Motorola di Londra denominata Access Point Base Station e sta ad indicare una minuscola stazione radiobase UMTS. La tecnologia si è pian piano evoluta fino a diventare un piccolo dispositivo che si collega al router di casa e funziona con i normali cellulari in commercio.

femtocelle

Questa è una strategia fondamentale per risolvere il fenomeno del congestionamento delle reti mobili a causa della sempre più crescente richiesta di traffico dati degli smartphone e delle chiavette.

Vodafone è stato il primo operatore europeo a rendere disponibile femtocelle nel luglio 2009 sotto il nome di Access Gateway. Questo è un passo importantissima per l’industria femtocelle in quanto l’utilizzo da parte di un importante operatore dimostra di voler scommettere sull’impresa della femtocella.

Le femtocelle potrebbero essere impiegate anche per migliorare la copertura nelle zone urbane del Wimax e non richiederebbero particolari autorizzazioni ed installazioni.

Il VoIP potrebbe essere realmente arrivato su qualsiasi tipo di cellulare.

i dopo il lancio di iPhone nel mercato UK Vodafone ha introdotto l’importante novità delle femtocelle per garantire l’erogazione del traffico dati e ridurre il congestionamento della rete.

In poche parole, la femtocella è un piccolo dispositivo che si collega ad una linea a banda larga e permette di migliorare la copertura e il segnale. La femtocella sfrutta la connessione ADSL per veicolare i dati senza distinzione del traffico effettuato (voce, sms o navigazione).

Il cellulare si collega ad una mini antenna garantendo sempre un’ottima copertura: il vantaggio è tutto per il cliente in quanto gli operatori potranno applicare tariffe molto più convenienti per il traffico generato sulla propria femtocella.

L’idea nasce nel 2002 nei laboratori Motorola di Londra denominata Access Point Base Station e sta ad indicare una minuscola stazione radiobase UMTS. La tecnologia si è pian piano evoluta fino a diventare un piccolo dispositivo che si collega al router di casa e funziona con i normali cellulari in commercio.

femtocelle

Questa è una strategia fondamentale per risolvere il fenomeno del congestionamento delle reti mobili a causa della sempre più crescente richiesta di traffico dati degli smartphone e delle chiavette.

Vodafone è stato il primo operatore europeo a rendere disponibile femtocelle nel luglio 2009 sotto il nome di Access Gateway. Questo è un passo importantissima per l’industria femtocelle in quanto l’utilizzo da parte di un importante operatore dimostra di voler scommettere sull’impresa della femtocella.

Le femtocelle potrebbero essere impiegate anche per migliorare la copertura nelle zone urbane del Wimax e non richiederebbero particolari autorizzazioni ed installazioni.

Il VoIP potrebbe essere realmente arrivato su qualsiasi tipo di cellulare.

Commenti Facebook: