Visa punta sui pagamenti peer-to-peer con Visa Direct e Fastacash

Con Visa Direct e la partnership con Fastacash, il colosso delle carte di credito lancia in Europa punta su due sistemi di pagamento peer-to-peer utilizzabili rispettivamente attraverso il numero di telefono e attraverso alcuni dei social network e delle applicazioni di messaggistica istantanea più diffusi (Facebook, WhatsApp, Twitter o LinkedIn).

Visa preme sui pagamenti P2P

La sfida di Visa è anche quella di diffondere i pagamenti peer-to-peer (o P2P) tra titolari di carte di credito Visa e di integrarli anche nei social network più diffusi, oltre al lancio dell’app per i pagamenti tramite smartphone basata su tecnologia token.
Confronta le migliori carte di credito
Con Visa Direct i titolari di carta Visa possono inviare denaro utilizzando semplicemente il numero di cellulare del destinatario. Visa Europe ha annunciato che a partire dal questa estate saranno supportate diverse valute e diverse lingue. Il servizio sarà offerto dalla banche socie che aderiranno. Al momento, nel mercato europeo, il servizio Visa Direct, conta già oltre 200 mila utenti.

Un altro sistema di pagamento P2P è quello che Visa ha intenzione di lanciare grazie alla collaborazione con Fastacash, società di Singapore. L’idea è quella di integrare un sistema di pagamenti digitali attraverso i social network e le applicazioni di messaggistica istantanea più diffusi, come Facebook, WhatsApp, Twitter o LinkedIn, di cui potranno usufruire i titolari di carte Visa.

Commenti Facebook: