Viaggio in USA e polizze assicurative “necessarie”

Partire per gli Stati Uniti significa regalarsi un viaggio in un Paese affascinante, ma prima di mettere piede sull’aereo è bene ricordarsi di stipulare un’assicurazione di viaggio completa, con un buon massimale e una bassa franchigia: in particolare le spese per l’assistenza sanitaria possono essere altissime, anche per infortuni o malattie di lieve entità. Fortunatamente le polizze disponibili sono molte.

Attenzione alle spese sanitarie, che possono essere altissime

Gli USA e il pericolo di spese impreviste

Un viaggio negli Stati Uniti è un sogno sempre più abbordabile per molti: che sia un coast-to-coast, un giro nei grandi parchi dell’Ovest o alla scoperta delle metropoli come New York, San Francisco o Chicago, il fascino dell’America non si discute. Meglio però andarci preparati a dovere, perché il rischio che brutte sorprese rovinino la vacanza è tutt’altro che trascurabile.

La sanità, infatti, come tutti sanno non è completamente gratuita come da noi. Al netto delle discussioni, tuttìora in corso, sulla riforma sanitaria, la realtà è molto semplice: se ci si ammala e non si è assicurati, si possono pagare molti, molti soldi, a differenza dell’Europa, dove la Tessera Sanitaria Europea garantisce l’assistenza. Per questo è meglio scegliere con cura le polizze assicurative “necessarie” prima di salire sull’aereo.

L’assicurazione di viaggio: indispensabile per l’assistenza sanitaria

L’assicurazione di viaggio (ne esistono diversi tipi, ormai) è il modo migliore per evitare di passare la propria permanenza negli Stati Uniti guardando di traverso gli impianti di aria condizionata – capacissimi, coi loro sbalzi termici, di far venire un rapido raffreddore a chi non è allenato – o leggere con attenzione l’etichetta informativa di qualsiasi cosa si stia per ingerire.
Confronta le assicurazioni di viaggio
Per non pagare visita e ricovero in seguito a qualche piccolo malanno o incidente, è meglio scegliere un’assicurazione sanitaria con l’accortezza di non dimenticarsi alcune caratteristiche: un massimale alto (le spese possono essere veramente impressionanti), una franchigia il più possibile bassa, un servizio di assistenza in italiano facilmente raggiungibile.

Date anche una buona lettura alle esclusioni, cioè le fattispecie per le quali l’assicurazione non funziona.

I diversi tipi di assicurazioni per i viaggi in USA

Le assicurazioni viaggi, in genere, non si limitano soltanto all’assicurazione sanitaria, ma forniscono un supporto completo a chi passa qualche tempo all’estero ed è alla ricerca di un pacchetto onnicomprensivo per far fronte a tutte le spese impreviste. Tra le altre tutele che è possibile richiedere ci sono quelle per l’annullamento del viaggio, quella per lo smarrimento del bagaglio, le formule per più viaggi (ovvero l’assicurazione multiviaggio, che invece di limitarsi a un viaggio specifico fornisce la copertura per tutti quelli effettuati in un determinato lasso di tempo, di solito un anno), quelle specifiche per i viaggi studio e così via.

Commenti Facebook: