Venditori energia porta a porta, telefono e internet: cosa sapere e come comportarsi

Da luglio 2007 è cessato il monopolio dell’ex azienda di stato Enel per la commercializzazione dell’energia elettrica e la liberalizzazione del mercato ha scatenato nuove società fornitrici tra le quali l’utente finali può scegliere per la propria fornitura (la liberalizzazione del mercato del gas è partita nel 2003).

Numerose compagnie nazionali ed estere si fanno concorrenza con offerte e promozioni assolutamente lecite ma spesso anche attraverso operazioni commerciali che impiegano venditori poco capaci, incorretti e spesso spregiudicati per ottenere sempre nuovi clienti.

Ecco allora che risulta molto utile conoscere quali sono gli strumenti e le informazioni da richiedere al venditore che cerca di proporvi di cambiare il vostro fornitore di luce e gas per proteggersi da frodi ed evitare contenziosi nei quali la gente continua purtroppo ad incappare.

Confronta tariffe energia

Offerta tramite venditore porta a porta:

E’ molto comune che il venditore usi lo stratagemma della “proposta non impegnativa” per ottenere dal consumatore dati con cui riempire moduli che poi risultano a tutti gli effetti il nuovo contratto di fornitura.
Altra ipotesi è che siano gli stessi venditori a compilare il modulo, avendo ottenuto da voi (o dalle bollette che vi richiedono di visionare al momento) dati specifici sui vostri consumi, necessari alla compilazione del contratto che poi invitano a firmare con la scusa di uno semplice dichiarazione di “presa visione” dell’offerta.

A seguire un elenco di 10 attenzioni e regole da tenere in considerazione in occasione di proposte porta a porta:

1. Chiedete e appuntatevi la qualifica al venditore, ovvero le sue generalità e la società di appartenenza;
2. Evitate di fornire bollette o fatture, fornite voi i dati dei consumi dei mesi precedenti;
3. Se foste interessati all’offerta chiedete i tempi di avvio del servizio, i costi di avvio e le condizioni di adesione;
4. Informatevi su quali sono le modalità di recesso dal servizio;
5. Chiedete come si misurano i consumi, quando, con che cadenza arrivano le bollette e le modalità di pagamento;
6. Prevedete l’eventualità di un pagamento in ritardo e informatevi su cosa potrebbe avvenire;
7. Cercate di capire se l’assistenza ai clienti è di qualità, attraverso le forme che avete a disposizione per il semplice recupero di informazioni, per un reclamo o per una controversia;
8. Ovviamente informatevi sul prezzo di riferimento dell’offerta e chiedete di visionare la scheda di confronto prezzi, ovvero la scheda che tutti i fornitori devono poter mostrare. Si tratta di un tabella che espone la differenza fra i prezzi dell’offerta proposta e quelli dell’Autorità dell’energia, ovvero del mercato tutelato (per il gas si chiamano Condizioni Standard dell’Autorità);

9. Nel caso abbiate stipulato un contratto, chiedete sempre di averne una copia;

10. Ricordate che in caso di ripensamento, visto che vi trovate al di fuori di locali commerciali, potete esercitare il diritto di recesso entro dieci giorni dalla stipula del contratto. In tal caso è sufficiente una raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo che trovate sul contratto.

Offerta per telefono:

La Maggiore parte delle offerte ci vengono fatte telefonicamente. In questo caso le procedure di adesione all’offerta cambiano benchè le attenzioni da porre elencate precedentemente rimangano valide.
1. Chiedere con chi si sta parlando e appuntarlo, assieme con il numero telefonico per le información
2. Richiedere tutti i dettagli dell’offerta seguendo le linee guida esposte nel paragrafo precedente
3. Dare i propri dati solo se l’offerta vi interessa, essendovi informati su tutti i dettagli
In questo caso ci sono due modi di procedere:

a- richiedere che vi venga inviata a casa una “proposta contrattuale” con tutte le informazioni del contratto (prezzo e condizioni). Attenzione, se firmate il documento vi impegnate a sottoscrivere l’offerta.
b- Richiedere di ricevere a casa un contratto a tutti gli effetti, che se firmato ed inviato potrà essere annullato solo entro dieci giorni senza nessuna spesa.
c- Aderire all’offerta per telefono. E’ comunque d’obbligo che l’azienda vi invii a casa entro 10 giorni il contratto completo; dal momento in cui lo ricevete avete 10 giorni per esercitare il diritto di recesso.

Offerta per Internet:

Molti fornitori promuovono le loro offerte via Internet. Per aderire ad un’offerta via web ci si può trovare davanti a due casi:
adesione diretta ad un contratto via Internet . In questo caso è d’obbligo che appaia la richiesta di conferma della procedura; una volta data avete 10 giorni per recedere senza pagare.
– Documenti scaricabili, tra cui il contratto, da compilare e riinviare firmato via posta all’azienda. Anche in questo caso dalla data dell’invio scatteranno 10 giorni utili per un recesso senza spese.

In ogni caso prima di accettare l’offerta di un operatore specifico il consiglio è sempre quello di confrontare tutte le tariffe per l’energia elettrica e il gas.

Commenti Facebook: