Velocità di connessione: come conoscerla e migliorarla

Avete l’impressione di non raggiungere velocità molto elevate quando navigate? Il vostro provider forse non sta erogando la velocità di connessione per cui state effettivamente pagando. Basta effettuare un test di velocità accurato per sapere qual è la velocità veramente raggiunta e mettersi il cuore in pace. Naturalmente bisogna ricordare che quella reclamizzata è la velocità “massima” raggiungibile lontana probabilmente dalla velocità media sulla quale potrete fare affidamento.

test
Per una navigazione ottimale è meglio conoscere la propria velocità di connessione

Non ci si può accontentare. La prima regola nel momento in cui si paga un servizio è essere sicuri che questo sia all’altezza delle aspettative ma soprattutto corrispondente alla proposta commerciale che il fornitore vi ha presentato.

Le offerte ADSL hanno raggiunto prezzi molto concorrenziali (anche meno di 20 euro al mese) ma non sempre corrisponde un servizio di qualità. E’ sempre meglio controllare e mettere in discussione quanto promesso.

Misurare la velocità di internet

Misurare la velocità di navigazione in internet è facile. Basta effettuare un test come lo Speed Test di SosTariffe.it. Dalla pagina dedicata, in pochi passaggi sarà possibile conoscere:

  • il provider internet;
  • la velocità di download e upload;
  • la latenza (ovvero il ritardo).

Questi dati, inviati anche via mail, vi permetteranno di compararli con quanto dichiarato dal provider. Affinché il test sia veritiero e accurato il sistema chiederà di indicare anche il comune da cui ci si collega. La pagina dedicata al servizio cita:

“Con lo Speed Test è finalmente possibile avere una valutazione chiara della connessione Internet, delle prestazioni e della velocità della linea e valutare se l’offerta ADSL casa sottoscritta è quella più adatta alle proprie esigenze”.

A questo punto non sarà complicato valutare le performance raggiunte dalla propria connessione. Sarà inoltre possibile effettuare una diagnosi utile a rintracciare eventuali problemi di collegamento che potrebbero quindi rallentare la connessione.

Cosa promettono i provider?

Sono molti i provider che promettono di raggiungere elevate velocità. E qualcuno fa di più, offrendo alcune “garanzie” volontarie. E’ il caso ad esempio di Infostrada che propone “ADSL vera“. Sostanzialmente si tratta di un servizio  volto ad “ottimizzare la linea alla velocità massima supportata dalla stessa”; in questa maniera si potrà fruire di una navigazione più stabile. Va da sé che in tal modo le performance e qualità ottenute saranno maggiori. Il servizio è offerta gratuitamente a tutti i clienti automaticamente.

Scopri l’ADSL vera Infostrada 

Fastweb è un provider che da sempre fa della velocità il suo pezzo forte. Il provider infatti si spende proponendo quella che chiama “Alta velocità certificata“. Come si legge sul suo sito internet

Fastweb infatti partecipa al progetto misura internet.it. Le elevate performance di Fastweb sono state certificate dal sistema di Misura Internet e registrate anche dai più utilizzati strumenti di analisi di velocità sul Web (i cosiddetti speed test di connessione). Dalle rilevazioni condotte in maniera autonoma Fastweb risulta uno dei provider più performanti in Italia“.

Scopri le offerte Fastweb

Tra i provider che adottano misure per il cliente al fine di rassicurare sulla velocità c’è Tiscali. Il provider specifica sulle sue offerte quella che è la velocità media di navigazione (in download) pari a 15 Mbps. Viene inoltre dichiarata anche la velocità minima raggiungibile che è pari a 10 Mbps.

Migliorare la velocità di navigazione

Se raggiunti dalla fibra il consiglio è di valutare queste offerte. La tecnologia in fibra ottica infatti permette di raggiungere la velocità pubblicizzata in maniera più certa. Con la fibra oggi si possono raggiungere comodamente velocità di 30 Mbps (ma anche fino a 200, 300 Mbps o addirittura 1 Gbps in alcune città); questo è dovuto al tipo di tecnologia che sostanzialmente va incontro a minori impedimenti fisici al passaggio del segnale.

Controlla la tua copertura in fibra 

Per migliorare la propria connessione è comunque possibile adottare alcune attenzioni:

  • Verificare fisicamente i cavi e la lontananza dei dispositivi dal router (soprattutto se Wifi);
  • Regolare il margine SNR (SNRm) in maniera ottimale.

Quest’ultimo rappresenta in sostanza un modo per capire qual’è la potenza del segnale contro l’eventuale rumore di fondo di cui la linea potrebbe essere afflitta. E’ possibile verificarlo accedendo all’indirizzo IP del router: il miglior parametro va da 29 a 35 decibel.

Per modificarlo bisogna attivare l’accesso Telnet sul router attraverso un programma chiamato Putty. Da qui occorre digitare i seguenti codici:

telnet + indirizzo IP del router

a seguire occorre digitare adslctl configure -snr 50 oppure adsl configure -snr 50

In questo modo diminuirete il valore di 3 dB.

Commenti Facebook: