Velocità ADSL: in Italia più lente di quanto pubblicizzato

Dopo poco più di un mese dal lancio del servizio del Test Velocità Adsl, SosTariffe ha effettuato una prima analisi dei dati, che mostrano come la realtà della banda larga nel Paese sia abbastanza preoccupante.

La rete è di Telecom Italia. Tutti usano la rete comune, a parte Fastweb che ha investito in alcune città, cablandole in fibra ottica.

La ricerca ha preso come base dati un campione di 1000 persone ubicate in ogni parte d’Italia, con connesioni eterogenee.

SosTariffe ha scoperto che la maggior parte dei consumatori non è contenta della velocità delle loro ADSL: le pubblicità e le offerte promettono numeri poi di fatto MAI raggiungibili.

Nel 2009 la velocità di download media, rilevata dalla ricerca di SosTariffe, per una connessione a 7 Mbps,è di 4407 Kbps (quasi 4.5 Mbps). Per quanto riguarda la velocità di Upload i dati sono un po’ più incoraggianti con una velocità media di 443 Kbps. I sottoscrittori di questo taglio di banda costituiscono la maggior parte del mercato con una percentuale del 47%.

Sicuramente ci sono alcuni fattori attenuanti di cui bisogna tenere conto: in primis l’orario in cu viene effettuato il test: infatti nel periodo di picco ( dalle 20 alle 22) la velocità delle linee è del 20% inferiore rispetto alla media giornaliera. In secondo luogo la città in cui viene effettuato il test. Infatti non in tutte la velocità di connessione è la stessa.

Questi fattori attenuano il risultato solo di poco, anche se ci ripromettiamo di analizzarli più approfonditamente nel momento in cui avremo un maggior numero di rilevazioni.

Una domanda che sorge spontanea è perchè gli operatori continuino a insistere a chiamare un offerta 7 Mega quando in realtà la velocità effettiva è di 4 Mega? Il progresso non si fa sicuramente con i nomi. Inoltre vorremmo sottolineare che i risultati migliori non raggiungono mai il picco teorico dichiarato dal provider: si fermano al massimo a 6.9 Mbps.

Il dato che spaventa di più è che il 29% di sottoscrittori di un’offerta Adsl a 7 Mega naviga a meno di 3 Mbps e il 19% a meno di 2 Mbps effettivi!

I provider che hanno la differenza minore tra velocità dichiarata e velocità effettiva sono i seguenti:

test-velocità-adsl

Le linee con il maggiore scarto tra velocità dichiarata e velocità effettiva sono in genere quelle da 20 Mbps, in particolare TelecomItalia e Fastweb, con velocità effettive rispettivamente di 6622 Kbps e 7130 Kbps.

iù di un mese dal lancio del servizio del Test Velocità Adsl, SosTariffe ha effettuato una prima analisi dei dati, che mostrano come la realtà della banda larga nel Paese sia abbastanza preoccupante.

La rete è di Telecom Italia. Tutti usano la rete comune, a parte Fastweb che ha investito in alcune città, cablandole in fibra ottica.

La ricerca ha preso come base dati un campione di 1000 persone ubicate in ogni parte d’Italia, con connesioni eterogenee.

SosTariffe ha scoperto che la maggior parte dei consumatori non è contenta della velocità delle loro ADSL: le pubblicità e le offerte promettono numeri poi di fatto MAI raggiungibili.

Nel 2009 la velocità di download media, rilevata dalla ricerca di SosTariffe, per una connessione a 7 Mbps,è di 4407 Kbps (quasi 4.5 Mbps). Per quanto riguarda la velocità di Upload i dati sono un po’ più incoraggianti con una velocità media di 443 Kbps. I sottoscrittori di questo taglio di banda costituiscono la maggior parte del mercato con una percentuale del 47%.

Sicuramente ci sono alcuni fattori attenuanti di cui bisogna tenere conto: in primis l’orario in cu viene effettuato il test: infatti nel periodo di picco ( dalle 20 alle 22) la velocità delle linee è del 20% inferiore rispetto alla media giornaliera. In secondo luogo la città in cui viene effettuato il test. Infatti non in tutte la velocità di connessione è la stessa.

Questi fattori attenuano il risultato solo di poco, anche se ci ripromettiamo di analizzarli più approfonditamente nel momento in cui avremo un maggior numero di rilevazioni.

Una domanda che sorge spontanea è perchè gli operatori continuino a insistere a chiamare un offerta 7 Mega quando in realtà la velocità effettiva è di 4 Mega? Il progresso non si fa sicuramente con i nomi. Inoltre vorremmo sottolineare che i risultati migliori non raggiungono mai il picco teorico dichiarato dal provider: si fermano al massimo a 6.9 Mbps.

Il dato che spaventa di più è che il 29% di sottoscrittori di un’offerta Adsl a 7 Mega naviga a meno di 3 Mbps e il 19% a meno di 2 Mbps effettivi!

I provider che hanno la differenza minore tra velocità dichiarata e velocità effettiva sono i seguenti:

test-velocità-adsl

Le linee con il maggiore scarto tra velocità dichiarata e velocità effettiva sono in genere quelle da 20 Mbps, in particolare TelecomItalia e Fastweb, con velocità effettive rispettivamente di 6622 Kbps e 7130 Kbps.

Commenti Facebook: