di

USA e GB: non usate Internet Explorer: pericolosa falla mette a rischio la sicurezza degli utenti

Allarme per Internet Explorer, il noto e utilizzatissimo browser per la navigazione Internet del colosso informatico Microsoft.

USA e GB: non usate Internet Explorer: pericolosa falla mette a rischio la sicurezza degli utenti

Qualche giorno fa, infatti, un gruppo di ricercatori di FireFive, azienda operante nel settore della sicurezza, sono riusciti a scoprire una pericolosa falla nel software che consentirebbe ai pirati informatici di recuperare i dati degli utenti, attraverso siti realizzati ad hoc e simili a quelli più conosciuti e usati.

Il bug è presente, stando a quanto riferito dall’azienda, nelle versioni di Internet Explorer che vanno dalla 6 alla 11 (si stima addirittura che circa il 55 dei navigatori a livello globale usa una di queste releases) e rischierebbe di compromettere l’intero sistema, se sfruttato a dovere da malintenzionati esperti e cybercriminali. La stessa Microsoft ha ammesso il problema e ha fatto sapere che ci sono già stati degli attacchi che sfruttano proprio tale falla: la società è già al lavoro per trovare una soluzione nel più breve tempo possibile e rilasciare una patch correttiva.

Non sappiamo ancora, però, se anche gli utenti che utilizzano ancora Windows XP, lo “storico” sistema operativo non più supportato da Microsoft, avranno la possibilità di scaricare ufficialmente la futura risoluzione del problema.

Intanto il Dipartimento della Sicurezza Nazionale statunitense e un’agenzia governativa del Regno Unito hanno consigliato agli utenti di evitare Internet Explorer fino a quando non verrà rilasciata la patch. L’unico modo per proteggersi da cyberattacchi e crackers, quindi, è quello di affidarsi a browser concorrenti e alternativi a Explorer.

Fortunatamente è possibile trovarne di diversi e validi, senza dover rimpiangere il software di casa Microsoft (e in alcuni casi potreste trovarli migliori): pensate, ad esempio, a Firefox, browser della community di Mozilla, molto personalizzabile, open e uno dei più apprezzati della rete. Ovviamente c’è da segnalare anche Chrome, il programma di navigazione Internet di casa Google, particolarmente integrato con i servizi di Big G. C’è anche Opera, un software norvegese molto veloce e interessante, oppure Safari, noto browser di casa Apple, disponibile anche nella versione per sistemi operativi Windows.

Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta e ogni programma sopraccitato ha dei punti di forza che li rendono molto validi, all’altezza di ogni situazione. Ovviamente il nostro consiglio è quello di cercare di provarli tutti per poter trovare il miglior browser per le vostre esigenze, a seconda delle vostre modalità di utilizzo di un programma per navigare su Internet o delle vostre esigenze a livello di funzioni e estensioni.

Non appena l’aggiornamento verrà reso disponibile da Microsoft e il problema verrà finalmente risolto potrete ritornare a Internet Explorer in tutta sicurezza.

Confronta offerte ADSL

Commenti Facebook: