Una petizione contro i costi dell’assicurazione nel Sud Italia

E’ in arrivo una petizione contro i costi dell’assicurazione nel Mezzogiorno. I premi assicurativi nel Sud Italia, ed in particolar modo nelle province di Napoli e Caserta, sarebbero infatti tre volte quelli della media nazionale. Ad incidere sui costi i numerosi incidenti fittizi, a cui però il Governo potrebbe presto metter fine. Vediamo nel dettaglio la situazione.

Le zone più colpite dai rincari sono le province di Napoli e Caserta

I dati

Gli ultimi dati rilevati provengono dall’ISTAT e dall’ISVAP.

Il costo dell’assicurazione RC auto nelle regioni del Sud Italia è ormai accertato che sia ben più alto rispetto alla media nazionale, con impennate fino al 300% nelle province di Napoli e Caserta.

Dati quindi allarmanti, che confermano il panorama preoccupante della situazione italiana, ben lontana rispetto a quella dei paesi europei più virtuosi.

Le proposte

La proposta quindi arriva da alcuni comuni della Campania, che chiedono misure urgenti per contrastare il fenomeno.

Precedentemente già numerose associazioni a tutela dei consumatori hanno tentato questa strada, tuttavia senza ottenere finora risposte soddisfacenti da parte delle istituzioni.

Ad incidere in maniera determinante sul costo dell’RC auto al Sud, infatti, ci sarebbero i numerosi tentativi di truffa ai danni delle compagnie assicurative, difficilmente arginabili con nuove norme.

Le prospettive future

Entro la fine del 2014, comunque, è possibile aspettarsi qualche cambiamento.

L’introduzione del decreto legge sulla scatola nera, in particolar modo, dovrebbe andare a premiare, in maniera più o meno sostanziale, gli automobilisti virtuosi del Sud Italia, scoraggiando d’altra parte i tentativi di truffa.

Nel mentre, il consiglio principale per risparmiare è quello di affidarsi alle assicurazioni online, in grado di garantire un risparmio fino al 70% sul costo dell’assicurazione obbligatoria RC auto.

Confronta preventivi RC auto

Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: