UGF Banca: sanzione dell’Agcom per pubblicità ingannevole

L’AGCom ha deciso di sanzionare UGF Banca, controllata dal gruppo Unipol, per pubblicità ingannevole. La sanzione si riferisce ad un particolare conto corrente, il Formula Top, che secondo l’organismo di controllo è stato sponsorizzato in maniera non chiara e trasparente rispetto alle effettive condizioni previste dal contratto.

Nelle pubblicità “incriminate” si parlava, infatti, di un tasso di interesse del 2,5% ma non veniva specificato in modo chiaro che questo vantaggio sarebbe stato temporaneo e valido, quindi, solamente per i primi mesi dall’attivazione del conto. Per questo motivo l’Antitrust ha deciso di sanzionare la campagna pubblicitaria, precisamente le brochures e i manifesti che venivano proposti sia nelle filia

L’assenza di informazioni complete e precise sulle effettive condizioni del conto corrente successivamente al periodo iniziale è costata a UGF Banca una sanzione di ben 70 mila euro.

margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px Helvetica} p.p2 {margin: 0.0px 0.0px 0.0px 0.0px; font: 12.0px Helvetica; min-height: 14.0px} span.s1 {letter-spacing: 0.0px} –>L’AGCom ha deciso di sanzionare UGF Banca, controllata dal gruppo Unipol, per pubblicità ingannevole. La sanzione si riferisce ad un particolare conto corrente, il Formula Top, che secondo l’organismo di controllo è stato sponsorizzato in maniera non chiara e trasparente rispetto alle effettive condizioni previste dal contratto.

Nelle pubblicità “incriminate” si parlava, infatti, di un tasso di interesse del 2,5% ma non veniva specificato in modo chiaro che questo vantaggio sarebbe stato temporaneo e valido, quindi, solamente per i primi mesi dall’attivazione del conto. Per questo motivo l’Antitrust ha deciso di sanzionare la campagna pubblicitaria, precisamente le brochures e i manifesti che venivano proposti sia nelle filia

L’assenza di informazioni complete e precise sulle effettive condizioni del conto corrente successivamente al periodo iniziale è costata a UGF Banca una sanzione di ben 70 mila euro.

Commenti Facebook: