UE contro lo spreco: risparmio 250 miliardi di euro all’anno e due milioni di posti di lavoro

La Ue lancia il manifesto contro lo spreco energetico negli edifici e fa un calcolo di risparmio: 250 miliardi di euro. E in più ci sarebbero due milioni di nuovi posti di lavoro per operatori del settore. L’obiettivo è sensibilizzare istituzioni e cittadini dei 28 paesi dell’Ue sulla riqualificazione energetica.

Il 2 Aprile parte la campagna di raccolta firme

A lanciarlo è Renovate Europe, un ‘iniziativa europea volta a sensibilizzare istituzioni e cittadini dei 28 paesi dell’Ue sulla riqualificazione energetica. Si tratta esattamente di una campagna promossa da ben 31 sostenitori, che riuniscono associazioni non governative, enti locali, sindacati, gruppi di esperti e il settore terziario .

E’ Rete Irene, campagna promossa da ben 31 sostenitori, che riuniscono associazioni non governative, enti locali, sindacati, gruppi di esperti e il settore terziario,  il partner italiano a cui è stato chiesto di partecipare alla campagna.

Come ben ha sottolineato anche il recente studio di Legambiente, il 40% del totale del nostro consumo energetico, nonché del 36% delle emissioni di biossido di carbonio nell’atmosfera è dovuto alla qualità di coibentazione dei nostri edifici.

Oltre al manifesto è stata diffusa una lettera aperta, indirizzata a tutti i capi di stato dei Paesi Ue, per chiedere alla politica azioni efficaci ed immediate, miranti ad un obiettivo di efficienza energetica nel settore edile entro il 2030.

Matteo Renzi lo sa, anche a lui è arrivato l’appello e sarà coinvolto in prima persona nell’ambizioso progetto visto il  prossimo semestre di presidenza italiana dell’Unione Europea, a pochi mesi dall’apertura di Expo 2015. Inoltre, il 2 aprile partirà una raccolta di firme, che si terrà in contemporanea a Bruxelles e nei diversi paesi dell’Unione Europea, che coinvolgerà i candidati alle imminenti elezioni per il rinnovo del parlamento Ue

Confronta le offerte per riscaldare casa

Commenti Facebook: