Tyrant Sky

Parte stasera dalle 21.50 su Fox, canale della piattaforma Sky e disponibile all’interno del pacchetto base Sky TV, “Tyrant”, il nuovo political drama che ha debuttato in America lo scorso 24 giugno sul network FX che punta ad appassionare il pubblico grazie a una miscela che comprende intrighi politici, terrorismo, giochi di potere, violenza e storie personali. Il serial prevede dieci episodi.

Da stasera alle 21.10 su Fox la nuova serie tv "Tyrant"

Siamo ormai alla fine di questa stagione televisiva, ma per gli abbonati a Sky non mancano mai le novità e così proprio questa sera parte un nuovo appuntamento che dovrebbe appassionare i tanti amanti delle serie tv: basta sintonizzarsi dalle 21.50 su Fox per “Tyrant”, la serie con protagonista Adam Rayner, un political drama che non mancherà certamente di regalare sorprese.

Il debutto negli Stati Uniti è avvenuto lo scorso 24 giugno sul network FX, ma a conferma della qualità di questo prodotto ci sono gli ideatori, due veri maestri della serialità televisiva come Gideon Raff, già produttore di “Homeland” e qui autore del soggetto e della sceneggiatura, e il produttore Howard Gordon, già creatore di “24”.

La trama

Sono previsti dieci episodi dove si racconta la storia di Bassam, secondogenito del tiranno di Abuddin, un immaginario Paese arabo, che decide di trasferirsi negli Stati Uniti per studiare medicina. Oltreoceano il ragazzo, stanco di avere sopportato le preferenze del padre per il fratello maggiore, scelto fin sa subito per la successione, si laurea, si sposa, ha due figli e inizia una carriera come pediatra.

In patria, però, non si respira certamente aria serena: il padre, infatti, continua ad esercitare il proprio potere in modo dispotico, mentre il fratello maggiore non sembra avere pensieri e preferisce dedicarsi a donne e Ferrari. Non mancano nemmeno gli atti di violenza nei confronti degli avversari politici. Dopo vent’anni trascorsi lontano, però, con la scusa di un matrimonio, Bassam torna a casa e qui si troverà ad affrontare una serie di situazioni impreviste: il padre muore, il fratello è fuori controllo e lui si trova costretto a rimanere, per salvare il buon nome della famiglia e, inevitabilmente, l’intero Paese.

Perché guardare la serie

Il pilot della serie è stato girato da David Yates, regista di 4 titoli della saga di “Harry Potter” che ha appassionato grandi e piccoli, ma particolarmente affascinante è anche lo scenario insolito: una corte mediorientale col suo sfarzo e le contraddizioni evidenti rispetto ai problemi dei sudditi.

Di livello è anche il cast dove troviamo anche la modella e attrice Moran Atias, vecchia conoscenza del pubblico italiano qui nei panni della moglie del  fratello di Bassam (il bravo Ashraf Baroom) e Jennifer Finnigan (ex “Beautiful” e “Crossing Jordan”).

Anche il set di Tyrant (ambientato a Tel Aviv) ha risentito dell’escalation di violenza fra Hamas e Israele, quando nell’estate scorsa la produzione americana si è vista costretta a spostare le riprese in location più tranquille in Turchia.
Vai ai pacchetti Sky

Commenti Facebook: