di

TV di qualità: tutti gli strumenti per godersi ogni contenuto

Fino a pochi anni fa, guardare la TV significava mettersi di fronte al televisore in salotto e cercare, tra la decina scarsa di canali a disposizione, un programma di proprio gradimento. Oggi tutto è cambiato: da una parte la qualità dei contenuti, in alta e altissima definizione, nonché la loro varietà, tra televisione satellitare, digitale terrestre, streaming e pay tv di vario tipo; dall’altra gli stessi strumenti attraverso i quali si vedono i contenuti, come PC, smartphone e tablet.

TV di qualità: tutti gli strumenti per godersi ogni contenuto

L’evoluzione delle tecnologie

La rivoluzione televisiva più recente si può far risalire alla fine degli anni Novanta, quando sul mercato appaiono prima i televisori al plasma, poi quelli LCD (Liquid Crystal Display), utilizzando la tecnologia nata per i monitor dei personal computer, e infine i LED, per produrre schermi di grandi dimensioni, molto più sottili dei tradizionali CRT a tubo catodico e con ottimi risultati in termini di luminosità e brillantezza dei colori.

Con la complicità della diffusione del digitale terrestre negli anni Duemila, si afferma quindi l’alta definizione: dapprima il formato 720p, detto anche HD ready, con una risoluzione complessiva di almeno 1280×720 pixel a scansione progressiva; poi il formato 1080i (1920×1080 a scansione interlacciata) e infine il 1080p, conosciuto come Full HD e ormai lo standard in gran parte dei dispositivi moderni, a 1920×1080 pixel di definizione con scansione progressiva. Da ricordare poi la tecnologia 3D, che consente di apprezzare le tre dimensioni direttamente con lo schermo di casa.
Confronta le diverse offerte TV »
L’innovazione sembra non avere alcuna intenzione di fermarsi: da qualche tempo sono in commercio televisori 4K o Ultra HD (corrispondente a un 2160p) e già si parla di Ultra HDTV a 4320p. Naturalmente per proseguire con l’evoluzione sarà necessario, oltre alla tecnologia televisiva, anche avere infrastrutture di trasmissione dei dati di livello eccellente: oggi un’ADSL da 20 MB o la fibra ottica si comportano bene per la trasmissione in streaming, cioè via Internet, di contenuti ad alta definizione, ma si calcola che un solo minuto di filmato a 4320p occupi quasi 200 GB di spazio.

L’evoluzione dei contenuti

Il miglioramento della tecnologia per quanto riguarda i dispositivi di trasmissione dei contenuti è andato di pari passi con un cambiamento radicale dei contenuti stessi, che hanno potuto avvantaggiarsi dei benefici dell’alta definizione, della televisione satellitare, del digitale terrestre, dello streaming.

L’innovazione forse più rivoluzionaria è la possibilità di scelta: anche chi ha un semplice decoder digitale terrestre, ormai incluso in qualsiasi nuovo televisore, infatti ha a disposizione decine di canali tematici con contenuti in più. Ma per chi ama guardarsi film o serie TV sul divano le possibilità sono davvero infinite con un abbonamento a un servizio satellitare come Sky (con la sua controparte streaming, Sky Online) o digitale terrestre come Mediaset Premium (e Infinity): centinaia di canali, film in prima visione ad alta definizione o in 3D, partite di calcio e dirette di tutti i principali sport, contenuti esclusivi con trasmissioni celebri come X-Factor o Masterchef e tanto altro. In più c’è la possibilità di registrare senza difficoltà i contenuti preferiti in capienti hard disk inclusi nei decoder. Infine, quest’autunno arriva in Italia Netflix, il “decano” dei servizi di streaming tv.

Come scegliere il televisore giusto

Grazie a tutti questi cambiamenti, oggi scegliere un televisore può essere un’operazione non facile, che necessita di particolare attenzione da parte dell’utente. In primo luogo bisogna conoscere la differenza tra i modelli più diffusi attualmente, i televisori LCD (più economici) e i LED (più cari ma con prestazioni migliori), mentre i plasma non si trovano quasi più. Per i fan c’è anche da valutare la possibilità di un televisore 3D, anche se in realtà la tecnologia, a parte il boom di qualche anno fa, non ha mai particolarmente attecchito.

Poi si può valutare la risoluzione giusta, tenendo conto che il 4K, pur essendo la tecnologia del futuro, non è ancora molto sfruttato dai vari canali (e il costo ovviamente è superiore ai normali Full HD). Una volta scelto il modello, magari dopo averlo provato di persona, è una buona idea acquistarlo dove costa di meno, ad esempio su Amazon, con modelli come i seguenti:

Un’altra possibilità da non sottovalutare è quella di aggiudicarsi una televisione ad alta definizione approfittando di una promozione di qualche operatore. Ad esempio Sky regala un televisore Samsung Full HD da 22 pollici, con Dolby Digital Plus e ingresso USB, fino al prossimo 31 agosto a chiunque sottoscriva un pacchetto Sky o Sky e Fastweb.
Attiva Sky TV con Samsung in omaggio »
Tra i vari pacchetti di Sky, Sky TV, Sky Famiglia, Sky Cinema, Sky Sport e Sky Calcio, tutti personalizzabili con opzioni come My Sky, Multivision, Sky On Demand, Sky HD, Sky 3D, Sky Go.

Con il pacchetto Sky e Fastweb, invece, si ha diritto secondo l’offerta vigente a navigazione Internet illimitata, sia con ADSL che con fibra ottica a seconda delle possibilità, e con la possibilità di sfrecciare fino a 100 Mbit/s con l’opzione UltraFibra (gratuita per il primo anno, poi a 5 euro al mese). In più l’attivazione è gratuita e il modem Wi-Fi incluso. Poi ci sono tutte le telefonate gratuite e senza scatto alla risposta verso numeri fissi e cellulari nazionali, e infine il meglio di Sky con oltre 190 canali televisivi di Sky + 200 canali satellitari free e il pacchetto Sky TV, oltre alla possibilità di sottoscrivere anche tutti gli altri.

Commenti Facebook: