Tutto quello che osiamo chiedere solo a Google

Il motore di ricerca di Google è il punto di riferimento di tantissimi utenti che sfruttano, ogni giorno, le risorse del web per trovare risposte alle loro domande. In molti casi però, a Google vengono richieste cose davvero particolari che non si ha il coraggio di chiedere ad altre persone. Ecco tutto quello che osiamo chiedere solo a Google.

Tutto quello che osiamo chiedere solo a Google

Sono tantissimi gli utenti che sfruttano il motore di ricerca di Google per chiarire dubbi e incertezze legate alla vita quotidiana magari con domande che non si ha il coraggio di fare a parenti, amici o colleghi oppure per ricercare online le ultime notizie sportive. Lo studio Everybody Lies: What the Internet Can Tell Us About Who We Really Are” di Seth Stephens-Davidowitz mette in luce tutto quello che osiamo chiedere solo a Google rivelando molti aspetti della società contemporanea. Dal PC o dai dispositivi di telefonia mobile, il motore di ricerca di Google è, infatti, un punto di riferimento per la vita di moltissimi utenti.
Confronta le offerte ADSL e fibra »

Ad esempio, in tema di stereotipi e pregiudizi i dati raccolti dalla ricerca, riferita agli USA, mettono in evidenza domande sulla possibile “malvagità” di ebrei, musulmani e gay mentre i neri vengono spesso considerati stereotipo di maleducazione e scortesia. Dopo l’attacco terroristico di San Bernardino si è avuto un picco di ricerche sui musulmani, con domande del tipo “uccidere i musulmani” che andavano in netto contrasto a quanto accadeva sui media nazionali che supportavano appieno il discorso di integrazione dell’allora Presidente Obama.
Scopri le tariffe per smartphone più vantaggiose »

Dal motore di ricerca di Google emergono anche dati legati all’omosessualità, più diffusa negli USA negli Stati tolleranti rispetto a quelli intolleranti con la possibilità di registrare un vero e proprio fenomeno di migrazione geografica. Le donne, invece, si interrogano spesso in merito al proprio compagno chiedendo a Google se sia gay dieci volte in più rispetto a se sia un traditore. I genitori si chiedono, invece, se i figli, in particolare i maschi, siano talentuosi. Per le figlie femmine, invece, la maggior parte delle domande è rivolta all’aspetto fisico ed ad un possibile sovrappeso evidenziando, quindi, una netta disparità di trattamento rispetto ai figli maschi.

Commenti Facebook: