Tutto pronto per la quotazione in Borsa di Fineco

C’è fibrillazione a Piazza Affari, perché ormai è imminente lo sbarco di Fineco in Borsa e le ultime pratiche vengono rapidamente portate a termine: tra queste l’approvazione della politica retributiva della Banca per l’esercizio 2014 (in sede ordinaria) e del nuovo Statuto (in sede straordinaria), effettuata in questi giorni dall’assemblea degli azionisti della web bank.

La sede di Fineco
Approvati politica retributiva e nuovo statuto, ora è via libera dalla Banca d'Italia

Era, questo, uno degli ultimi passaggi previsti dalla normativa legislativa e regolamentare adottata dalla Banca d’Italia per le società quotate in Borsa. L’orizzonte temporale per la quotazione di Fineco rimane quello di luglio, né cambiano le quotazioni degli analisti per la web bank, anche se con qualche discrepanza.

Per Mediobanca, infatti, Finecobank potrebbe valere sino a 3,5 miliardi di euro, mentre Ubs il valore si aggirerebbe intorno ai 2,6 miliardi, stima formulata tenendo in considerazione l’elevata diversificazione della società, in grado di offrire, oltre ai consueti servizi bancari, attività di brokeraggio avanzato e di investimento.
Vai al conto corrente Fineco
Approvati dall’assemblea anche i piani azionari a favore di dipendenti e promotori finanziari, nonché le direttive sull’acquisto di azioni proprie: il consiglio di amministrazione ha infatti ottenuto l’autorizzazione di acquistare fino a un massimo di cinque milioni di azioni proprie entro i prossimi diciotto mesi. Tra le novità del nuovo statuto, invece, il meccanismo del voto di lista per la nomina dei membri del cda e del collegio sindacale e il soddisfacimento del requisito di indipendenza per la maggioranza dei consiglieri.

Commenti Facebook: