Tutti i servizi di TV in streaming a confronto

Catalogo vasto e on demand (guardo quello che voglio), offerta multipiattaforma (non solo smart TV, ma anche tablet, smartphone, console di gioco e PC), possibilità di disdire in qualsiasi momento senza penali e di riattivare l’abbonamento solo nei mesi a scelta: ecco tre degli ingredienti che stanno portando al successo in Italia la tv streaming, con un’offerta sempre più interessante anche grazie all'arrivo, lo scorso 22 ottobre, di Netflix, il colosso d’oltreoceano.

Tutti i servizi di TV in streaming a confronto

E con lo streaming non si paga il canone

Oltre a quanto detto la tv streaming in più un altro aspetto da considerare: chi sceglie di rinunciare alla televisione perché ormai usa solo la tv streaming con il tablet o il PC, c’è la possibilità di non pagare più il canone. Basta rottamare l’apparecchio, chiedere l’esenzione e naturalmente assicurarsi di disattivare la domiciliazione bancaria. In pratica, con questo risparmio, si riesce quasi ad avere un abbonamento gratuito tutti i mesi con molti dei servizi qui sotto indicati. E con un catalogo infinitamente più vasto e aggiornato rispetto alla televisione “classica”.

Va poi ricordato che moltissimi operatori ADSL e telefono offrono con le proprie tariffe sconti speciali per chi vuole anche la televisione: Vediamo dunque quali sono gli operatori più noti di un mercato in crescita. Ad esempio Infostrada con le sue offerte ADSL regala il Chromecast di Google (perfetto per Infinity o Netflix), Joy di Fastweb regala 6 mesi di Sky Online, Tutto Incluso Full di Tiscali 12 mesi di Infinity, Vodafone 6 mesi di Sky Online, TIM offre sia Netflix che TIMvision e così via.
Vai a Absolute ADSL con 1 mese gratis »

Sky Online, catalogo vasto e offerta multipla

Sky Online è la tv streaming di Sky, pensata proprio (almeno all’inizio) come “assaggio” della tv satellitare e del suo servizio on demand. A differenza dei concorrenti non offre un pacchetto unico con tutto (serie tv, cinema, tv per bambini eccetera), ma tre “ticket” distinti – Cinema, Intrattenimento e Calcio, rispettivamente a 9,99 €, 9,99 € e 19,99 € – ed eventi sportivi acquistabili singolarmente. Con Sky Online non si può usare Chromecast, molto in voga per altri sistemi, ma in compenso c’è lo Sky Online TV Box, un dispositivo che può essere collegato a qualsiasi televisore con presa HDMI e che costa 39,99 euro.

Ecco che cos’ha Sky Online in più rispetto ai concorrenti:

  • La possibilità di scegliere tra un catalogo molto completo, differenziandolo a seconda dei propri interessi (ad esempio, Cinema o Intrattenimento; naturalmente per chi li vuole entrambi il costo è maggiore rispetto ai concorrenti).
  • Tante serie in esclusiva: per fare un esempio, al momento nel menu ci sono The Knick, House of Cards, Fargo, Les Revenants, i Sopranos, The Leftovers.
  • Gli show: X Factor e MasterChef, per fare due nomi, sono spettacoli seguitissimi dagli italiani, e sono un’esclusiva di Sky. E Sky Online.
  • L’intrattenimento per bambini con canali dedicati come Disney Channel, Disney Junior, DeA Kids e Nick Jr.
  • Gli eventi sportivi acquistabili “a pacchetto”: per chi non vuole perdersi l’ultimo duello in MotoGP tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo a Valencia, ad esempio, bastano 4,99 euro per tutti e tre giorni. Oppure c’è il pacchetto Squadra del cuore, per vedere tutte le partite di Serie A di una squadra a scelta tra Juventus, Milan, Inter, Napoli, Roma, Lazio, Fiorentina, Genoa in diretta streaming a 99 euro.
  • Le news di Sky TG24. Il canale, con i telegiornali a rotazione e gli approfondimenti della redazione di Sky, è attivo per chi sottoscrive il ticket Cinema, Intrattenimento, Calcio o Squadra del cuore.

Attiva Sky Online Intrattenimento »

Infinity, convenienza e visione anche offline

Così come Sky ha la sua controparte in Sky Online, Mediaset Premium ha una versione in streaming dei suoi servizi, Infinity. Anche qui si parla di un catalogo di film, cartoni, Serie TV, programmi e fiction, questa volta non diviso tra film e intrattenimento (ma per le ultime uscite cinematografiche a volte c’è da pagare il noleggio), con una grande flessibilità di piattaforme disponibili (come il Chromecast di Google).

Ecco che cos’ha in più Infinity rispetto ai concorrenti:

  • Il catalogo a noleggio, che Infinity stessa definisce “la crème della nostra offerta”: oltre ai titoli sempre a disposizione, l’operatore fornisce una vetrina aggiornata sulle ultime novità cinematografiche, da noleggiare singolarmente (un po’ come Primafila di Sky satellitare). Non mancano le esclusive anche sul catalogo standard, ad esempio con The Big Bang Theory, Mad Men o Lost (Orange is the New Black è disponibile anche su Netflix ora).
  • La funzione “Download&Go”: tutti i contenuti di Infinity, infatti, sono disponibili non soltanto in streaming, ma anche in download su tablet, smartphone e PC, in modo da poterli vedere anche quando non c’è rete.
  • Il prezzo, molto basso rispetto sia a Sky Online che Netflix: al momento, per chi si abbona ci sono 30 giorni a 0 euro e la possibilità di restare abbonati a 4,99 euro al mese per 12 mesi invece di 6,99 euro al mese. In più sono particolarmente flessibili gli Infinity Pass, codici prepagati spesso in promozione da acquistare in vari punti vendita e che permettono di accedere al catalogo della tv streaming anche non avendo una carta di credito o un account Paypal.

Netflix, interfaccia eccellente ma manca qualcosa

Infine c’è Netflix, ultimo arrivato da noi ma paradossalmente il veterano della scena, visto che negli Stati Uniti è l’assoluto dominatore nel settore della tv streaming. Da noi ha fatto il suo debutto il 22 ottobre scorso e ha ulteriormente rivitalizzato un mercato già molto competitivo, portando da un lato tutta l’esperienza di anni di successi, ma dall’altra con l’handicap di alcune esclusive (paradossalmente prodotte proprio da Netflix, come House of Cards, ora solo su Sky Online) non disponibili in Italia.

Ecco cos’ha in più rispetto ai concorrenti Netflix:

  • Un’interfaccia che probabilmente è la più pulita ed efficiente di tutte, con un buffering perfetto e grande facilità nel passare da un dispositivo all’altro e riprendere da dove si era rimasti.
  • La possibilità di scegliere il canone preferito tra tre offerte: una base a 7,99 euro al mese, senza contenuti in HD e con un solo dispositivo, una a 9,99 al mese con contenuti in HD e due dispositivi associabili, una da 11,99 euro al mese con contenuti Ultra HD e 4 piattaforme per lo streaming in contemporanea.
  • Un catalogo interessante per alcune chicche (serie originali come Sense 8, Daredevil, Marco Polo, ma anche tanto intrattenimento a stelle e strisce e cartoni politicamente scorretti come Archer) ma che presenta numerose lacune rispetto ai concorrenti italiani (il caso di House of Cards è particolarmente lampante, ma non c’è traccia di “must” come The Walking Dead, Game of Thrones, Fargo o True Detective, e sono praticamente assenti le prime visioni cinematografiche).
  • La possibilità di attivarlo insieme alle tariffe TIM Smart, che oltre a telefonate, SIM mobile e ADSL includono anche TIMvision, sul cui decoder si può guardare Netflix e pagare tutto comodamente con la fattura TIM.

TIMvision, ecco come averla

TIMvision, infine, è l’offerta di TIM (ex Telecom Italia), che dà diritto a vari tipi diversi di streaming. Di per sé, TIMvision garantisce 6.000 titoli in catalogo tra film serie TV, cartoni animati, più l’ultima settimana dei principali canali RAI e di La7 e l’archivio di MTV. Da ricordare inoltre che, oltre a quelle con TIMvision, TIM prevede anche delle offerte che includono la televisione di Sky. Ecco i principali vantaggi di questa piattaforma.

  • La flessibilità. In versione standard con TIMvision si può prendere anche il decoder (per vedere i contenuti anche con la televisione), riservato a chi ha un’offerta ADSL o fibra ottica attiva con TIM, a un costo di 5 euro al mese anziché 10 (2 euro al mese con TIM Smart Casa o TIM Smart Mobile); ma il decoder non è necessario per vedere i contenuti su smartphone, tablet o PC. In questo caso TIMvision costa 1 euro il primo mese, poi 5 euro.
  • La sinergia con Netflix. È possibile attivare Netflix allo stesso costo per i clienti TIM, ma in più è incluso anche il decoder per guardare i programmi sulla tv tradizionale. In più in questo modo si può pagare tutto nel conto TIM, senza dover avere una carta di credito, necessaria invece per Netflix.
  • La sinergia con Premium Online. TIMvision con Premium Online, la tv streaming di Mediaset Premium, dà diritto al calcio, al cinema, alle serie TV e a Infinity per i clienti TIM, decoder compreso; in più chi ha l’ADSL TIM naviga più velocemente attivando TIM Premium Online, avendo gratuite l’opzione SuperInternet (per navigare a 10 Mbit/s) o SuperInternet Plus (per navigare a 20 Mbit/s). Le proposte sono:
    •  Tutto Premium (18 canali in live streaming, catalogo on demand con contenuti Infinity compresi, esclusive come le sit-com Warner e Universal o la UEFA Champions League, la serie A TIM delle squadre Premium, campionati esteri e intrattenimento Mediaset il tutto a 26 euro per i primi 12 mesi, poi 35 euro, con vincolo annuo e anticipo di 19 euro);
    •  Serie TV (4 canali live di serie TV con esclusive e prime visioni, anche con serie a cofanetto e in alta definizione, più cartoni animati, fiction, due eventi calcio al mese e intrattenimento Mediaset, il tutto a 10 euro al mese per i primi 12 mesi, poi 19 euro).

Vai a un’offerta TIM Smart »

« notizia precedente « notizia successiva » »

Commenti Facebook: