Tutti i segreti per rinfrescare casa senza condizionatore

Durante le calde giornate estive il condizionatore rappresenta uno degli strumenti principali per rinfrescare casa e combattere il caldo. Questo dispositivo comporta una crescita dei consumi elettrici anche consistente. Chi non ha a disposizione un condizionatore o non vuole registrare una crescita vertiginosa dei consumi di energia elettrica durante l’estate può sfruttare alcuni segreti per rinfrescare casa. Ecco tutti i dettagli. 

Ecco come rinfrescare casa senza utilizzare il condizionatore

Per rinfrescare casa durante le giornate più calde d’estate il condizionatore rappresenta uno strumento ottimo. Nonostante ciò questo dispositivo comporta un netto incremento dei consumi di energia elettrica. Per ovviare a questa crescita dei consumi è possibile sfruttare diversi segreti per rinfrescare casa senza l’utilizzo del condizionatore.

1. Abbassare le tapparelle o chiudere le persiane nelle ore calde

Nelle ore più calde della giornata, per evitare che la casa si trasformi in un vero e proprio forno, è fondamentale (anche quando si utilizza il condizionatore) abbassare le tapparelle e chiudere le persiane, soprattutto quando queste sono esposte verso sud e, quindi, sono soggette alla luce diretta del sole. Quando c’è troppa afa può essere vantaggioso chiudere le finestre evitando così l’ingresso in casa di aria pesante e umida che renderebbe la temperatura delle stanze ancora più insopportabile.

2. Non creare umidità all’interno di casa

Creare umidità in casa è una cosa da evitare durante i momenti più caldi della giornata. Per evitare che la condensa e il vapore possano peggiorare il micro-clima di casa è, quindi, consigliabile fare il bucato e la doccia soltanto nelle ore più fresche della giornata, al mattino presto o durante le ore serali.

3. Non utilizzare elettrodomestici che producono calore

Durante le giornate più calde è consigliabile evitare di utilizzare a casa tutti gli elettrodomestici che producono calore. Può sembrare un’ovvietà ma, se possibile, evitare di accendere il forno o utilizzare i fuochi per cucinare, preferendo un piatto freddo, più estivo, o rinunciare al phon contribuirà a combattere il caldo.Confronta le tariffe per l’energia elettrica

4. Spegnere le luci

Un sistema di illuminazione troppo forte contribuirà a rendere la casa, nelle ore serali, ancora più calda. Nelle serate estive, quindi, è preferibile accendere solo poche luci ed evitare di utilizzare lampadine troppo potenti che produrrebbero calore extra.

5. Utilizzare un ventilatore

I ventilatori, sia a soffitto che portatili, sono dispositivi meno efficaci per rinfrescare la casa durante l’estate rispetto ai condizionatori. Nonostante ciò, il consumo di energia elettrica legato ai ventilatori è decisamente inferiore rispetto a quello correlato ai condizionatori (un condizionatore consuma anche dieci volte in più di un ventilatore).

Per ridurre al minimo l’incremento della spesa di energia elettrica quando si utilizza un condizionatore è consigliabile attivare una delle tariffe più convenienti disponibili sul mercato. Puoi consultare il comparatore di SosTariffe.it per energia elettrica per individuare la tariffa più adatta a te.

Commenti Facebook: