Tutela del consumatore ed energia: si è chiusa la Conferenza del GSE

Si è recentemente chiusa la Conferenza di Diritto dell’energia, organizzata dal Gestore dei Servizi Energetici in collaborazione con l’Università di Roma Tre. Durante la conferenza, che è durata due giorni, si sono messe in discussione tutte le azioni che servono alla tutela del consumatore nel mercato energetico. Nell’apertura l’Autorità garante della concorrenza aveva richiesto prezzi più basi, maggior offerta e consapevolezza nella scelta.

conferenza diritto energia, conclusioni
Conferenza Diritto dell'Energia: il GSE svolga un ruolo più imprenditoriale che burocratico

Nella chiusura della Conferenza di Diritto dell’energia, il presidente e amministratore delegato del Gestore dei Servizi Energetici Nando Pasquali ha dichiarato che “Tutta l’attività del GSE è orientata verso la tutela del consumatore, in particolare garantendo un’allocazione trasparente e corretta degli incentivi”.

Il Ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, ha ribadito che “la maggior tutela nel settore elettrico, vista la chiusura della procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia, è uno strumento compatibile con l’Europa, anche se si tratta di uno strumento transitorio, con l’obiettivo di arrivare nel medio periodo a un mercato pienamente competitivo, dove la domanda giochi un ruolo attivo e dove l’offerta presenti prezzi comparabili, trasparenti e non discriminatori”.

Le conclusioni dei due giorni di conferenza sono state affidate anche al Presidente della X Commissione Industria del Senato, Massimo Mucchetti, che ha affermato che “il GSE potrebbe esercitare un ruolo più importante, qualora lo si dotasse di margini di manovra di tipo imprenditoriale“, fondamentalmente nella politica di vendita di energia elettrica, ha spiegato il Senatore, aggiungendo che il GSE non dovrebbe esseremero esecutore burocratico nella collocazione sul mercato dell’energia elettrica ritirata”.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: