Truffa su WhatsApp, ecco il messaggio da non aprire

Nuova insidia per gli utilizzatori di WhatsApp, il più noto sistema di messaggistica istantanea al mondo. Attraverso un messaggio ricevuto da un proprio contatto sull'app, infatti, l'utente può essere invitato a cliccare su un collegamento che promette di scaricare nuove emoticons animate. Ma cosa si cela dietro questa facile promessa?

Truffa su WhatsApp, ecco il messaggio da non aprire

Pur nella premessa che non è tecnicamente realizzabile una simile integrazione al servizio, considerato che WhatsApp permette di fruire delle sole icone presenti nell’app, purtroppo accedendo al sito internet indicato verrà richiesto di segnalare lo stesso servizio ad almeno 10 dei propri contatti WhatsApp al fine di poter “sbloccare” il link. In questo modo non solamente si diviene vittime della truffa, ma si diviene altresì delle parti attive, visto e considerato che si sparce la stessa truffa ai propri amici, colleghi e aprenti (pur, evidentemente, in buona fede).

Ma cosa accade una volta avuto accesso alla destinazione del link? A seconda delle versioni della truffa, la destinazione può condurre a un servizio a pagamento di classici contenuti per cellulare, o – in alternativa non certo più meritevole – a un virus informatico. In ogni caso, di nuove icone non c’è alcuna traccia ma, di contro, si ha la certezza di correre brutti rischi per la propria sicurezza nell’utilizzo del dispositivo di telefonia mobile.

Confronta offerte telefonia mobile»

Che fare, dunque? Il consiglio più concreto è anche quello più intuibile: non accedere al link inviato dal proprio contatto di WhatsApp, e cancellare dunque tale messaggio. Avvisate altresì il vostro contatto del rischio che corre e fa correre ai rispettivi contatti cui è stato inviato il link. Un modo per poter cercare di arginare i rischi correlati alla diffusione di questo tentativo di truffa, purtroppo non nuovo al mondo dei social network e dei sistemi di connettività istantanea.

Per quanto concerne in maniera ancora più specifica WhatsApp, ribadiamo ancora una volta come non esista alcun servizio “esterno” che vi consenta di poter utilizzare delle emoticon che non sono già incluse nel portafoglio di quelle dell’applicazione. Dunque, diffidate da queste semplici promesse, e in caso di dubbi segnalate al proprietario dell’applicazione possibili anomalie.