Transparency Award 2015, Wind premia la trasparenza

Wind ha premiato i progetti più innovativi di trasparenza nei confronti di cittadini e utenti web con i Wind Transparency Awards. Tre sezioni – Istituzioni, Servizi, Progetti digitali – per raccontare piccole e grandi storie di partecipazione per rendere il Paese più moderno e responsabile. Tra le novità di quest’anno anche i riconoscimenti speciali in collaborazione con l’Anci per i comuni più virtuosi nella comunicazione con i cittadini.

Wind
Il riconoscimento a tre progetti per Istituzioni, Servizi e Progetti Digitali

I premiati da Wind sono stati il portale Open Coesione, che pubblica tutti i dati dei progetti finanziati con fondi europei, per la categoria «Istituzioni»; Eudoscopio, strumento di orientamento rivolto agli studenti e alle loro famiglie per la scelta delle scuole superiori, nella categoria «Servizi»; infine, per la categoria «Progetti digitali», il riconoscimento è andato a Confiscati Bene, portale che offre la mappa dei beni confiscati alle mafie.

Il premio è nato per dare voce a un valore, la trasparenza, che da sempre Wind mette al primo posto tra i suoi core values verso i suoi clienti.
Confronta le offerte Wind
Come ha ricordato l’amministratore delegato Maximo Ibarra, «Trasparenza, cultura e valori: è quello che abbiamo voluto fare con il Wind Transparency. Abbiamo fatto nascere un concorso nel mese di ottobre 2014 dove tutti – assolutamente tutti, non soltanto le persone ma anche le istituzioni, le amministrazioni e anche le piccole aziende – che avessero voglia di parlare di trasparenza, potessero raccontare la propria storia».

Commenti Facebook: