Torna a crescere il prezzo di acquisto dell’energia

Dopo le ultime rilevazioni negative, torna a crescere il prezzo medio di acquisto dell’energia sulla Borsa elettrica. Stando alle ultime rilevazioni compiute dal gestore dei mercati energetici, tra il 6 e il 12 gennaio il prezzo medio è cresciuto dell’8,8 per cento.

Torna a crescere il prezzo medio di acquisto dell'energia
Torna a crescere il prezzo medio di acquisto dell'energia

Nel suo comunicato, il gestore conferma infatti che il prezzo medio di acquisto nell’ultima settimana conclusa è stato pari a 64,69 euro per MWh, contestuale all’incremento dei volumi di energia elettrica scambiati in Borsa, ora pari a 3,4 milioni di MWh (in aumento del 19 per cento rispetto a quanto era stato riscontrato nell’ultima rilevazione).

Ancora, il gestore specifica come la liquidità del mercato sia cresciuta di 1,5 punti percentuali, e come ora si attesti al 62,8%.

Confronta le offerte energetiche»

Per quanto concerne invece le differenze territoriali nel prezzo dell’energia alla Borsa elettrica, continuano a permanere le divergenze già sperimentate e elaborate nelle scorse settimane, con un prezzo minimo registrato nel Nord Italia (dove il prezzo medio di acquisto è stato pari a 62,44 euro per MWh) e un prezzo massimo in Sicilia (dove il prezzo medio di acquisto è invece stato pari a 93,41 euro per MWh).

L’appuntamento è ora tra sette giorni, con il nuovo aggiornamento di tali rilevazioni statistiche.

Commenti Facebook: