Tim venderà anche luce e gas? Ecco le novità

Enel entra nel settore della fibra ottica? TIM risponde e, secondo quanto raccontato da «Repubblica», comincerà a vendere contratti Edison, gas e luce, nei suoi 5.000 negozi. Una novità a metà tra un’integrazione sempre più forte tra i diversi servizi (come accade, per altri versi, con televisione e telefonia, o addirittura telefonia ed energia elettrica) e una risposta alle vere scosse telluriche che hanno movimentato il mercato delle tlc in queste ultime settimane.

E anche TIM pensa al taglio della sua bolletta da 400 milioni

L’alleanza TIM – Edison

Edison sarebbe stata scelta come partner per energia elettrica e gas: il secondo operatore elettrico d’Italia vanta 1,2 milioni di clienti nel Paese tra aziende e famiglie e l’approccio integrato dovrebbe beneficiare entrambe le società, visto che TIM può contare su migliaia di negozi sparsi sul territorio, senza dimenticare web, social e call center. Il vantaggio per l’operatore telefonico? Una  condivisione degli utili che porterà a una percentuale per TIM per ogni nuovo cliente Edison, senza che sia necessario investire ulteriormente su una rete commerciale e di distribuzione.
Confronta le offerte TIM
Ci sono state però le smentite di TIM/Telecom al fatto che la trattativa sia in fase così avanzata: secondo Cor.Com, fonti dell’operatore dichiarano che «Telecom non ha nessun progetto commerciale in corso con Edison. Parliamo anche con altri».

Una risposta ad Enel?

Difficile non vedere in questa strategia di TIM una risposta alle mosse di Enel, che è stata scelta come player nel progetto del Governo per la banda ultralargaEnel Open Fiber è una startup che non ha neanche un metro di fibra, noi ne abbiamo 11 milioni di chilometri e avanziamo 200 km all’ora», aveva detto Giuseppe Recchi, presidente di Telecom Italia, in occasione dell’Internet Day) ed è una delle sfidanti per aggiudicarsi Metroweb.
Confronta le offerte Edison
La sfida a Enel potrebbe anche concretizzarsi in un addio che di sicuro farà scalpore: oggi come oggi TIM ha una bolletta di 400 milioni di euro l’anno ed è, dopo le Ferrovie italiane, il massimo consumatore del Paese: l’intenzione, visto che il contratto di TIM con Enel è in scadenza, è quella di pagare l’energia almeno il 10% di meno, anche alimentandosi da fornitori diversi rispetto a Enel tramite un’asta per scegliere il più conveniente.

In più, c’è anche da ricordare che Enel provvederà alla sostituzione dei suoi contatori per proporre l’energia elettrica e la connessione in fibra dove ha una rete, ma proprio da quest’ultimo punto di vista le eccezioni non mancano; secondo quanto riportato da Aldo Fontanarosa su Repubblica, TIM sta presentando alle principali municipalizzate uno speciale contatore, più moderno di quello di Enel, che allacci le case alla corrente elettrica e a Internet: il suo vantaggio sarebbe il fatto che l’operatore non è interessato al nome e all’indirizzo dei clienti della municipalizzata, verso i quali Enel potrebbe invece fare un’offerta.

Commenti Facebook: