Tim e Vodafone ricorrono al Tar per non pagare

In merito alla sanzione comminata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato relativa alla manovra di rimodulazione tariffaria mobile comunicata lo scorso mese di agosto, Telecom Italia ritiene di aver agito nel pieno rispetto della normativa vigente e pertanto impugnerà il provvedimento davanti al TAR del Lazio.
L’Azienda infatti ha dato ampia e dettagliata comunicazione alla propria clientela sulla manovra di rimodulazione tariffaria, in particolare riguardo alle modalità per l’esercizio del diritto di recesso i cui tempi sono stati addirittura estesi a beneficio dei consumatori. Questo è avvenuto attraverso una reiterata campagna informativa che ha utilizzato diversi mezzi di comunicazione quali Sms, annunci stampa ed internet al fine di garantirne la massima diffusione, e che proprio per questo non può essere
considerata ambigua ed omissiva.
Anche Vodafone ha annunciato che ricorrerà contro la sanzione.

lla sanzione comminata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato relativa alla manovra di rimodulazione tariffaria mobile comunicata lo scorso mese di agosto, Telecom Italia ritiene di aver agito nel pieno rispetto della normativa vigente e pertanto impugnerà il provvedimento davanti al TAR del Lazio.
L’Azienda infatti ha dato ampia e dettagliata comunicazione alla propria clientela sulla manovra di rimodulazione tariffaria, in particolare riguardo alle modalità per l’esercizio del diritto di recesso i cui tempi sono stati addirittura estesi a beneficio dei consumatori. Questo è avvenuto attraverso una reiterata campagna informativa che ha utilizzato diversi mezzi di comunicazione quali Sms, annunci stampa ed internet al fine di garantirne la massima diffusione, e che proprio per questo non può essere
considerata ambigua ed omissiva.
Anche Vodafone ha annunciato che ricorrerà contro la sanzione.

Commenti Facebook: