Terremoto, come aiutare la popolazione colpita

Dopo le terribili scosse di terremoto che da ieri stanno scuotendo il Nord Italia, la Protezione Civile e la Regione Emilia Romagna hanno avviato una serie di procedure per aiutare la popolazione colpita: SMS, bonifici bancari, versamenti su conti correnti, donazioni di beni o aiuto in prima persona.

SMS solidale

È attivo da ieri sera fino al 26 giugno un numero d’emergenza per aiutare le popolazioni colpite dagli eventi sismici.

Inviate un SMS o chiamate dal telefono fisso al numero solidale 45500 per fare una donazione del valore di 2 euro.

Ogni SMS inviato avrà un valore di 2 euro ed è attivo sui cellulari Vodafone, TIM, Wind, 3 Italia, Tiscali, PosteMobile, Noverca e CoopVoce.

Non occorre scrivere nessun testo nel SMS, basta inviare un messaggio vuoto.

Le chiamate fatte sempre allo 45500 dalla rete fissa avrà sempre il valore di 2 euro ed è attivo per Infostrada, Telecom Italia, Fastweb, Tiscali e TeleTu.

Chiamando da telefonia fissa si ascolterà una registrazione che informa sulla donazione effettuata.

Tutto il ricavato sarà versato al Fondo della Protezione Civile.

Inoltre, si deve evitare l’uso del telefono e di internet quando non è necessario per lasciare libero il traffico alle chiamate di emergenza. Infine, è stato richiesto anche di aprire le connessioni Wi-Fi private per condividere l’accesso ad internet con tutti.

Bonifici bancari e versamenti su conto corrente

La regione Emilia-Romagna ha inoltre attivato una raccolta fondi rivolta a privati ed enti pubblici che desiderano aiutare versando un contributo economico.

I privati possono eseguire un versamento sul c/c postale n. 367409 intestato a Regione Emilia-Romagna – Presidente della giunta regionale – viale Aldo Moro, 52 – 40127 Bologna.

Possono anche effettuare un bonifico bancario alla Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza – Bologna, intestato a Regione Emilia-Romagna, IBAN coordinate bancarie internazionali: it – 42 – i – 02008 – 02450 – 000003010203.

È disponibile anche un versamento diretto presso tutte le agenzie Unicredit Banca Spa sul conto di tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.

Gli enti pubblici invece possono effettuare un accreditamento sulla contabilità speciale n. 30864 accesa presso la Banca d’Italia – sezione tesoreria di Bologna.

In tutti i casi il versamento dovrà essere accompagnato dalla causale: contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna.

Chi desidera fare donazioni di beni materiali di prima necessità e oggetti utili dovrà contattare le principali organizzazioni di volontariato attive (Caritas, Croce Rossa, Associazioni Nazionali degli Alpini, tra molte altre).

Infine, chi potrà mettere a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze per aiutare in prima persona, potrà recarsi alle sedi delle associazioni di volontariato locali.

Commenti Facebook: