Tempi più brevi per il cambio operatore

Agcom ha deliberato la riduzione dei tempi di migrazione: serviranno ora solo 10 giorni e successivamente si arriverà addirittura a soli 5 giorni.

Dal 2010, infatti, basteranno soltanto cinque giorni per passare da una compagnia all’altra. Sarà quindi molto più facile poter cambiare l’operatore del “telefono di casa”. Oltre alla fine della burocrazia, questa sembra essere anche la fine delle retention: cinque giorni sono davvero pochi per riuscire a contattare il cliente che ha deciso di approdare ad altri lidi. Il primo passaggio della delibera è previsto per novembre perché gli operatori dovranno garantire il trasferimento di linea entro die ci giorni: si scenderà poi a cin que nel 2010.

Corrado Calabrò ha fissato un termine unico per il trasferimento di linea, cinque giorni, a cui dovranno adeguarsi tutti gli operatori a partire da marzo 2010. Attual mente è così solo per chi vuole lasciare Telecom Italia per Info strada, Fastweb, Tele2 e altri ge­stori, mentre il passaggio tra operatori alternativi o il ritorno a Telecom richiede 20 giorni.

La riflessione di Alessandro pone l’accento sul fatto che gli operatori alternativi a Telecom vorrebbero tempi più lunghi per poter applicare meccanismi di retention (oggi sono di circa 20 giorni).

Ma è giusto che gli alternativi vogliano ridurla rallentando l’esecuzione di un diritto degli utenti?

liberato la riduzione dei tempi di migrazione: serviranno ora solo 10 giorni e successivamente si arriverà addirittura a soli 5 giorni.

Dal 2010, infatti, basteranno soltanto cinque giorni per passare da una compagnia all’altra. Sarà quindi molto più facile poter cambiare l’operatore del “telefono di casa”. Oltre alla fine della burocrazia, questa sembra essere anche la fine delle retention: cinque giorni sono davvero pochi per riuscire a contattare il cliente che ha deciso di approdare ad altri lidi. Il primo passaggio della delibera è previsto per novembre perché gli operatori dovranno garantire il trasferimento di linea entro die ci giorni: si scenderà poi a cin que nel 2010.

Corrado Calabrò ha fissato un termine unico per il trasferimento di linea, cinque giorni, a cui dovranno adeguarsi tutti gli operatori a partire da marzo 2010. Attual mente è così solo per chi vuole lasciare Telecom Italia per Info strada, Fastweb, Tele2 e altri ge­stori, mentre il passaggio tra operatori alternativi o il ritorno a Telecom richiede 20 giorni.

La riflessione di Alessandro pone l’accento sul fatto che gli operatori alternativi a Telecom vorrebbero tempi più lunghi per poter applicare meccanismi di retention (oggi sono di circa 20 giorni).

Ma è giusto che gli alternativi vogliano ridurla rallentando l’esecuzione di un diritto degli utenti?

Commenti Facebook: