Teleunit Adsl, video intervista

SosTariffe incontra Franceso Dolciami e MariaChiara Gentile, responsabili di TeleUnit, che ci spiegano qualche dettaglio in più sull’ultimo miglio, il futuro della banda larga in Italia e il canone Telecom Italia.
In seguito una breve descrizione dell’offerta TeleUnit e dei canali attraverso cui è possibile entrare in contatto con l’azienda.


Alberto Mazzetti: “Che cos’è l’ultimo miglio?”



Francesco Dolciami:”Per ultimo si intende quel segmento dell’adsl che collega la centrale telefonica fisica all’abitazione. Come sappiamo Telcom Italia aveva il possesso integrale della rete di telecomunicazione in Italia, da diversi anni a questa parte ha liberalizzato questo segmento, facendo sì che altri operatori diversi da Telecom Italia potessero in una qualche maniera affittare questa porzione.

L’evoluzione ha voluto anche che alcuni grossi player abbiano addirittura costruito o centrali parallele a quelle Telecom, oppure hanno posizionato all’interno delle centrali di Telcom Italia una propria strumentazione che permettono di sorpassare anche questo limite collegato all’ultimo miglio.”

Il futuro della banda larga in Italia

Alberto Mazzetti:Come pensi si evolverà il mercato della connettività a banda larga in Italia?Teleunit che ruolo giocherà?”


Francesco Dolciami: “Questa è una domanda molto molto particolare. Sostanzialmente per due tipologie di problema. Il primo perché il mercato della banda larga in Italia sta vivendo da qualche anno un momento di continua fluttuazione. Se per banda larga noi in questo momento intendiamo l’adsl, nel corso di questi ultimi anni non ha subito grossissime modifiche.

Se per banda larga invece intendiamo altre tipologie di connettività, basta per un qualunque portale informatico per rendersi conto che c’è un inseguimento su quella che è la connettività mobile. Allo stesso tempo, se la connettività mobile permette potenzialmente delle velocità anche superiori a quella che è l’attuale connettività fisica, quindi dovuta a cavetto adsl. Questa velocità in una qualche maniera non garantisce una qualità del servizio tale, che invece viene garantita a quelli che sono le strutture fisiche del servizio.

Un’adsl e soprattutto in determinate zone, sicuramente avrà una performance maggiore rispetto a quella che è una connettività chiamata “wireless”.Per cui il mercato delle telecomunicazioni per quanto riguarda la connettività, sta cercando di strutturarsi parallelamente sia per quanto riguarda l’incremento e lo sviluppo di quella che è la connettività fisica (centrali vere e proprie) sia per quanto riguarda quella che è la connettività attraverso onde radio.

Teleunit ha scelto di queste due strade la strada collegata e più strettamente vicina al mondo della fonia tradizionale e quindi del mondo delle adsl. Per cui ha impostato la propria politica aziendale nel cercare di offrire al cliente un servizio qualitativamente migliore perché è inutile che noi, offriamo un prodotto di 20-30-40 Mega se all’utente non servono, perché i servizi attuali non permettono un utilizzo maggiore di banda, un massimo di 5-7 Mega. Tanto è vero che il prodotto di punta attualmente per quanto riguarda questo segmento di mercato è 7 Mega (mercato consumer) che offre un’adsl fino a 7 Mega. Ecco perché Teleunit ha scelto il mercato della connettività fisica a quella wireless.”

Il canone Telecom Italia

Alberto Mazzetti:Perché con alcune tariffe adsl si deve pagare il canne Telecom e con altre no? Chi si abbona a Teleunit dovrà pagare i canone Telecom?”


MariaChiara Gentile: “Assolutamente no, attualmente tutti i prodotti retail che vengono maggiormente spinti dall’azienda prevedono il distacco da Telcom Italia, sia per quanto riguarda i prodotti voce e adsl sia solo per i prodotti voce. Il cliente che paga adsl e canone Telcom Italia ha adsl di altro operatore, non Teleunit che si appoggia su linea Telcom Italia, per cui rimane fisicamente la linea Telcom Italia e adsl di altro operatore.

In questo modo si trova a pagare la linea telefonica, il traffico voce a Telcom Italia se ha il servizio voce con Telcom Italia e un adsl ad un altro operatore quindi si trova 2 bollette. Con Teleunit questo non succede perché in un’unica bolletta oltre che avere tutto incluso hai anche il traffico telefonico e l’adsl , senza più pagare il canone Telcom Italia.”

La storia di Teleunit

Alberto Mazzetti:Quando è nata TeleUnit e come si è sviluppata in questi anni?”

MariaChiara Gentile: “TeleUnit è nata come Telefonica nel 1997 dall’idea di un imprenditore che è il dottor Gianfranco Cimica.Successivamente nel 2004 è stata quotata in borsa all’AIM di Londra ed è diventata TeleUnit per non confonderla con la Telefonica spagnola.”

I servizi TeleUnit per i privati

Alberto Mazzetti:Quali servizi offre TeleUnit ai privati?”

MariaChiara Gentile: “TeleUnit offre sia il servizio fonia semplice, sia il servizio fonia più adsl. Nello specifico il servizio fonia più adsl è un prodotto che riguarda la tecnologia Voip, ovvero viene portata a casa del cliente un’adsl sulla stessa linea dove passano i dati passa anche il servizio voce. Fanno parte dei servizi Voip per la clientela residenziale il Teleunit 7 mega, che ha 2 profili di offerta, uno è il TuttoIncluso l’altro il Senza Limiti.

Il TuttoIncluso prevede un’adsl flat 24 h su 24 e chiamate urbane e interurbane senza scatto alla risposta, mentre invece l’altro profilo SenzaLimiti ha sempre chiamate urbane e interurbane con adsl flat 24h su 24, ma con un piccolo scatto alla risposta per quanto riguarda le chiamate urbane e nazionali di € 14 centesimi iva inclusa.

Un altro prodotto che riguarda i servizi TeleUnit è il WLR, nello specifico il TeleUnit 1 ed è un servizio che consente al pari del Telunit 7 mega di staccarsi da Telecom Italia, ma senza avere il servizio dati, ma con la fonia. Il cliente invece che non pagare più il canone a Telecom Italia paga una piccola quota a Teleunit e anche Teleunit 1 pur non avendo l’adsl ha tariffe sia flat, quindi tutto incluso, senza scatto alla risposta, sia un altro profilo miniflat con un piccolo scatto alla risposta.

Per entrambi i prodotti, una cosa che secondo me è importante, è il fatto che le tariffe verso le chiamate verso i cellulari sono semplicissime e convenienti, perché non ci sono distinzioni né di fascia oraria, né di operatore che viene chiamato. Non c’è la classica tariffa che magari possono applicare altri operatori che varia a seconda dell’ora in cui viene chiamato il telefono cellulare.”

Perchè scegliere TeleUnit

Alberto Mazzetti:Perché un utente dovrebbe sottoscrivere un’offerta adsl TeleUnit , cosa vi differenzia dai grandi provider?”

MariaChiara Gentile: “Dovrebbe sottoscrivere un’offerta Teleuinit perché siamo più convenienti, offriamo esattamente quello che offrono gli altri, ma con una cura e un’attenzione del cliente che è maggiore, perché non abbiamo i volumi che hanno Telecom Italia o TeleTu o gli altri grandi nostri competitors. Rispettiamo molto di più il cliente e gli diamo maggiore assistenza, oltre naturalmente alle tariffe che secondo me sono più convenienti rispetto alle altre.”

Come entrare in contatto con TeleUnit

Alberto Mazzetti:Come si può entrare in contatto con TeleUnit?”

Francesco Dolciami: “Con Teleunit si può entrare in contatto in diverse maniere, da un punto di vista prettamente commerciale Teleunit offre una varietà di canali che vi andrò brevemente elencare.

Il primo canale che Teleunit ha da sempre, da quando è nata, è il canale degli agenti, ovvero una rete strutturata a livello nazionali di agenti: agenti di commercio, agenti persona fisica, che presenta Teleunit a quelli che possono essere i clienti potenziali del nostro prodotto, che possono essere sia gli utenti residenziali, sia aziende, quindi una clientela business. Il secondo canale, nato da pochissimo tempo, da 2 anni circa è tutto il canale web.

Questo canale consiste sostanzialmente nel portale aziendale e in una serie di pagine collegate al portale aziendale all’interno del quale TelUnit ha deciso di far transitare il proprio traffico e quindi tutta a sua clientela. All’interno di questo spazio Teleunit ha concepito di raccogliere 2 tipologie di informazioni, la prima sarebbe quella collegata alla semplice informazioni, che in termine tecnico viene chiamato format, la seconda invece è quella collegata al contratto vero e proprio, quindi tu online, tu potenziale cliente Teleunit che hai deciso di aderire ad una promozione ti rechi presso una di queste pagine che può essere appunto il portale o una landing page e puoi tranquillamente e in tutta velocità sottoscrivere un contratto scegliendo il prodotto che più si addice alle tue esigenze.

Nel momento in cui un cliente inserisce i propri dati all’interno del form di richiesta informazioni, scatta subito un meccanismo attraverso il quale i nostri operatori contattano immediatamente il potenziale cliente, andando a spiegare in dettaglio tutte quelle che sono le particolarità del prodotto. Facendo sì di chiarire tutti i punti che sono i passaggi meno comunicati, che un prodotto composto da una componente fonia e una componente adsl può avere.”

incontra Franceso Dolciami e MariaChiara Gentile, responsabili di TeleUnit, che ci spiegano qualche dettaglio in più sull’ultimo miglio, il futuro della banda larga in Italia e il canone Telecom Italia.
In seguito una breve descrizione dell’offerta TeleUnit e dei canali attraverso cui è possibile entrare in contatto con l’azienda.


Alberto Mazzetti: “Che cos’è l’ultimo miglio?”



Francesco Dolciami:”Per ultimo si intende quel segmento dell’adsl che collega la centrale telefonica fisica all’abitazione. Come sappiamo Telcom Italia aveva il possesso integrale della rete di telecomunicazione in Italia, da diversi anni a questa parte ha liberalizzato questo segmento, facendo sì che altri operatori diversi da Telecom Italia potessero in una qualche maniera affittare questa porzione.

L’evoluzione ha voluto anche che alcuni grossi player abbiano addirittura costruito o centrali parallele a quelle Telecom, oppure hanno posizionato all’interno delle centrali di Telcom Italia una propria strumentazione che permettono di sorpassare anche questo limite collegato all’ultimo miglio.”

Il futuro della banda larga in Italia

Alberto Mazzetti:Come pensi si evolverà il mercato della connettività a banda larga in Italia?Teleunit che ruolo giocherà?”


Francesco Dolciami: “Questa è una domanda molto molto particolare. Sostanzialmente per due tipologie di problema. Il primo perché il mercato della banda larga in Italia sta vivendo da qualche anno un momento di continua fluttuazione. Se per banda larga noi in questo momento intendiamo l’adsl, nel corso di questi ultimi anni non ha subito grossissime modifiche.

Se per banda larga invece intendiamo altre tipologie di connettività, basta per un qualunque portale informatico per rendersi conto che c’è un inseguimento su quella che è la connettività mobile. Allo stesso tempo, se la connettività mobile permette potenzialmente delle velocità anche superiori a quella che è l’attuale connettività fisica, quindi dovuta a cavetto adsl. Questa velocità in una qualche maniera non garantisce una qualità del servizio tale, che invece viene garantita a quelli che sono le strutture fisiche del servizio.

Un’adsl e soprattutto in determinate zone, sicuramente avrà una performance maggiore rispetto a quella che è una connettività chiamata “wireless”.Per cui il mercato delle telecomunicazioni per quanto riguarda la connettività, sta cercando di strutturarsi parallelamente sia per quanto riguarda l’incremento e lo sviluppo di quella che è la connettività fisica (centrali vere e proprie) sia per quanto riguarda quella che è la connettività attraverso onde radio.

Teleunit ha scelto di queste due strade la strada collegata e più strettamente vicina al mondo della fonia tradizionale e quindi del mondo delle adsl. Per cui ha impostato la propria politica aziendale nel cercare di offrire al cliente un servizio qualitativamente migliore perché è inutile che noi, offriamo un prodotto di 20-30-40 Mega se all’utente non servono, perché i servizi attuali non permettono un utilizzo maggiore di banda, un massimo di 5-7 Mega. Tanto è vero che il prodotto di punta attualmente per quanto riguarda questo segmento di mercato è 7 Mega (mercato consumer) che offre un’adsl fino a 7 Mega. Ecco perché Teleunit ha scelto il mercato della connettività fisica a quella wireless.”

Il canone Telecom Italia

Alberto Mazzetti:Perché con alcune tariffe adsl si deve pagare il canne Telecom e con altre no? Chi si abbona a Teleunit dovrà pagare i canone Telecom?”


MariaChiara Gentile: “Assolutamente no, attualmente tutti i prodotti retail che vengono maggiormente spinti dall’azienda prevedono il distacco da Telcom Italia, sia per quanto riguarda i prodotti voce e adsl sia solo per i prodotti voce. Il cliente che paga adsl e canone Telcom Italia ha adsl di altro operatore, non Teleunit che si appoggia su linea Telcom Italia, per cui rimane fisicamente la linea Telcom Italia e adsl di altro operatore.

In questo modo si trova a pagare la linea telefonica, il traffico voce a Telcom Italia se ha il servizio voce con Telcom Italia e un adsl ad un altro operatore quindi si trova 2 bollette. Con Teleunit questo non succede perché in un’unica bolletta oltre che avere tutto incluso hai anche il traffico telefonico e l’adsl , senza più pagare il canone Telcom Italia.”

La storia di Teleunit

Alberto Mazzetti:Quando è nata TeleUnit e come si è sviluppata in questi anni?”

MariaChiara Gentile: “TeleUnit è nata come Telefonica nel 1997 dall’idea di un imprenditore che è il dottor Gianfranco Cimica.Successivamente nel 2004 è stata quotata in borsa all’AIM di Londra ed è diventata TeleUnit per non confonderla con la Telefonica spagnola.”

I servizi TeleUnit per i privati

Alberto Mazzetti:Quali servizi offre TeleUnit ai privati?”

MariaChiara Gentile: “TeleUnit offre sia il servizio fonia semplice, sia il servizio fonia più adsl. Nello specifico il servizio fonia più adsl è un prodotto che riguarda la tecnologia Voip, ovvero viene portata a casa del cliente un’adsl sulla stessa linea dove passano i dati passa anche il servizio voce. Fanno parte dei servizi Voip per la clientela residenziale il Teleunit 7 mega, che ha 2 profili di offerta, uno è il TuttoIncluso l’altro il Senza Limiti.

Il TuttoIncluso prevede un’adsl flat 24 h su 24 e chiamate urbane e interurbane senza scatto alla risposta, mentre invece l’altro profilo SenzaLimiti ha sempre chiamate urbane e interurbane con adsl flat 24h su 24, ma con un piccolo scatto alla risposta per quanto riguarda le chiamate urbane e nazionali di € 14 centesimi iva inclusa.

Un altro prodotto che riguarda i servizi TeleUnit è il WLR, nello specifico il TeleUnit 1 ed è un servizio che consente al pari del Telunit 7 mega di staccarsi da Telecom Italia, ma senza avere il servizio dati, ma con la fonia. Il cliente invece che non pagare più il canone a Telecom Italia paga una piccola quota a Teleunit e anche Teleunit 1 pur non avendo l’adsl ha tariffe sia flat, quindi tutto incluso, senza scatto alla risposta, sia un altro profilo miniflat con un piccolo scatto alla risposta.

Per entrambi i prodotti, una cosa che secondo me è importante, è il fatto che le tariffe verso le chiamate verso i cellulari sono semplicissime e convenienti, perché non ci sono distinzioni né di fascia oraria, né di operatore che viene chiamato. Non c’è la classica tariffa che magari possono applicare altri operatori che varia a seconda dell’ora in cui viene chiamato il telefono cellulare.”

Perchè scegliere TeleUnit

Alberto Mazzetti:Perché un utente dovrebbe sottoscrivere un’offerta adsl TeleUnit , cosa vi differenzia dai grandi provider?”

MariaChiara Gentile: “Dovrebbe sottoscrivere un’offerta Teleuinit perché siamo più convenienti, offriamo esattamente quello che offrono gli altri, ma con una cura e un’attenzione del cliente che è maggiore, perché non abbiamo i volumi che hanno Telecom Italia o TeleTu o gli altri grandi nostri competitors. Rispettiamo molto di più il cliente e gli diamo maggiore assistenza, oltre naturalmente alle tariffe che secondo me sono più convenienti rispetto alle altre.”

Come entrare in contatto con TeleUnit

Alberto Mazzetti:Come si può entrare in contatto con TeleUnit?”

Francesco Dolciami: “Con Teleunit si può entrare in contatto in diverse maniere, da un punto di vista prettamente commerciale Teleunit offre una varietà di canali che vi andrò brevemente elencare.

Il primo canale che Teleunit ha da sempre, da quando è nata, è il canale degli agenti, ovvero una rete strutturata a livello nazionali di agenti: agenti di commercio, agenti persona fisica, che presenta Teleunit a quelli che possono essere i clienti potenziali del nostro prodotto, che possono essere sia gli utenti residenziali, sia aziende, quindi una clientela business. Il secondo canale, nato da pochissimo tempo, da 2 anni circa è tutto il canale web.

Questo canale consiste sostanzialmente nel portale aziendale e in una serie di pagine collegate al portale aziendale all’interno del quale TelUnit ha deciso di far transitare il proprio traffico e quindi tutta a sua clientela. All’interno di questo spazio Teleunit ha concepito di raccogliere 2 tipologie di informazioni, la prima sarebbe quella collegata alla semplice informazioni, che in termine tecnico viene chiamato format, la seconda invece è quella collegata al contratto vero e proprio, quindi tu online, tu potenziale cliente Teleunit che hai deciso di aderire ad una promozione ti rechi presso una di queste pagine che può essere appunto il portale o una landing page e puoi tranquillamente e in tutta velocità sottoscrivere un contratto scegliendo il prodotto che più si addice alle tue esigenze.

Nel momento in cui un cliente inserisce i propri dati all’interno del form di richiesta informazioni, scatta subito un meccanismo attraverso il quale i nostri operatori contattano immediatamente il potenziale cliente, andando a spiegare in dettaglio tutte quelle che sono le particolarità del prodotto. Facendo sì di chiarire tutti i punti che sono i passaggi meno comunicati, che un prodotto composto da una componente fonia e una componente adsl può avere.”

Commenti Facebook: